Attività

Si sta consultando l'anno: 2016
| Elenco delle attività dell'anno corrente | Visualizza le attività degli anni precedenti »

Il locale ancora una volta sottoposto a infiltrazioni d’acqua ha ridimensionato la tradizionale
riunione dei soci, per il saluto di fine anno.
Lavoro di sistemazione al mattino con Roberto Calabria, dopo i controlli del tecnico del condominio case popolari giunto per valutare i danni e come effettuare la riparazione che non appare di facile soluzione.
Risistemato alla meglio il locale, abbiamo confermato l’incontro e pure la consultazione alla nostra
Biblioteca richiesta dal bravo giovane Claudio Mancini che ha trascorso quasi due ore con noi per
prendere appunti dal voluminoso libro Garibaldi e i suoi tempi di Jessie W. Mario (1887).
E abbiamo pure celebrato il brindisi di fine anno. AUGURI

Partecipiamo con piacere alla presentazione del libro di Adduci leggi INVITO.
Giovanni, da noi sostenuto e aiutato nel suo sforzo editoriale, è spesso sostenitore attivo di varie nostre iniziative . Con noi, oltre a Mariapaola e ad Antonio Cardellini, prestigiosa presenza del prof. Filippo Lovison insieme al quale abbiamo recentemente ricordato UGO BASSI, e del gruppo francese della scuola ENC Bessières di Parigi per la quale abbiamo svolto corsi di preparazione per lo stage Scuola/Lavoro su mandato dell’I.S.S. Federico Caffè.

 

Assai impegnata la nostra associazione, chiamata alla preparazione stage Scuola/Lavoro dall’I.S.S. Federico Caffè in collaborazione con la scuola ENC Bessières di Parigi. Documentate tutte le otto giornate.

ALCUNE IMMAGINI SIGNIFICATIVE

La preparazione storica al nostro Circolo e visita sui luoghi dei francesi – la Breccia del 3 giugno. Vedi immagini

Visita al Vittoriano, al ghetto e alla lapide a Mameli a SS Trinità dei Pellegrini. Vedi immagini

Visita esterne, con classi di terza media e poi le donne e le ambulanze, le mura , il Museo, e sabato il Parco Gianicolense. Vedi immagini

Alla scuola Caffè si completa il programma – OMAGGIO di immagini storiche dei combattimenti del 1849

foto ricordo: da sinistra la Preside prof.ssa Marina Pacetti, Enrico Luciani, Francesca Bussotti, Maelle Leroyer, Mariapaola Pietracci Mirabelli

Ultimo giorno con ritorno al Vittoriano e gran finale …francese. Visita e ricerche a San Luigi di francesi, e all’isola tiberina – ambulanza Fuller- ove nella Chiesa di San Bartolomeo all’isola si può vedere una lapide con la palla francese “miracolata”. Vedi immagini

Tanti alle esequie di Claudio Pavone ricordato da amici e parenti con grande affetto nella solenne sala della Promototeca in Campidoglio. Anche noi ad esprimere il nostro cordoglio e il nostro affetto per la nostra amicizia con Claudio Pavone.

 

La Repubblica

La Repubblica

Il Corriere della Sera

Il Corriere della Sera

Il Messaggero

Il Messaggero

Il Foglio

Il Foglio

La Repubblica Il Corriere della Sera Il Messaggero Il Foglio
   

Il Sole 24 ore

Alcuni necrologi

Alcuni necrologi

 
  Il Sole 24 ore    

Anche il Sindaco Virginia Raggi tra i visitatori. Bello il modo di salutarlo e di ricordarlo: insieme alle sorelle e ai i nipoti tanti gli intervenuti di amici e professori compreso quello del nostro Agostino Bistarelli, suo allievo. La moglie Anna Maria Rossi Doria ha chiuso la cerimonia volendo sottolineare di Claudio il suo grande amore per l’amicizia..

Ancora due belle visite guidate, grazie ai proff. della III E e III B che arrivano puntuali a Villa Pamphili. Due visite che riusciamo a svolgere integralmente malgrado un disguido nelle prenotazioni al Museo della Repubblica romana. Da Villa Pamphili, ove viene esaminata per bene la battaglia del 3 giugno 1849, tutto procede bene. Complimenti davvero.

Ha dato risultato positivo il dibattito richiesto dai soci dopo la tavola rotonda del 20 settembre, che aveva l’obiettivo di approfondire le condizioni di scelta della Chiesa e di Pio IX nel 1848, quando il Papa lasciò Roma per rifugiarsi a Gaeta. Dopo l’introduzione di  Enrico Luciani e la presentazione del programma per la Biblioteca esternato da Giovanna De Luca ai socie amici presenti, Antonio Cardellini e Mario Savelli hanno animato il loro testo “DIALOGO TRA UN REPUBBLICANO E UN CATTOLICO ATTUALIZZATO AL 1850”..

Un confronto non aggressivo, anzi fin troppo pacato, e non privo di approfondimenti storici interessanti. Assai “colta” l’accusa di  mancanza di coraggio da parte di Pio IX per dissolvere il fantasma della Lotaringia (dal regno di Lotario come risultante dalla divisione dell’Impero Franco dopo il trattato di Verdun dell’ 843)

Leggi TESTO vedi cartina geografica

E’ seguito l’intervento della scrittrice Brunella Diddi, “IL PAPA VISTO DAGLI STRANIERI ACCORSI ALLA DIFESA DI ROMA DEL 1849” con una relazione interessante e argomentata che ha consentito al pubblico di comprendere le ragioni e gli stati d’animo degli stranieri accorsi alla difesa della Repubblica romana e tra questi il dilemma e poi la divisione dei polacchi sulla difesa del potere temporale.  Brunella Diddi , insieme a Stella Sofri, è autrice del bellissimo libro “Gli stranieri della Repubblica” che peraltro prevede una gentile dedica anche alla nostra Associazione Comitato Gianicolo.

Molti applausi e un buon dibattito animato da interventi qualificati e interessanti. Tra questi, Massimo Capoccetti che si è dichiarato quasi confuso nel dover riportare alla discussione qualche ragione del Papa , visto che nel dibattito il cattolico poco è sembrato in difesa della Chiesa; poi Ettore Dazzara che ha osservato con signorilità e senso politico le ragioni di una impossibile convergenza con il potere religioso cui forse non si sarebbe potuto sottrarre lo stesso Ugo Bassi se ….avesse avuto il tempo di vivere.

Ha chiuso gli interventi il Bersagliere Arnaldo Marini, il giovanissimo quasi novantenne…inossidabile! che non ha lesinato episodi, commenti e riferimenti storici: molto applaudito.

Ettore Dazzara ha portato in DONO alla nostra BIBLIOTECA, l’introvabile libro su UGO BASSI di Arrigo Petacco “ W GESÙ, W MARIA, W L’ITALIA. UGO BASSI. IL CAPPELLANO DI GARIBALDI ” Contente le nostre bibliotecarie! GRAZIE

le nostre Bibliotecarie Stefania Cassia (a sinistra) e Giovanna De Luca ringraziano Ettore Dazzara per il libro su Ugo Bassi donato alla Biblioteca Cipriani Comitato Gianicolo

le nostre Bibliotecarie Stefania Cassia (a sinistra) e Giovanna De Luca ringraziano Ettore Dazzara per il libro su Ugo Bassi donato alla Biblioteca Cipriani Comitato Gianicolo

Due belle visite guidate, grazie alle insegnanti della III D e III C e ai ragazzi veramente attenti e partecipi, e pure pazienti di fronte ai disagi incontrati al Museo della Repubblica romana. All’appuntamento arriva per prima la III D che, nettamente prima dell’orario stabilito, è subito intervistata per sapere come da Casetta Mattei abbia impiegato così poco tempo – un record.

A Villa Pamphili viene esaminata per bene la battaglia del 3 giugno 1849 e le insegnanti spiegano anche la composizione dell’esercito della Repubblica Romana dalla pubblicazione omonima, ricevuta in omaggio dalla nostra associazione.


Si arriva a Porta san Pancrazio ma il Museo …. È CHIUSO per mancanza di personale. Aspettiamo la fine delle pulizie e l’accensione degli impianti con pazienza: specialmente da parte dei ragazzi che per arrivare sin qui hanno preso tre mezzi pubblici… E poi qualche disturbo anche alla sala dell’Assedio Luciani si scusa

Vedi immagini all’interno del Museo

Arrivati al cannone, pur sorridente, la prof.ssa Paola Zerbino si preoccupa dell’udito…

Arrivati al cannone, pur sorridente, la prof.ssa Paola Zerbino si preoccupa dell’udito…

Foto di gruppo, da sinistra: Manuela Gagliano, Enrico Luciani, Elisabetta Puce, Paola Zerbino, Gabriele De Simone, Daniela Donghia

Foto di gruppo, da sinistra: Manuela Gagliano, Enrico Luciani, Elisabetta Puce, Paola Zerbino, Gabriele De Simone, Daniela Donghia

Una domenica sul Colle del Gianicolo per ricordare il patriota e martire P. Ugo Bassi. Con questo spirito l’associazione A. Cipriani Comitato e il Centro Studi Storici dei PP. Barnabiti hanno organizzato, per la mattina del 20 novembre, una visita guidata gratuita al Parco Gianicolense – Parco degli eroi. Nel corso della passeggiata, i partecipanti hanno fatto una sosta nel Piazzale Garibaldi, davanti al busto di P. UGO BASSI (leggi il personaggio). Qui ha avuto luogo la cerimonia, resa più suggestiva dalla presenza delle bandiere con il Tricolore , della camicia rossa garibaldina e dei bersaglieri con la fanfara. Dopo la deposizione di una corona di alloro il SILENZIO dalla tromba del bersagliere Ciaglia.

A ricordare uno dei patrioti italiani che durante il Risorgimento hanno combattuto con le armi o con la parola per l’unificazione dell’Italia, sono intervenuti Enrico Luciani, per l’associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo P. Filippo Lovison, per il Centro Studi Storici dei PP. Barnabiti e Alessandro Manna, per il Comitato Ugo Bassi di Bologna. Manna ha letto la lettera del Comitato inviata al Papa per la riabilitazione della memoria di Ugo Bassi.
Tra le altre presenze il comandante dei Carabinieri al Gianicolo, Agostino Pinca; Giovanni Adducci per i garibaldini romani; la sezione Bersaglieri di Roma guidata dal Col. Nunzio Paolucci, oggi rappresentato dai bersaglieri Arnaldo Marini, Aldo Leonori con il trombettiere Daniele Ciaglia e con Massimo Flumeri. Appassionato è stato il racconto dei Bersaglieri romani su UGO BASSI, da loro ben ricordato anche perché il 2 luglio 1849 pronunciò il suo ultimo discorso celebrando in S. Lorenzo in Lucina l’elogio funebre per la morte di Luciano Manara.

Parlano della manifestazione: www.barnabiti.net la Repubblica

 

group

Vedi altre immagini

Al termine della cerimonia visita guidata ai monumenti e busti del Parco Gianicolense con lo storico e giornalista Roberto Calabria fino al Belvedere della Costituzione del 1849, la quale è stata illustrata dal magistrato Massimo Capoccetti e dal giudice onorario Noemi Cavicchia Grimaldi.

Vedi immagini della visita al Parco

Tra le dichiarazioni finali, quella di Enrico Luciani, presidente dell’associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo, che ha espresso la volontà di sostenere tutte le azioni necessarie per la riabilitazione di Ugo Bassi con l’augurio di poter celebrare quanto prima Ugo Bassi presso la Chiesa di San Carlo ai Catinari, dove fu ordinato sacerdote. Si attende la riapertura della chiesa ora chiusa a seguito dei danni provocati dal terremoto .

Distribuzione gratuita a tutti i partecipanti del dépliant:
IL GIANICOLO PARCO DELLA MEMOPRIA- PARCO DEGLI EROI

Dopo la tavola rotonda “Primavera della Repubblica e Autunno della Chiesa? “ svolta  in occasione della presentazione del libro di Giuseppe Monsagrati “La primavera della Repubblica – Roma 1849”, i soci e gli amici dell’associazione,  nella ricorrenza del 168° della fuga del papa da Roma a Gaeta,approfondiscono il dibattito sul tema  “Quando il Papa è andato via – Nascita della Repubblica Romana”.

Prima degli interventi dei partecipanti, coordina la Bibliotecaria Giovanna De Luca,   il programma prevede: Dialogo tra un repubblicano e un cattolico, attualizzato al 1850 (Antonio Cardellini-Mario Savelli) Il papa visto dagli stranieri accorsi alla difesa di Roma

(intervento della scrittrice Brunella Diddi)

Franz Vervloet (1795-1872) - Sbarco a Gaeta della spedizione spagnola (proprietà Galleria Apolloni)

Franz Vervloet (1795-1872) – Sbarco a Gaeta della spedizione spagnola
(proprietà Galleria Apolloni)

La riunione inizierà con le parole di Goffredo Mameli”:
Grandissima parte de’ mali romani e italiani venne dall’imbarazzo che ai Papi davano le cure del principato. Quando il Papa potrà tornare ai suoi santi uffici
di sacerdote e più non sarà distratto da mondani pensieri, la religione rifulgerà del suo primo splendore, i popoli credenti saluteranno il Vaticano come sede vera del Vangelo di Cristo e il Campidoglio come oracolo di nuova sapienza civile, come porto di salute a tutte le genti italiane“.

Vedi invito

logo_cip

Visita guidata al Parco Gianicolense – PARCO DEGLI EROI
Domenica 20 novembre 2016
Appuntamento ore 10.30
Piazzale Garibaldi – davanti al busto di P. UGO BASSI
che verrà ricordato con una breve cerimonia.

Seguirà la visita ai busti e ai monumenti che terminerà alle ore 12.00
al Belvedere della Costituzione della Repubblica romana del 1849

In collaborazione con il

logo_bar

Gianicolo: Belvedere Costituzione 1849 Immagine dell’Associazione A. Cipriani Comitatogianicolo.it

Gianicolo: Belvedere Costituzione 1849 Immagine dell’Associazione A. Cipriani Comitatogianicolo.it

Per il ricordo di Ugo Bassi,
proprio al termine del Giubileo della Misericordia,
interverranno:

Enrico Luciani, per l’associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo
P. Filippo Lovison, per il Centro Studi Storici dei PP. Barnabiti
Alessandro Manna, per il Comitato Ugo Bassi di Bologna

Vedi invito

 

In orario preciso le classi III C e III D arrivano a Villa Pamphili e visitano i luoghi del 3 giugno 1849: hanno imparato bene il percorso con le F.S., BRAVI . Dopo il passaggio al “Vascello” si arriva puntuali per entrare al Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina. Dopo si può visitare il Mausoleo che è aperto di giovedì anche se, purtroppo, è sempre sospeso l’accesso alla cripta. Si procede verso il “Fontanone” e si arriva al Parco Gianicolense pronti allo sparo del cannone. Foto ricordo meritata

Foto di gruppo al Mausoleo Ossario

Foto di gruppo al Mausoleo Ossario

Da sinistra: Enrico Luciani con i proff. Sabrina Pantani, Paola Presentini, Massimo Capoccetti, Cristina Correnti, Alessandro Sacchetti

Da sinistra: Enrico Luciani con i proff. Sabrina Pantani, Paola Presentini, Massimo Capoccetti, Cristina Correnti, Alessandro Sacchetti

Vedi altre immagini

Veramente indomiti questi insegnanti:  Paola Como, Irene Morelli, Chiara Mazzarani, Andrea Guglielmi. Hanno affrontato un percorso davvero originale e faticoso per poter vedere i luoghi del 3 giugno poi il Museo della Repubblica romana e ancora Villa Spada, il Mausoleo Ossario e  il Fontanone, contando di arrivare per tempo allo sparo del cannone. Bravissimi tutti, insegnanti,  ragazze e ragazzi che hanno sperimentato un nuovo percorso di visita con l’arrivo alla Stazione delle F.S. Stazione Quattro Venti. Un buon esempio per altri gruppi classe della città spesso frenati dai ritardi degli autobus ATAC.

Non solo attenti e disciplinati ma anche molto gentili.

Bello il loro regalo alla nostra associazione. GRAZIE  leggi

 

Vedi altre immagini della visita: dal Museo fino a Piazzale Garibaldi

 

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Il cannone spara: se si clicca sull’immagine  ..si sente il BOTTO

Foto di gruppo al MAUSOLEO OSSARIO – autorizzata

Foto di gruppo al MAUSOLEO OSSARIO – autorizzata

Enrico Luciani e la prof.ssa Paola Como contenti, si salutano a Piazzale Garibaldi: la visita è andata bene

Enrico Luciani e la prof.ssa Paola Como contenti, si salutano a Piazzale Garibaldi: la visita è andata bene

da un nostro amico tedesco, che ha visitato recentemente la nostra Biblioteca, riceviamo la segnalazione di una bellissima immagine di Roma
. …. è bello vedere come gli stranieri amino l’Italia e Roma in particolare. LA MOSTRA A BERLINO CHIUDE IL 20 NOVEMBRE .
Clicca il panorama.

—————————————
Cari amici della Repubblica Romana,

nonostante le triste notizie dal Centro Italia, volevo segnalarVi una mostra a Berlino nella Alte Nationalgalerie che sarà ancora aperta fino al 20.11.2016:

“Stadtlandschaft Rom – Ein 360° Panorama von Friedrich Loos” (ossia “Panorama della città di Roma- un panorama a 360° di Friedrich Loos”).

Sono esposti 5 quadri del pittore Friedrich Loos che ha dipinto un panorama di Roma nel 1850. È spettacolare, anche se di dimensioni modeste. Si vede anche il Gianicolo con diversi punti d’interesse per quanto riguarda l’assedio del 1849:

loos-berlin

Ottimo anche il sito interattivo (sfortunatamente soltanto in tedesco *) dove si può ammirare il panorama completo e reperire diverse informazioni:

http://rom360.smb.museum/rom.html

Carissimi saluti dalla Germania!

Karl von Hase

* Una volta raggiunto la pagina è possibile, in realtà, passare alla visualizzazione in Inglese cliccando sulla bandiera (quarta icona) in basso a sinistra rispetto all’immagine
ge-en

Malgrado l’incertezza delle condizioni meteorologiche, dopo la decisione del loro coordinatore Francesco Cipriani,  tutti pronti ad affrontare la visita lunga, compresa Villa Sciarra e le brecce. Si parte dai luoghi della battaglia del 3 giugno 1849 per terminare a Villa Spada con il racconto dei bersaglieri di Luciano Manara e dell’estrema difesa della  batteria del Pino. In quel luogo, non a caso,  è stato edificato il Mausoleo Ossario che è stato inaugurato dopo quasi cento anni, nel 1941, con la intestazione AI CADUTI PER ROMA.

Sono già le 12, inizia a piovere, i partecipanti si dichiarano soddisfatti e ci salutano esprimendo il loro consenso a Enrico Luciani e  particolari apprezzamenti per  Roberto Calabria. Grazie.

KODAK Digital Still Camera KODAK Digital Still Camera

Vedi altre immagini

Ancora il terremoto: paesi distrutti e tanti sfollati.  Anche Roma ha tremato , e  questa volta tanta paura e gente in strada. Verifica nelle scuole e in luoghi storici e di culto. Tra i luoghi chiusi anche la Chiesa di San Carlo ai Catinari ove avevamo programmato una visita anche ai sotterranei “garibaldini” il 19 novembre in onore di Ugo Bassi al termine del Giubileo della Misericordia.

Il padre Barnabita.  prof. Filippo Lovison ci scrive

Gent.mo Dottor Luciani, mi spiace comunicarle che a causa del terremoto di questa mattina, dopo il sopralluogo dei Vigili del Fuoco, la nostra Chiesa di S. Carlo ai Catinari è stata dichiarata inagibile e pertanto è ora chiusa; ogni celebrazione o visita è vietata, anche nel suo sottosuolo. Sarà mia premura comunicarle quando sarà riaperta al pubblico. Pertanto la visita in programma è per ora sospesa. Le auguro una buona settimana. Un cordiale saluto. Nel Signore, p. Filippo Lovison

Un incontro necessario tra i soci, per mettere a punto i numerosi appuntamenti dell’associazione, impegnata da settembre a tutto novembre, in un clima di fiducia e buoni propositi con il territorio e con le scuole. Un incontro che consente di presentare la nuova struttura della Biblioteca, ora rinnovata come dotazione documentale,- v. riordino del sito da parte del nostro Claudio Bove http://comitatogianicolo.it/biblioteca-del-circolo-a-cipriani – ed i nuovi mini progetti di studio e di approfondimento da proporre sia all’interno del Cipriani che all’esterno: in particolare per le Scuole e per il progetto Scuderie Teatrali

Per le Scuderie si propongono appuntamenti per il 1° maggio con il concorso di Roberto Calabria e Manuela Franci e per il 3 giugno con Carlo Cittadini e le sue musiche risorgimentali.

Prende la parola Giovanna De Luca, responsabile della Biblioteca come da nomina assembleare del 20 maggio scorso, che comunica la sua disponibilità ad aprire periodicamente la biblioteca, su appuntamento, per consultare i libri e vedere i filmati.

Luciani , dopo aver ricordato ai soci l’appuntamento del 19 novembre per una visita alla Chiesa di San Carlo ai Catinari in ricordo di Ugo BASSI, e confermata dal padre Barnabita, Prof. Filippo Lovison, riporta la discussione ai temi strutturali dell’associazione. Legge il rinnovato Protocollo d’intesa con l’I.S. F. Caffè – che ci impegna fino al termine del 2018 anche per la collaborazione nel progetto Scuola/Lavoro e sollecita ai soci l’esame della nuova riforma del Terzo settore e il riesame del rapporto con Artes –Regione Lazio.

Luciani infine informa dei contatti avviati con la nuova amministrazione comunale e municipale e al riguardo legge la lettera portata al Municipio Roma XII nell’incontro avuto a settembre con la nuova Presidente Crescimanno, e la lettera inviata al Sindaco Virginia Raggi, con la richiesta di “riapertura” del Mausoleo (leggi).

Prima di chiudere, specie per coloro che non hanno già provveduto via internet, sollecita alla raccolta firme per sostenere l’associazione Amici di Villa Sciarra nel progetto Villa Sciarra luoghi del cuore della FAI. Nel nostro progetto sul recupero di Villa Sciarra noi sosteniamo in particolare l’apertura al pubblico del settimo bastione.

Dopo l’approvazione dei nuovi soci e amici, Ivana Colletta, presidente dell’assemblea, salutato affettuosamente il “decano” dell’Associazione, Luciano Vadilonga, sempre presente fino alle 19,30, chiude la riunione.

Partecipiamo su invito (leggi INVITO) dell’associazione Gli Amici di Righetto alla inaugurazione delle targhe a ricordo della Legione Polacca e dell’eroe polacco capitano Podulak caduto presso i Monti Parioli il 15 giugno 1849 in difesa della Repubblica romana. Bellissima cerimonia introdotta da Roberto Bruni, Presidente dell’associazione, con interventi dell’Ambasciatore di Polonia, Prof. Tomasz Orlowski, del Prof. Piotr Salwa, direttore Accademia Polacca delle Scienze a Roma, dell’Assessore alla crescita culturale di Roma Capitale, Luca Bergamo, e del Presidente del Municipio Roma XII, Silvia Crescimanno. Toccante l’esecuzione dell’Inno Polacco e dell’Inno di Mameli da parte delle Violiniste Agnese Antonelli e Muriel Vittori.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

L’inno d’Italia L’inno Polacco

 

Al termine della cerimonia le nostre congratulazioni all’associazione e i ringraziamenti per il gradito invito, cui abbiamo corrisposto con l’omaggio della nostra pubblicazione L’esercito della Repubblica romana e le sue uniformi, apprezzata in specie per l’immagine della “Legione Polacca”caratterizzata dal tipico copricapo nazionale polacco (shapsa) con padiglione quadrangolare color amaranto.
Per un mini riassunto della Legione Polacca leggi di Agnieszka Kaczynska “ Cavalieri erranti della libertà” – partecipazione dei polacchi ai combattimenti per la libertà italiana all’epoca del Risorgimento.

Una visita assai particolare, dall’Arco dei Quattro Venti al tempietto del Bramante per poi tornare al Fontanone e al Parco del Gianicolo dove si è terminato davanti al busto di Colomba Antonietti. La vista dei luoghi è stata realizzata per una delegazione straniera composta da lituani, svedesi, romeni, che ha voluto scoprire i luoghi della difesa di Roma del 1849, in uno scenario d’arte e di panorama della città che ha impressionato molto favorevolmente i partecipanti. Soddisfatta anche la Preside prof.ssa Marina Pacetti.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

I due gruppi sono accolti  sotto L’Arco dei Quattro Venti: Enrico Luciani accoglie subito la III b della prof.ssa Valentina Marcucci accompagnata dalla prof.ssa  Roberta D’Annibale

Massimo Capoccetti con il prof. Francesco Jannani e la prof. Iole Forte seguono con la III D lo stesso percorso fino alla Batteria del Pino e si ricongiungono al FONTANONE per arrivare tutti insieme allo sparo del cannone.

Bellissima visita da Villa Sciarra fino al Gianicolo con le ragazze e i ragazzi delle terze A e C guidati dalle loro indomite insegnanti (BRAVE!), con in testa la “ veterana” prof.ssa Alice Vais. Esse infatti, nonostante l’imprevisto delle corse ATAC “saltate”, sono riuscite a realizzare ugualmente la visita, cambiando il percorso. Ciò con l’aiuto di Enrico Luciani e Roberto Calabria che si sono prodigati per mantenere il percorso nei tempi sempre assicurando le spiegazioni storiche necessarie. Meritano la foto di gruppo:

Foto ricordo al Fontanone. In primo piano, da sinistra, le prof.sse Stefania Bacolini, Margherita Vittiglio, Maria Airoldi, Alice Vais, Barbara Barzuoli. In secondo piano: Enrico Luciani e Roberto Calabria

Foto ricordo al Fontanone. In primo piano, da sinistra, le prof.sse Stefania Bacolini, Margherita Vittiglio, Maria Airoldi, Alice Vais, Barbara Barzuoli. In secondo piano: Enrico Luciani e Roberto Calabria

Per vedere le più significative immagini della visita Clicca

Bella visita, completa, che nel finale si è arricchita con l’ingresso al Museo della Repubblica romana. Bravi i ragazzi sempre attenti e i loro insegnanti sempre vigili e festosi, allegri diremmo. E l’allegria ha fatto bene al gruppo, davvero impegnato in modo sostenuto.. dalle 9 fino alle 13.
Tanti spunti storici, con ragazze e ragazzi pronti a comprendere e a partecipare. Aspettiamo i loro lavori e le loro foto. A presto. E di seguito pubblichiamo le immagini che ci danno per autorizzate.

Vedi altre immagini della visita

Tanti contatti e simpatie verso la nostra associazione che a breve interverrà anche all’interno del programma in preparazione per le Scuderie Teatrali di Villa Corsini.
Nelle nostre intenzioni rimane centrale quella di rafforzare l’associazione anche per prepararla ai cambi strutturali necessari per avviare la stessa verso un futuro. Vedi qualificate presenze ai nuovi appuntamenti.

Vedi altre immagini

Partecipiamo volentieri alla serata di inaugurazione dell’Accademia dei Desiderosi in una sala assai confortevole in un Palazzetto affascinante che fu dei nobili Margani, famiglia estintasi nella prima metà del XVII secolo.  leggi INVITO

La dr.ssa Alberta Campitelli, ex Direttore dell’Ufficio Ville e Parchi Storici del Comune di Roma, ha svolto una eccellente relazione sui Parchi e ha voluto gentilmente ricordare la nostra presenza quando ha trattato gli edifici “spariti” per le vicende della Repubblica romana del 1849.

Il nuovo Protocollo d’ intesa firmato tra l’associazione A. Cipriani e l’I. S. Federico Caffè prevede una serie di interventi a favore delle classi prime della Sede centrale. Il programma parte all’inizio dell’anno scolastico con la visita completa dei luoghi ove si svolsero i combattimenti del 1849 in difesa della Repubblica romana LEGGI percorso e successivamente, in funzione della didattica e delle opportunità che si rilevano dal progetto Scuola/Lavoro, consentirà una serie di incontri e/o altre uscite, compresa la visita del Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina

Percorso delle visite guidate da svolgere
Le classi iniziano la visita guidata con appuntamento alle ore 9 di fronte alla Basilica San Pancrazio, e subito dopo l’introduzione sulla Repubblica romana al pannello illustrativo “la colonna crucifera”, si forniscono alcune note culturali su Monteverde e sulla Basilica di San Pancrazio e le sue catacombe e, subito dopo l’ingresso a Villa Pamphili, quelle su Villa Algardi e Villa Vecchia.
I gruppi, si avviano verso i luoghi dei combattimenti del 1849: a Villa Corsini, ora Arco dei Quattro Venti, e al Vascello, “rivisti” osservando le immagini “del 1849. Arrivati a Porta San Pancrazio si procede lungo le mura gianicolensi fino ad arrivare a Villa Sciarra ove si esaminano le “brecce” dei francesi del 21 giugno 1849 e le lapidi affiancate (del 1850 e del 1871).
Dopo Casale Barberini si sale sulle mura del sesto bastione e si procede verso il settimo bastione per esaminare l’attacco “a tenaglia” dei francesi: dall’ottavo bastione si arriva fino a Villa Spada tenuto dai bersaglieri lombardi di Luciano Manara e poi alla zona della batteria del Pino, ultima difesa. Lì ora c’è il Mausoleo Ossario, aperto solo il giovedì. Esaminata brevemente la località San Pietro in Montorio, già ambulanza per i feriti del 1849, si sale verso il Fontanone, si entra nel Parco gianicolense e, dopo un rapido esame di alcuni busti, la visita si conclude a Piazzale Garibaldi con lo sparo del cannone.

Di seguito il programma svolto a settembre 2016

21 settembre

classe I AE proff. Roberto LONGO e Annunziata CREA
Guida la visita: Massimo Capoccetti

22 settembre

classe I BE proff. Giovanna DI STEFANO, Monica SOBRERO, Luisa ESPOSITO.
Guida la visita: Enrico Luciani

26 settembre

classe I DT proff. Vera FRANCIOLI, Maria Grazia ORFEI, Vincenzina FALLONE. Guida la visita: Enrico Luciani classe I ET proff. Angela CAFIERO e Giordano CALDEROLI
Guida la visita: Daniela Donghia


Vedi altre immagini

27 settembre

classe I BH proff. Clara REA, Cettina BONGIARDO.
Guida la visita: Daniela Donghia

classe I AH proff. Carla CESARETTI e Sara TOMASSINI
Guida la visita: Enrico Luciani

Al termine delle visite, Enrico Luciani e Daniela Donghia
si pubblica la migliore immagine giunta dagli studenti

22-Il cannone spara: il miglior FUOCO (immagine di Nicolas Iurich della I AE)

Il cannone spara: il miglior FUOCO (immagine di Nicolas Iurich della I AE)

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.


Il miglior Video e AUDIO … si sente lo SPARO
(video di Nicolas Iurich della I AE)

Con il gruppo guidato da Andrea Moi , gli amici dell’Associazione “Radici nel mondo”, Enrico Luciani ha svolto una visita molto impegnativa sui luoghi dei combattimenti del 1849.

Nel gruppo anche un giovane storico e una giovanissima ingegnere che hanno collaborato attivamente.

Lungo il percorso incontri simpatici: a parte gli sposi incontrati al Fontanone, si sono unite a noi – per un tratto della visita del settimo bastione- due ragazze di Monteverde che desiderano conoscere meglio la nostra associazione.

La visita si è prolungata fino alle 13 con le spiegazioni al Belvedere della Costituzione del 1849, e ai monumenti di Garibaldi e di Anita .

Vedi altre immagini

Enrico Luciani, a nome dell’Associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo, apre la Conferenza sulla Repubblica romana nell’Aula Magna gremita da alunni delle classi superiori del Liceo classico Manara.
Ringrazia il liceo per la collaborazione che spesso offre alle iniziative storiche sul territorio.

Dalle 9,30 fino alle 11 commenti e immagini sulla storia della Repubblica romana, che viene presentata dal dr. Roberto Calabria, cui è seguita una relazione della dr.ssa Daniela Donghia sulla figura di Luciano Manara. Daniela, storica del’Arte, ha poi offerto un approfondimento artistico sul dipinto La morte di Luciano Manara (Galleria naz. d’arte mod. di Roma) realizzato dal patriota Eleuterio Pagliano, pittore e incisore (1826-1903) che studiò a Brera e nel 1849 si arruolò nei bersaglieri e seguì Garibaldi in tutte le sue imprese. E’ poi seguito l’intervento dell’ing. Paolo Pochettino, milanese e nostro socio venuto da Milano per partecipare alla Conferenza, il quale ha rievocato le cinque giornate di Milano e ha citato aneddoti e storie interessanti sulla città di Milano.


In chiusura, Enrico Luciani ha presentato il sito www.comitatogianicolo.it , mostrando agli alunni capitoli e immagini di particolare rilievo. A tutti i partecipanti è stato consegnato il depliant “IL GIANICOLO E LA REPUBBLICA ROMANA DEL 1849” .

Ringraziamenti e felicitazioni per la nostra Associazione da parte dei professori presenti. Foto ricordo con il prof Giulio De Martino e visita al busto di Luciano Manara collocato all’interno del Liceo

Vedi immagini del busto di Luciano Manara

imm_loc

Bella serata al Circolo Cipriani in occasione della presentazione del libro di Giuseppe Monsagrati, discusso in una  tavola rotonda, annunciata dai giornali leggi, la quale, tra  le varie considerazioni da svolgere sul libro, ha avuto al centro del dibattito un interrogativo sul comportamento della Chiesa nelle vicende del 1849 e sulla presenza di non pochi cattolici non più favorevoli al potere temporale della Chiesa: tra questi in prima  evidenza  la figura di Ugo Bassi, non a caso definito martire del risorgimento italiano. Una nobile figura da riportare all’attenzione, tanto più nell’anno del Giubileo della Misericordia.

Una serata davvero piacevole anche per il clima di affetto e di sostegno verso la nostra Associazione , che è stata premiata dalla numerosa presenza di pubblico, peraltro attento e qualificato, che ha avuto anche la sensibilità di ricordare con un minuto di raccoglimento la figura del Presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, recentemente scomparso.

Una sala gremita e attenta. Grazie.

Una sala gremita e attenta. Grazie.

Foto ricordo: (da sinistra) Antonio Bultrini, Filippo Lovison, Agostino Bistarelli, Enrico Luciani, Giuseppe Monsagrati

Foto ricordo: (da sinistra) Antonio Bultrini, Filippo Lovison, Agostino Bistarelli, Enrico Luciani, Giuseppe Monsagrati

Vedi le altre immagini della serata
Le relazioni sono state seguite con notevole attenzione dai presenti, compreso l’intervento del prof. Antonio Bultrini che ha parlato dei diritti e della loro affermazione a livello europeo soltanto dopo la seconda guerra mondiale. (Vedi immagine).

Ci è stato chiesta la riproposizione delle relazioni sul nostro sito, che volentieri presentiamo in intesa con i relatori.

Al termine della serata un brindisi tra i convenuti, con cioccolatini appena arrivati da Bruxelles e confetti dorati.
Vedi immagini

Muore Carlo Azeglio CIAMPI, Presidente della Repubblica Italiana dal 1999 al 2006.
VIVA CIAMPI, esempio di moralità e di patriottismo. Anche la nostra associazione in fila al SENATO per portare l’estremo saluto e il ringraziamento per la sua opera a favore dell’Italia e del Risorgimento.

Grande commozione per la scomparsa di un così grande italiano, garante delle istituzioni e della democrazia che ha saputo riportare tra i cittadini l’orgoglio per la storia d’Italia, richiamando con forza, in tempi non facili: la nostra bandiera, il tricolore, il nostro Inno nazionale, la sfilata del 2 giugno ai Fori; anche il valore del Vittoriano di cui citò, proprio nel discorso del giuramento del 18 maggio 1999, una delle iscrizioni scolpite sui frontoni “PER LA LIBERTÀ DEI CITTADINI, PER L’UNITÀ DELLA PATRIA”. Anche noi in fila tra i tanti cittadini per rendergli l’estremo omaggio. Tanti davvero i cittadini presenti e tanto l’affetto. GRAZIE Presidente CIAMPI





Noi ci siamo giovati della sua generosità e del suo affetto quando nel 2004 ha voluto inviare al nostro COMITATO GIANICOLO un suo personale telegramma di felicitazioni e ringraziamento per aver noi arredato il Gianicolo con i pannelli illustrativi dell’itinerario garibaldino, collocati sui luoghi dei combattimenti per la difesa di Roma del 1849 e della Repubblica romana.

c-telegramma-ciampi

  • 17 Settembre 2016

E noi torniamo al Gianicolo per onorare Garibaldi, che nella mattinata è stato al centro di una cerimonia organizzata dai Bersaglieri romani

1-img_4088 2-img_4089 3-img_4091

Per ricordare la marcia di Garibaldi dall’uscita da  Roma fino a Cala Martina

leggi https://it.wikipedia.org/wiki/Marcia_di_Garibaldi_dopo_la_caduta_di_Roma#La_.22trafila.22

Il nostro presidente approfittando della vacanza a Castiglione della Pescaia si reca sui luoghi in cui si realizzò il salvataggio di Garibaldi al termine della “trafila”.  È infatti Cala Martina, caletta della Maremma grossetana nel territorio comunale di Scarlino, il luogo in cui Giuseppe Garibaldi, inseguito dalle guardie pontificie, si imbarcò su un peschereccio spezzino per raggiungere Porto Venere, il 2 settembre 1849.

L’evento è ricordato con un cippo posto nel mare e da  un monumento sul sentiero che porta alla spiaggia, realizzato nel 1949 dallo scultore Tolomeo Faccendi,.

Nel monumento è riportata anche una targa in bronzo che raffigura Garibaldi con il suo aiutante nella fuga: il Maggior Leggero così denominato per la sua agilità (Giovanni Battista Coliolo nato a La Maddalena nel 1813)

a-img_3348 b-img_3337 c-img_3333

Vedi altre immagini

 

In Maremma ricordano con grande passione Angelo Guelfi, possidente agrario dell’allora territorio di Gavorrano, che può definirsi il “Bonnet Maremmano”, perché fu abile stratega della parte finale dell’impresa di salvataggio del Generale

Leggi http://www.ilgiunco.net/2011/09/02/il-salvataggio-di-garibaldi-a-cala-martina

20160920 Presentazione del libro di Giuseppe Monsagrati

LA PRIMAVERA DELLA REPUBBLICA

ROMA 1849: LA CITTA’ E IL MONDO

Ne discuteranno con l’autore, in  una tavola rotonda  dal titolo
Primavera della Repubblica e Autunno della Chiesa? 

    • Il prof.  Filippo Lovison, padre Barnabita,
    • Professore di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana
    • Il prof.  Agostino Bistarelli, storico, Giunta Centrale per gli studi storici
    • Enrico Luciani, presidente dell’Associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo

La discussione, nella giornata del 20 settembre a ricordo della presa di Roma e della fine del potere temporale della Chiesa, avrà modo di riportare all’attenzione,  proprio nell’anno del Giubileo della Misericordia, la figura di padre Ugo Bassi: martire dell’indipendenza italiana.

1-Mameli-IMG_2894

Cerimonia in ricordo della morte di Goffredo Mameli: la manifestazione pubblica è organizzata dalla Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Significativa cerimonia al Mausoleo Ossario ove la dr.ssa Mara Minasi ha ricordato la figura di Mameli.

Apprezzamenti  del pubblico per le musiche e canti risorgimentali: voce Graziella Antonucci   accompagnamento musicale Marco Quintiliani.

leggi programma

  • 2 Luglio 2016
  • OZIERI (Sassari) Biblioteca comunale
  • Chiostro San Francesco - già Collegio elettorale di Giuseppe Garibaldi nel 1867 e nel 1868
Leggi WELCOME  leggi la NUOVA SARDEGNA  leggi il libro “LA PACE MALEDETTA” di C.Camoglio

Qualificate presenze al Convegno “I trattati di pace, le tensioni nei territori europei ed extraeuropei e le migrazioni”, un tema ispirato alla pubblicazione del 1922 di Costantino Camoglio “La pace maledetta”.

Il Convegno è stato organizzato dall’Istituto Italiano Fernando Santi con il patrocinio del Comune di Ozieri. che ha messo in conto di onorare l’importante concittadino, nato a Ozieri il 6 ottobre 1891, con la dedica di una strada.

Dopo l’intervento di apertura da parte di Luciano Luciani, Presidente del Santi, e di quello di Agostino Pinna, assessore al Bilancio e Informazione del Comune di Ozieri che ha riassunto in modo compiuto il contenuto e il significato del libro “La Pace maledetta”, il Convegno ha potuto apprezzare una importante ed esauriente relazione sul tema delle migrazioni oggi, svolta dalla dr.ssa Giulia Falzoi dell’OIM Roma (Organizzazione Internazionale delle Migrazioni).

1-IMG_2832
Vedi altre immagini
Dopo il saluto e il ricordo delle associazioni rappresentative sarde, è intervenuto anche Enrico Luciani, presidente dell’associazione Cipriani, che ha parlato in qualità di nipote più anziano di Costantino. Luciani ha riportato al Convegno immagini inedite di Camoglio,

La sua Ozieri peraltro fu Collegio elettorale di Giuseppe Garibaldi, eroe dei due mondi, un Collegio assai significativo in un momento difficile per Garibaldi, come di può leggere dalle sue lettere del 1868 leggi lettere Garibaldi . Garibaldi, ha ricordato ancora Luciani, sempre a Ozieri, nel 1870, aveva accettato la presidenza onoraria della locale Società Operaia contribuendo a porre le basi per il futuro partito socialista.

Enrico Luciani, da nipote, ha ricordato brevemente le importanti opere del nonno Costantino e in particolare la sua passione per la scrittura, ancora viva nel dopoguerra, quando lui, bambino, era impegnato a mettere in ordine i suoi mille fogli sparsi per la casa: sui quali – ricorda commosso – fungeva da fermacarte un PUGNO DI FERRO, ricordo di una incursione squadrista nella sua abitazione romana nel 1926. Francesco Luciani infine, da pronipote, ha voluto ricordare il nonno Gino che dal suocero Costantino riceveva sempre l’ammonimento “quando si parla di politica bisogna avere la carta geografica davanti …”.

All’assessore Agostino Pinna, Enrico Luciani ha consegnato, a nome della famiglia, vedi immagine, copia delle pubblicazioni “Lituania martire” e “La questione Lituania” edite nel 1929 e per le quali Costantino Camoglio aveva ricevuto una medaglia e la Commenda da parte della nazione Lituania.

Visita assai partecipata svolta dall’associazione Cipriani ,  presenti Enrico Luciani, Roberto Calabria e Claudio Bove.  Dopo il racconto a Largo 3 giugno 1849 , Vascello e Porta san Pancrazio, la visita procede  con la passeggiata sotto le mura gianicolensi fino al sesto bastione . Entrati a Villa Sciarra  camminamento sopra le mura fino al settimo bastione – incontro con  i volontari per il verde pubblico, – vedi –  per poi uscire verso l’ottavo bastione e Villa Spada ed arrivare al Mausoleo.

Il gruppo dell’ACEM  (Associazione Attività Culturali e Ricreative Dirigenza Energia e Multiservizi ) è sembrato assai contento della visita perchè si sono visti  luoghi che in effetti erano poco conosciuti, e ha apprezzato molto il materiale che è stato consegnato, a partire dall’ immagine di L. Paladini ( Museo Centrale del Risorgimento) che mostra benissimo come erano i luoghi prima della battaglia del 3 giugno 1849 vedi

Complimenti per tutti.  Anche ai due accompagnatori:  Enrico Luciani, già dirigente Enel,  vedi ;  Roberto Calabria, storico e giornalista,  vedi

Un ringraziamento particolare alla dr.ssa MARA MINASI, responsabile del Mausoleo, che ha consentito una nostra visita in giornata domenicale

MERITATA FOTO DI GRUPPO

MERITATA FOTO DI GRUPPO

le immagini dei partecipanti e del percorso , clicca Vedi altre immagini

Malgrado le difficoltà della giornata, compreso l’iniziale maltempo, vedi LINK, numerose sono state le presenze sui viali di Villa Pamphili, al Museo della Repubblica romana e a Casale Giacometti.
L’importanza della giornata è stata ricordata negli interventi di Enrico Luciani, del prof. Agostino Bistarelli e del prof. Giuseppe Monsagrati che hanno voluto sottolineare la concomitanza con il 70° anniversario della nascita della nostra Repubblica (Referendum 1946 ove hanno votato per la prima volta in Italia anche le donne), e della elezione della Costituente, cui è seguita la nascita della nostra Costituzione del 1948.

Bella giornata trascorsa insieme, bravi gli studenti e i loro professori. Grazie.

E un grazie anche a la Repubblica leggi
A tutti i partecipanti è stata donata la pubblicazione “ 1849 – 1848 Due Costituzioni a confronto”

Dopo il liceo Manara anche i ragazzi dell’I.C. Oriani plesso Manzoni, hanno voluto ricordare gli eroi del 1849.

I partecipanti lasciano villa Pamphili per ritrovarsi con la classe dell’ I.S. F. Caffè, della prof.ssa Carla Cesaretti, di ritorno dalla visita del Museo della Repubblica romana svolta sotto la guida delle stagiste francesi e di Daniela Donghia.
Al ristorante Scarpone, proprio sotto Casale Giacometti, ci riceve il proprietario Antonello Soccorsi. Enrico Luciani svolge il discorso finale e presenta i luoghi, richiamando anche l’interessante libro di Giovanni Adducci “Un garibaldino a Casale Giacometti”.
Prima di chiudere la manifestazione I FLAUTI eseguono ancora L’INNO DI MAMELI sotto la direzione del Maestro Roberto Cilona.
Vedi immagini
Foto di gruppo MERITATA

41-IMG_2489I FLAUTI eseguono l’INNO DI MAMELI

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Bella cerimonia con tanti ragazzi scelti per i loro lavori, arrivati da varie città d’Italia. Il discorso introduttivo ai ragazzi è svolto dal magistrato Raffaello Sestini alla presenza di Alessandro Pajno e Mario Luigi Torsello, rispettivamente Presidente e Segretario generale del Consiglio di Stato.

Raffaello Sestini ci ha presentati come possibili compartecipi al Progetto Costituzione. Dopo una bellissima visita guidata a Palazzo Spada, tutti nell’Aula del Consiglio per condividere i lavori dei ragazzi. Al termine firma del Protocollo tra Ministero della Pubblica Istruzione e Consiglio di Stato riguardante la Costituzione italiana.  Il Ministro Stefania Giannini si è intrattenuta cordialmente con i ragazzi e Luciani Enrico ha trovato modo di segnalare le attività della nostra associazione.

Conclusione del periodo di formazione delle due ragazze francesi svolto dalla nostra Associazione in preparazione del loro STAGE presso il  Museo della Repubblica romana. La preside Prof.ssa marina Pacetti firma la convenzione e poi un breve intrattenimento con le due insegnanti presso l’Aula dei professori.  Enrico Luciani, a un certo punto, è solo con QUATTORDICI DONNE. Tutto molto simpatico.

Malgrado le difficoltà organizzative derivanti dalla chiusura di molte scuole e dalla concomitanza delle elezioni comunali e municipali di Roma, non è sembrato opportuno annullare l’appuntamento, che così viene riproposto.

A Monteverde il ricordo della Repubblica romana
e  della battaglia del 3 giugno 1849

3 giugno 2016, a Villa Pamphili –
Arco dei Quattro Venti ,  dalle ore 9,30 alle 11,30

Visite guidate sui luoghi della battaglia del 3 giugno 1849 tenute dall’Ass. Amilcare Cipriani Comitato Gianicolo.
Accoglienza per tutti i gruppi classi delle scuole che vorranno partecipare con loro interpretazioni e letture.
Un primo ringraziamento al riguardo per il Liceo Manara; l’I.C. L. Oriani – sede Manzoni; l’ I.S.S. Federico Caffè.

L: PALLADINI: VEDUTA DELLA VILLA GIRAUD DETTA IL VASCELLO E DELLA VILLA CORSINI DETTA IL CASINO DEI QUATTRO VENTI, FUORI PORTA A SAN PANCRAZIO, ROMA 3 GIUGNO 1849 (MCRR)

L: PALLADINI: VEDUTA DELLA VILLA GIRAUD DETTA IL VASCELLO E DELLA VILLA CORSINI DETTA IL CASINO DEI QUATTRO VENTI, FUORI PORTA A SAN PANCRAZIO, ROMA 3 GIUGNO 1849 (MCRR)

Chiuderà la mattinata

L’INNO DI MAMELI suonato dai flauti –presenti- sez. Musicale dell’I.C. ORIANI plesso Manzoni


Ai partecipanti verrà data in omaggio il depliant: IL GIANICOLO E LA REPUBBLICA ROMANA
e,
 ricordato che quest’anno ricorre il 70°  ANNIVERSARIO della nascita della Repubblica Italiana,
verrà dato in omaggio anche il testo della nostra Costituzione 
che tanto ha ripreso dalla Costituzione della Repubblica Romana del 1849


Al termine della manifestazione, insieme ai garibaldini  e bersaglieri presenti, si farà una  visita esterna al “Vascello”, avamposto “imbattuto” del 1849 tenuto dalla Legione di Giacomo Medici, eroe che merita di essere riportato all’attenzione, specie a Monteverde, e poi una visita a Casale Giacometti, recentemente riportato all’attenzione con il libro di Giovanni Adducci
“UN GARIBALDINO A CASA GIACOMETTI” Palombi Editori,
Alle 11,30 si terrà un breve dibattito al ristorante Scarpone  per un pressante invito alla nuova classe politica a mantener viva la memoria della Repubblica Romana: come chiesto dagli studenti già lo scorso anno per l’Arco dei Quattro Venti occorre salvaguardare i luoghi della memoria e ad aprirli sempre più al pubblico.


div1 div2 div3 div4

la S. V. è invitata a partecipare
Enrico Luciani
presidente dell’Associazione A. Cipriani www.comitatogianicolo.it

Vedi INVITO

Una visita completa : dalle ore 9 a Largo 3 giugno si arriva a Villa Sciarra, al Mausoleo e a Piazzale Garibaldi per poi entrare al Museo della Repubblica Romana e terminare alle 13,30. Notevole l’impegno degli alunni e delle alunne ben guidati dalle prof.sse Leonarda Notarangelo e Lina Grassi. Fa da accompagnatore Enrico Luciani che in finale si giova dell’aiuto di Antonio Cardellini.

Vedi immagini della visita

Arrivano puntuali e sorridenti due classi di liceali veramente attenti e simpatici. La passeggiata procede nella massima attenzione con i loro proff. Giancarlo Burghi e Gabriella Saponaro e le nostre guide Mariapaola Pietracci Mirabelli e Massimo Capoccetti : Enrico Luciani ha modo di interloquire con tutti i partecipanti. Riescono a visitare il Museo della Repubblica romana e anche il Parco del Gianicolo, compresi il monumento di Anita e il Belvedere della Costituzione della Repubblica Romana del 1849. Tutti contenti! BENE.

Dalle immagini si possono vedere i passaggi fino al sesto e settimo bastione e l’arrivo a Villa Spada: i ragazzi leggono i nostri pannelli

Vedi immagini della visita
intorno alle ore 11 i due gruppi sono già al Mausoleo: vedi foto dei due gruppi

A- IMG_2002b B- IMG_2004

La visita procede, e da San Pietro in Montorio si arriva al Parco Gianicolense, Parco della memoria. Sui busti il prof. Giancarlo Burghi intrattiene i ragazzi e le ragazze per un grande elogio nei riguardi di  Carlo Pisacane, e infatti una ragazza ha già il testo pronto da declamare.

Tutti contenti fino al cannone che spara sempre …. a mezzogiorno.

Appuntamento alle ore 8,30 per chiudere la visita alle ore 10 ed entrare al primo turno del Museo. Con  Enrico Luciani anche due “stagiste” francesi destinate alla formazione scuola lavoro con il Museo della Repubblica romana.

Dopo la mattinata di lunedì 23 con Daniela Donghia nella quale Alicia e Alexia hanno svolto una proficua visita guidata dal Fontanone a San Pietro in Montorio per visitare poi le ambulanze fino in Trastevere, e dopo il pomeriggio con Giovanna De Luca nel quale hanno visitato il Campidoglio.

il giorno 24 prova delle allieve francesi  al Vittoriano- Altare della Patria!

Dalle 9,30 alle 11, hanno con noi visitato il Museo Centrale del Risorgimento, e hanno poi spiegato il sito www.comitatogianicolo.it  ai visitatori e agli stessi addetti del ricevimento.

Dalle 11 fino alle 13 hanno poi eseguito direttamente i servizi al pubblico per l’ingresso, compresa la procedura di biglietteria coadiuvando Alessandro, l’impiegato addetto alla postazione, ben felice di tale apporto.

Hanno ricevuto i complimenti del Direttore dr. Marco Pizzo che con loro ha consentito alla foto ricordo, al grido .. affettuoso  ” ancora adesioni all’associazione vittime di Enrico Luciani…”

Lo ringraziamo vivamente per la sua disponibilità e per la disponibilità a riceverle anche in altre giornate. Grazie

BRAVE. Ringraziamenti anche a Giovanna De Luca e ad Antonio Cardellini per il loro apporto.

  • 23 Maggio 2016
  • Campidoglio- Musei Capitolini, Sala Pietro da Cortona

Aderiamo all’invito pervenutoci leggi dalla dr.ssa Carla Benocci  per la presentazione del libro : Il GIANICOLO. Il Colle “aureo” della cultura internazionale della sacralità e della memoria”. Leggi presentazione Corriere della Sera

Attenta partecipazione di pubblico: incontriamo e salutiamo Alessandro Cremona, tra i coautori del libro, e salutiamo anche il nostro amico prof. Giuseppe Monsagrati. Con noi le ragazze francesi che con Giovanna De Luca avevano in programma la visita del Campidoglio.

Vedi altre immagini

Inizio della collaborazione delle due ragazze francesi. Vedi LINK

La prima giornata alla scuola Caffè per l’illustrazione del sito; nel pomeriggio visita a largo 3 giugno e poi alla presentazione del libro  “Un garibaldino a Casale Giacometti” ove le ragazze incontrano anche Anita Garibaldi pronipote dell’eroe

la seconda giornata al circolo Cipriani in Via di donna Olimpia ove l’insegnante Francesca Bussotti  verifica la nostra biblioteca e i nostri materiai didattici. Prima del pasto visita ai Luoghi dei francesi: la breccia del 3 giugno.  Nel pomeriggio visita culturale alle Catacombe

Tempo di dichiarazione dei redditi, tempo di “per mille”.

Dopo gli ormai tradizionali 8 e 5 per mille e all’altro 2 per mille, quello ai partiti, si aggiunge da quest’anno anche il 2 per mille dell’IRPEF che i contribuenti italiani potranno devolvere alle realtà non profit impegnate a diverso titolo nella valorizzazione e nella promozione della cultura.

Anche l’associazione Amilcare Cipriani è stata inserita nell’elenco delle organizzazioni che hanno presentato istanza di iscrizione entro l’11 Aprile 2016.  

Per effettuare la scelta di devolvere a noi tale 2 per mille è sufficiente inserire la propria firma ed il nostro codice fiscale 97043950589  nell’apposito riquadro del modulo per la dichiarazione dei redditi.

2xmillef

Bella e ordinatissima manifestazione a Donna Olimpia, gestita dall’ing. Maria Elena D’Effremo e dagli architetti Francesca Cozzi e Salvatore Di Franco, nell’ambito del festival Open House Roma che ha previsto l’apertura a Roma di oltre 170 luoghi “sconosciuti”.

Leggi articolo Messaggero 6 maggio  vedi http://www.openhouseroma.org/2016/ .

Sono stati presentati gli sviluppi urbanistici del territorio di Donna Olimpia sin dal suo nascere, con relazioni e filmati davvero significativi e con percorsi-passeggiata tra le abitazioni, fin sui  terrazzi,  che hanno consentito una conoscenza originale e simpatica dei luoghi. Alcuni dialoghi con gli abitanti hanno affascinato il pubblico.

Insieme alle relazioni dell’ing. Maria Elena D’Effremo e degli architetti Francesca Cozzi e Salvatore Di Franco, hanno parlato dei luoghi Silvio Parrello “Er Pecetto” di RAGAZZI DI VITA di  Pier Paolo Pasolini  che ha poi fatto da guida al pubblico nel suo studio di Via Ozanam, ed Enrico Luciani, presidente dell’Associazione Cipriani e Comitato Gianicolo che ha ricordato i trascorsi del Circolo Cipriani sin dagli anni ’50 e ’60 con le squadre di calcio dei “lotti”  e con l’attività sportiva e culturale degli anni 70 e 80 e infine la nuova destinazione storica del circolo in favore della memoria della Repubblica romana del 1849. A tale riguardo è stato dato in omaggio a tutti i partecipanti la pubblicazione Difesa di Roma del 1849 I LUOGHI DEI FRANCESI studio che si conclude con gli effetti urbanistici che ne sono derivati a Monteverde, peraltro richiamati nella attenta  relazione dell’ing. Maria Elena D’Effremo.

Per vedere altre immagini in sala  e alcuni contatti e dialoghi con i cittadini di Donna Olimpia clicca  vedi altre immagini

Vedi altre immagini

SI ESCE DAL CIRCOLO CIPRIANI PER LA VISITA ALL’INTERNO DEI LOTTI e sul “GRATTACIELO”

Per vedere la visita presso il locale di Silvio Parrello e il secondo turno di visitatori in sala, nel quale si è potuto apprezzare anche l’intervento di Loredana Mozzili, ex consigliera dell’ex Istituto Autonomo Case popolari (IACP) ora ATER,

Vedi altre immagini

Malgrado la minaccia del temporale non pochi appassionati,  fiduciosi, arrivano all’appuntamento. Li ringraziamo di cuore per la fiducia. Ringraziamo anche il quotidiano la Repubblica per il suo annuncio leggi.

All’appuntamento anche le presenze del Presidente del Municipio Roma XII ,  Cristina Maltese,  dell’assessore alla Cultura Tiziana Capriotti e del Consigliere Fabio Pompei.

Partecipiamo al Seminario per il CLXVII anniversario della Repubblica Romana del 1849 e per il  CLXVIII anniversario del Battaglione Universitario Romano.  Interventi del prof. Piergiorgio Catalano e del Magnifico Rettore Eugenio Gaudio.

Antonello Folco Biagini, tra la commozione dei presenti, ha ricordato la figura di Mauro Ferri, Presidente emerito della Corte Costituzionale, appassionato studioso  e sostenitore della  Repubblica romana e della sua Costituzione.

Massimo Luciani, infine, ha presentato il libro di Irene Manzi e Marco Severini Le pietre della Nazione. La Repubblica romana  del 1849 e la sua Costituzione. – Fermo 2016

Leggi Programma

 

Il conduttore Milesi Massimiliano intervista il nostro presidente che racconta il percorso della passeggiata storica prevista a Villa Pamphili sui luoghi della battaglia vittoriosa del 30 aprile 1849 contro i francesi . Il conduttore, nel ricordare il suo impegno nei movimenti giovanili degli anni ‘ 80 coglie anche l’occasione per ricordare i trascorsi di Enrico Luciani  ai tempi della sua attività politica e di Presidente della Commissione SPORT , Informazione e CULTURA. Belle parole per l’attività del passato e per quella in atto….  con  l’impegno finale, infatti, di risentirci per   sostenere l’attività dell’ Associazione Cipriani Comitato Gianicolo   nel reperire e formare nuovi accompagnatori per le visite guidate ai luoghi dei combattimenti per la difesa di Roma del 1849.

ASCOLTA  L’INTERVISTA

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Anticipiamo la notizia della nostra visita guidata a Villa Pamphili per il 1° Maggio, che quest’anno coincide con la domenica, per invitarvi a segnalare la vostra intenzione  a partecipare alla visita guidata- gratuita- , onde valutare l’entità delle adesioni e organizzare al meglio i nostri accompagnatori. Segnalare la prenotazione a mail@comitatogianicolo.it

Domenica 1° maggio 2016
appuntamento ore 10,15 – Largo 3 giugno

Passeggiata a Villa Pamphili sui luoghi dei combattimenti del 30 aprile 1849
Con Enrico Luciani, conducono la visita guidata il dr. Roberto Calabria e l’arch. Manuela Franci

Armanino: Attacco del 30 aprile 1849 Litografia a colori (Museo Centrale Risorgimento Roma)

Armanino: Attacco del 30 aprile 1849 Litografia a colori (Museo Centrale Risorgimento Roma)

Il 30 aprile i francesi attaccano in forze le Mura Vaticane, puntando su Porta Angelica, mentre un loro contingente si dirige verso Porta San Pancrazio. Sotto le Mura Vaticane gli assalitori vengono bloccati dal fuoco dei difensori. Qui si vede Garibaldi che esce da Porta San Pancrazio guidando il contrattacco, tricolore al vento; è attorniato dagli ufficiali del suo Stato Maggiore; dietro di lui è il suo assistente nero, Andrea Aguyar, detto “il moro di Garibaldi”, e dietro ancora si intravede lo squadrone dei lancieri di Masina. I francesi verranno clamorosamente sconfitti. 

Dall’ingresso della Villa, sulla linea dell’acquedotto Paolo V e l’Arco Tiradiavoli in via Aurelia Antica, la visita guidata –gratuita- procede  tra i pini e i lecci fino al monumento ai caduti francesi e termina a Villa Vecchia davanti al leccio secolare. Rientrati a largo 3 giugno, a richiesta, sarà svolto il racconto della battaglia del 3 giugno 1849.

Nino Costa,   Quel che vidi e quel che intesi, pagg.82-83
“Noi avevamo per riparo le arcate dell’Acquedotto…trovansi dei lecci secolari, dietro cui noi ci riparavamo” 

Goffredo Mameli,lettera alla madre il 1° Maggio 1849
“Dopo molti anni questo è il primo giorno di gloria per l’Italia”

Le scuole elementari e medie interessate al progetto scuola-famiglia sono invitate a segnalare eventuali presenze di gruppi classi interessati alla visita gratuita,  per la migliore gestione dei nostri accompagnatori.

la S.V. è pregata di intervenire

 

Dall’invito della dr.ssa Mara Minasi

“.. si torna a parlare di Repubblica Romana perché – come ormai sapete – l’esperienza di quei brevi ma densissimi mesi del 1849 è stata fondamentale per il nostro futuro di nazione e la nostra idea di democrazia.

Il focus proposto questa volta però ha un taglio un po’ particolare: le articolate vicende che segnarono la vita della Repubblica Romana saranno ripercorse infatti secondo la prospettiva di un attore – il popolo romano – che abitualmente è considerato al massimo una comparsa sul grande scenario della storia. Giuseppe Monsagrati, studioso da sempre attento alla città di Roma così come recepita sulla ribalta internazionale e sensibile ai suoi umori più vivi, ci consegna un grande ritratto corale, di gruppo, del popolo del ’49 ingrossato dalle fila dei numerosi volontari accorsi alla difesa della città, dal quale si staccano alcune voci interessanti e ancora poco note che meritano di essere conosciute.

Un racconto suggestivo, una prospettiva originale, dunque, un libro che merita di essere letto, anche per la sua piacevolezza linguistica, da chi ama Roma e un episodio esaltante della sua storia.”

locPresentazione del libro  leggi

Vedi immagini degli interventi

L’associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo RINGRAZIA vivamente il prof. Giuseppe Monsagrati  per la sua introduzione, che così termina.

Infine dedico il volume agli amici dell’Associazione del Gianicolo, a Enrico Luciani che la dirige e a Cesare Balzarro che con lui l’ha fondata. Hanno profuso energie materiali e morali per rilanciare e tener viva sui luoghi dell’assedio del 1849 la memoria della Repubblica: lo hanno fatto come cittadini, credendo – inizialmente quasi in solitudine – nella funzione civica della storia. Penso che noi tutti dobbiamo essergliene grati.

Tanti anni fa si svolgeva una “pazza” corsa dal Fontanone dell’acqua Paola al Fontanone di via Mameli  per chi arrivava primo nella gara tra i “carrettini” e i “monopattini” lanciati follemente lungo le impossibili curve di via Garibaldi e la corsa a piedi lungo le scalinate di monte Aureo, oggi in via di restauro. GRAZIE.

scal monte aureo

 

Auguriamoci un pronto intervento,  perché dopo questa impossibilità di accesso la visita al Mausoleo potrebbe diventare un ricordo del passato !

La situazione del Mausoleo era già grave, apre infatti solo il giovedì mattino e in alcune date, e su richiesta delle associazioni d’arma o di scopo. Per una possibilità di fruizione più ampia per il pubblico e per le scuole abbiamo operato per trovare una soluzione comune tra associazioni…  Finora però i nostri tentativi non hanno prodotto effetti. Proveremo ancora augurandoci una maggiore attenzione ad una memoria condivisa.

Malgrado le incredibili divisioni che albergano tra tutte queste associazioni: da quelle garibaldine variamente composte, comprese quelle dei discendenti diretti o meno di Garibaldi,  a quelle mazziniane e ora pure tra quelle dei Bersaglieri, come si discuteva con Flumeri Massimo proprio davanti al Sacrario chiuso. E non parliamo di quelle che riguardano la Resistenza o i partigiani … , sulle interpretazioni e dissensi si arriva anche a decisioni della Cassazione.    LEGGI

Presenti i Presidenti del I Municipio, Sabrina Alfonsi, e del XII Municipio , Cristina Maltese, si è aperto il dibattito su come curare Villa Sciarra, indubbiamente nel degrado. Presenti le associazioni: Amici di Villa Pamphili con il loro Presidente Federico Marolla, , Retake XII municipio, Go and Go a Passeggio, ed altre, l’ associazione Cipriani ha riproposto il tema della libertà di accesso al settimo bastione, occupato da anni dal servizio Giardini. La limitazione dell’accesso si è potuto ben verificare dalla visita guidata che il presidente Enrico Luciani con Noemi Cavicchia hanno svolto, prima della riunione, lungo l’area del sesto e settimo bastione. Impegni per il futuro in un rapporto di collaborazione.

Le scuole rispondono all’invito per la ricorrenza del 155° dell’Unità d’Italia: vedi nostro annuncio del 19 febbraio.

Leggi Corriere della Sera

leggi la Repubblica

leggi Sergio Rizzo

fig01 fig02 fig03

Una giornata bellissima, animata dalla presenza di 11 classi  di ragazzi e ragazze:

subito un grazie

all’I.C. Virgilio con due classi e CORO della sede di Via Giulia, e due classi del Plesso Grilli,

 all’I.C.  Melone di Ladispoli presente con tre classi, all’Ist. Superiore  F. Caffè,  al Liceo J.F. Kennedy, 

e alle due classi dell’I.C. L. Oriani, Plesso ex MANZONI che dopo la visita al Faro vanno al MUSEO con il loro CORO

 ————————————————-

A tutti i partecipanti è stata data in omaggio una copia del depliant

IL GIANICOLO PARCO DELLA MEMORIA – RINASCE AL GIANICOLO “ IL PARCO DEGLI EROI”

edito in occasione della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia, celebrata al Gianicolo.

——————————————————

APPUNTAMENTI E VISITE ALL’INTERNO DEL FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA  leggi per Cremona

 

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

LE VISITE GUIDATE AI BUSTI E AI MONUMENTI

Vedi altre immagini

a Piazzale Garibaldi, alle ore 11  

Cerimonia per deposizione corone e  interventi istituzionali

CONCERTO DELLA BANDA MUSICALE DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE DI ROMA CAPITALE

Sabrina Alfonsi Presidente del Municipio Roma I Centro svolge il suo appassionato discorso sull’Unità d’italia: con lei Enrico Luciani e i Consiglieri Mauro Cioffari e Stefano Tozzi

Sabrina Alfonsi Presidente del Municipio Roma I Centro svolge il suo appassionato discorso sull’Unità d’italia: con lei Enrico Luciani e i Consiglieri Mauro Cioffari e Stefano Tozzi

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

La Banda lascia piazzale  Garibaldi e procede verso il

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA

Vedi altre immagini

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Alle 12  Ricordi e premiazioni nel 5° anniversario del Museo

con interventi di

Mara Minasi, responsabile del Museo

Enrico Luciani Presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani

Federica Pirani, Dirigente Musei di Arte Moderna e Contemporanea

Paolo Peluffo, Unità Tecnica di Missione per i 150 anni dell’Unità d’Italia

 

Come da richiesta alla Sovrintendenza (leggi),  l’Associazione Amilcare Cipriani – Comitato Gianicolo ha premiato:

  • l’Istituto di Istruzione Superiore Statale “Federico Caffè” e la sua Preside, prof.ssa Marina Pacetti, per i cinque anni di visite guidate svolte sui luoghi dei combattimenti e al Museo nell’ambito del Progetto Accoglienza Classi Prime;
  • il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, nella persona della responsabile dr.ssa Mara Minasi, per i cinque anni di lavoro svolto a partire dal 17 marzo 2011.

 

L’associazione ha presentato agli intervenuti un documentario – ricordo, con immagini riguardanti la nascita del Museo  e i cinque anni  di visite guidate del progetto Accoglienza: al termine  i RINGRAZIAMENTI. Il documentario ha riscosso il plauso dei relatori e anche qualche momento di commozione.  Tra le immagini:

Hanno ritirato il premio:

  • per la prof.ssa Marina Pacetti il prof. Massimo Tegolini e per l’I.I.S. Caffè il Presidente del Consiglio dì Istituto dr. Tommaso Piccolo e la prof.ssa Maria Canu presente alla riunione con la classe V A.  Premiata la dr.ssa Mara Minasi con soddisfazione e applausi dei presenti.

La manifestazione è stata allietata dall’esecuzione musicale svolta dal CORO delle terze  classi I e P dell’ I.C. Oriani plesso Manzoni. Il Coro è stato diretto dalla prof.ssa Antonella Frabotta

Ancora il Coro e i saluti (Vedi altre immagini)

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

l’attestato per il Coro leggi

AL GIANICOLO NEL 155° DELL’UNITÀ D’ITALIA
17 marzo 2016, Piazzale Garibaldi
“Con il patrocinio del Municipio Roma I Centro”

Dalle ore 9,30
Visite guidate ai busti e ai monumenti del Parco Gianicolense tenute dall’associazione A. Cipriani Comitato Gianicolo per i gruppi classi delle scuole partecipanti: dal Faro degli Italiani d’Argentina, al Belvedere della Costituzione della Repubblica romana del 1849, ai monumenti di Anita e di Garibaldi
Per l’eventuale accesso all’interno del Faro, aperto eccezionalmente
in occasione della ricorrenza dell’Unità d’Italia, occorre prenotare

a Piazzale Garibaldi, alle ore 11
CERIMONIA per deposizione corona, Interventi istituzionali
Concerto della Banda Musicale del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale

in intesa con la Sovraintendenza, seguirà dibattito
Al Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina
nella ricorrenza del quinto anno della sua istituzione
con visite e inviti coerenti al numero dei partecipanti
————————————————-
A tutti i partecipanti verrà data in omaggio una copia del depliant
IL GIANICOLO PARCO DELLA MEMORIA – RINASCE AL GIANICOLO “IL PARCO DEGLI EROI”
edito in occasione della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia, celebrata al Gianicolo.
——————————————————
la S. V. è invitata a partecipare

Enrico Luciani
presidente dell’Associazione A. Cipriani
www.comitatogianicolo.it

Vedi invito

Partecipiamo alla giornata di manifestazioni nella ricorrenza del 167° della proclamazione della Repubblica romana. Subito al mattino assistiamo a quella istituzionale presente il sub Commissario di Roma Giuseppe Castaldo, in sostituzione del Commissario Tronca, e poi partecipiamo alle commemorazioni e agli interventi tenuti dall’Associazione Nazionale Giuseppe Garibaldi e delle Mille Donne per l’Italia con il loro Presidente Anita Garibaldi e il Gen. C. A. Bruno Simeone.

La manifestazione dopo il Mausoleo si è diretta a Piazzale Garibaldi per portare corone di alloro ai monumenti di Giuseppe e di Anita. Si è conclusa davanti al cippo dei varesini Dandolo, Morosini, Daverio:  hanno loro reso omaggio il gruppo di  varesini dell’Ass. Varese per l’Italia, con il loro presidente Luigi Barion

Vedi altre immagini

Enrico Luciani e Noemi Grimaldi si presentano ai “volontari” per verificare l’iniziativa a favore del recupero di Villa Sciarra e per portare la nostra solidarietà e i nostri consigli alla neonata associazione. Superati i primi dubbi – tutte le associazioni tengono alla loro unicità – abbiamo incontrato il presidente Federico Marolla. Abbiamo familiarizzato e spiegato la nostra presenza e il nostro ruolo storico a Villa Sciarra che spesso ci porta a segnalare il degrado  della Villa.

Perché andiamo spesso al sesto e al settimo bastione? Clicca sui seguenti link al pannello 15 ed al pannello 16

Raggiunti dalle signore Cristiana Basilico e Carla Cartocci siamo andati  al settimo bastione per vedere la staccionata che proponiamo di rimettere in sesto da oltre un anno…  Proviamo insieme? Naturalmente sarebbe opportuno anche la sistemazione del parco giochi e della voliera (i pavoni?).

Segnaliamo infine l’angolo del settimo bastione da sempre chiuso per deposito materiali e mezzi  del Servizio Giardini, un’area che potrebbe esser messa a disposizione e aperta al pubblico.

Vedi immagini dei luoghi

Prima di salutarci il Presidente Marolla insiste per la foto di gruppo cui partecipiamo con piacere.

A_IMG_0881 B--IMG_0885

Quando usciamo, interessante il dialogo con il giornalista Igor Uboldi, troviamo ancora il degrado. Il nostro pannello illustrativo per poco non viene divelto. Ci tocca ancora lavorare e segnalare..!!!

Per vedere il nostro pannello, puoi cliccare sul link itinerario garibaldino pannello 3

Una visita davvero partecipata, con ragazzi allegri e preparati, pronti a scoprire la storia e la città con una curiosità davvero ammirevole. Affascinati da Villa Sciarra e dal Gianicolo, instancabili nel domandare, alla fine della visita hanno chiesto al loro professore di continuare la visita in Trastevere anche attratti dai nostri racconti su Nino Costa e dalla sua casa ancora presente a Piazza San Francesco a Ripa. Bravi !

Al Fontanone si divertono e familiarizzano con un gruppo di ragazze americane alle quali un loro bravissimo ragazzo fornisce le informazioni richieste, e finalmente entrano nel Parco Gianicolense per vedere i busti e per assistere allo sparo del cannone. C’è la gara per la miglior foto, vince Simone Reali, e concedono l’ ex equo a quella fatta da Luciani. La visita termina e ci si saluta affettuosamente: grazie ragazzi.
Vedi le immagini al Fontanone e al cannone

DURANTE LA VISITA ABBIAMO POTUTO RILEVARE ANCORA DISAGI E DEGRADO:

  • sia a Villa Sciarra, sempre più abbandonata nell’immondizia con bagni pubblici chiusi da anni e voliera vuota dopo la cacciata dei pavoni. Abbiamo protestato anche con gli addetti del servizio Giardini, trovati a sistemare – proprio al settimo bastione – la rampa d’accesso ai loro automezzi. Abbiamo polemizzato: “neppure una staccionata riuscite a riparare…”
    Vedi le immagini
  • sia a Piazzale Garibaldi: è chiuso il gabinetto pubblico: ora per lavori – ma è da mesi che è chiuso, mentre opera velocemente l’abusivismo commerciale con un altro baraccone di vendita di cianfrusaglie, che riteniamo abusivo … e l’addetto si è ribellato alla nostre domande e ci ha pure minacciato.
    Vedi le immagini

Da Villa Pamphili fino al Museo della Repubblica romana e all’ottavo bastione e poi di corsa per arrivare in tempo allo sparo del cannone, e da lì al Mausoleo, che però è chiuso: strano, erano le 12:15… Il gruppo torna al Parco Gianicolense, esamina busti e monumenti e conclude festosamente la visita al Belvedere della Costituzione con la foto di gruppo. (immagini autorizzate)
A--IMG_0736

Vedi altre immagini

Egregio Professore Claudio Parisi Presicce,
appena letto dai giornali che è in preparazione un Bando per la concessione a privati dell’Arco dei Quattro Venti di Villa Pamphili, il Consiglio Direttivo dell’Associazione Amilcare Cipriani – Comitato Gianicolo, che tanto ha operato, ed opera, per la valorizzazione della memoria della Repubblica romana e dei luoghi dei combattimenti per la Difesa di Roma del 1849, si è subito pronunciato, sabato mattina, per inviare ai suoi uffici via fax una lettera rivolta a lei che le riproponiamo in allegato. LEGGI
In essa si chiede una particolare attenzione nella predisposizione del Bando per la concessione dell’Arco dei Quattro Venti, trattandosi di un sito eccezionalmente importante per la storia del 1849. Un sito …. Omissis

Elenco delle attività dell'anno 2016

Archivio attività