ITINERARIO GARIBALDINO

PANNELLO N 4


UBICAZIONE:

A destra della porta, vista dal Piazzale Aurelio.


TITOLO:

PORTA SAN PANCRAZIO


IMMAGINE:
CARLO WERNER: "PORTA SAN PANCRAZIO", Litografia.
(Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, Roma)

   << tavola precedente    tavola successiva   >>

LA MEMORIA LEGATA A QUESTO LUOGO

LE MURA GIANICOLENSI E LA PORTA SAN PANCRAZIO


LE MURA GIANICOLENSI FURONO COSTRUITE NEL 1643 DAL PAPA URBANO VIII BARBERINI, COME ATTESTATO DALLE NUMEROSE LAPIDI POSTE SULLE MURA, CHE RECANO LO STEMMA PONTIFICIO CON LE API, EMBLEMA DELLA FAMIGLIA BARBERINI. LE MURA INIZIANO A PORTA PORTESE, RISALGONO IL GIANICOLO E SI COLLEGANO ALLE MURA VATICANE NEI PRESSI DI PORTA CAVALLEGGERI. SONO MUNITE DI DODICI BASTIONI, NUMERATI A PARTIRE DA PORTA PORTESE. IN SOMMITA' DEL TRACCIATO SI APRE LA PORTA SAN PANCRAZIO. QUESTE MURA ERANO ANCORA EFFICIENTI NEL 1849, E COSTITUIRONO LA PRINCIPALE OPERA DI DIFESA DURANTE L'ASSEDIO.
 
PORTA SAN PANCRAZIO VENNE DIFESA TENACEMENTE FINO ALL'ULTIMO. DOPO UN FURIOSO BOMBARDAMENTO LA PARTE ALTA DELLA PORTA CROLLO' SEPPELLENDO I DIFENSORI SOTTO LE MACERIE. LA FIGURA, TRATTA DA UNA LITOGRAFIA DELL'EPOCA, MOSTRA TRUPPE FRANCESI CHE ENTRANO IN CITTA' DALLA PORTA SEMIDISTRUTTA.
 
LA PORTA VENNE RICOSTRUITA NELLA FORMA ATTUALE NEL 1854 (ARCH. V.VESPIGNANI). IN ANNI PIU' RECENTI SONO STATI APERTI I VARCHI LATERALI, PER CONSENTIRE IL TRAFFICO STRADALE.

Elenco Pannelli