ITINERARIO GARIBALDINO

PANNELLO N 6


UBICAZIONE:

Via Giacomo Medici, 1


TITOLO:

VILLA SPADA


IMMAGINE:
L. GALLASSI: "CASINO DI VILLA SPADA", Litografia.
(Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, Roma)

   << tavola precedente    tavola successiva   >>

LA MEMORIA LEGATA A QUESTO LUOGO

VILLA SPADA


PERDUTI DUE BASTIONI DELLE MURA GIANICOLENSI ,OGGI CORRISPONDENTI ALLE MURA DI VILLA SCIARRA, GARIBALDI RIUSCI' A REALIZZARE UNA NUOVA LINEA DI DIFESA, PIU' ARRETRATA, CHE COMPRENDEVA PORTA SAN PANCRAZIO, I BASTIONI 8 E 9 ( A SINISTRA E A DESTRA DELLA PORTA), UN TRATTO DELLE MURA AURELIANE ALLORA ESISTENTE, E VILLA SPADA, DIVENUTA SEDE DEL QUARTIER GENERALE. SU QUESTA NUOVA LINEA L'ESERCITO REPUBBLICANO TENNE TESTA AI FRANCESI PER ALTRI OTTO GIORNI DI CONTINUI COMBATTIMENTI.
 
VILLA SPADA ERA TENUTA DAL BATTAGLIONE DEI BERSAGLIERI LOMBARDI, COMANDATI DAL COLONNELLO LUCIANO MANARA, 24 ANNI, EROE DELLE CINQUE GIORNATE DI MILANO E ORA CAPO DI STATO MAGGIORE DI GARIBALDI.
 
NELLA NOTTE TRA IL 29 E IL 30 GIUGNO I FRANCESI SFERRARONO L'ATTACCO DECISIVO. L'OTTAVO BASTIONE, DOVE ORA SI TROVA L'ACCADEMIA AMERICANA, VENNE TRAVOLTO DOPO UNA SANGUINOSA LOTTA CORPO A CORPO. POI FU LA VOLTA DI VILLA SPADA. I FRANCESI FURONO DA PRIMA RESPINTI DA UN CONTRATTACCO GUIDATO DA GARIBALDI E DA MANARA, MA TORNARONO ALL'ASSALTO CON FORZE PREPONDERANTI. LA VILLA FU SQUASSATA DALLE CANNONATE E CRIVELLATA DAL VIOLENTO FUOCO DI FUCILERIA. MANARA VENNE UCCISO DA UN COLPO DI CARABINA, MA I SUOI BERSAGLIERI CONTINUARONO A RESISTERE. ERA IL 30 GIUGNO 1849. LA SERA STESSA L'ASSEMBLEA DELLA REPUBBLICA DECRETAVA LA CESSAZIONE DELLA RESISTENZA.

Elenco Pannelli