Nell’ambito della manifestazione “UNO SCATTO PER VILLA SCIARRA ”Prima Mostra fotografica e di acquarelli a Villa Sciarra” leggi LOCANDINA , organizzata dal 31 maggio al 7 giugno dagli AMICI DI VILLA SCIARRA, guidati dal loro impavido presidente Federico Marolla, abbiamo partecipato alla terza giornata che ha avuto per tema, come riportato dal titolo, il libro di Cartocci e la visita sui luoghi del 1849.
Bella e approfondita è stata la relazione svolta dal medico Alessandro Cartocci con riferimento alle strade di Monteverde e dintorni, come ampiamente descritte nel suo bel libro LA FACCIA DELLE STRADE – che riporta la toponomastica garibaldina, immagini, notizie storiche , curiosità a Villa Sciarra e dintorni. Molte e davvero interessanti le notizie, sorprendente come le strade possono far rivivere uomini e tempi, e suscitare ricordi altrimenti perduti. Un libro davvero meritorio, imperdibile!

Nostra nota di ringraziamento per Alessandro Cartocci
Alessandro Cartocci è un amico della nostra Associazione, da tempo, sin da quando cercammo di rinnovare un Museo “fuori luogo” e iniziammo una comune battaglia per far aprire un Museo sì, ma della Repubblica romana del 1849. Tanta stima tra di noi per la nostre riconosciute passioni per il 1849. Di lui non dimentichiamo la sua notevole scoperta su uno sconosciuto panorama pittorico dell’assedio di Roma al centro della Mostra Roma veduta, organizzata a Piazza Poli dall’Istituto Centrale per la Grafica, e neppure il dono che ci ha fatto – quando collaborava con l’arch. Santini al Museo allora detto garibaldino- per una cosa a noi cara: l’immagine di Amilcare Cipriani riferita al diploma di adesione alla Legione Cipriani per la spedizione in Grecia.

Nel suo libro egli riporta taluni nostri commenti e immagini ripresi dal nostro sito “comitatogianicolo.it” -vedi pagg 78 e 79, ma soprattutto, come cittadino e come storico, si dichiara grato (leggi pag. 63) al Comitato Gianicolo, e segnatamente agli amici Enrico Luciani e Cesare Balzarro per aver ideato e realizzato l’itinerario garibaldino e risorgimentale sul Colle del Gianicolo, con l’installazione permanente di nove pannelli illustrativi sui luoghi delle battaglie del 1849. Grazie Alessandro, sei un signore!

Al termine della conferenza di Cartocci, siamo stati chiamati ad una breve presentazione dei luoghi dei combattimenti a Monteverde per la difesa di Roma del 1849. Abbiamo perciò svolto una conferenza/visita virtuale simile a quella che noi svolgiamo nelle scuole quando queste vogliono preparare gli alunni in modo adeguato alla visita che poi si effettua sui luoghi veri.

Al termine della conferenza un gruppo di partecipanti ha voluto però ancora approfondire e ha confermato, limitatamente al percorso sul sesto e settimo bastione di Villa Sciarra, di voler vedere i luoghi anche affrontando alcune asperità del cammino sui bastioni. Bravi.

[nggallery id=734]

Durante il percorso abbiamo mostrato alcune immagini di Raffet

Bastione settimo visto dall'interno (ora c’è il terrapieno) Viene costruita una impalcatura per il cammino di ronda, e una squadra di civili sta scavando una trincea.

Bastione settimo visto dall’interno (ora c’è il terrapieno)
Viene costruita una impalcatura per il cammino di ronda, e una squadra di civili sta scavando una trincea.

Bastione settimo visto dall'esterno (attuale Via Livraghi). Siamo di fronte alla breccia del settimo e i francesi stanno sparando sull'ottavo bastione.

Bastione settimo visto dall’esterno (attuale Via Livraghi).
Siamo di fronte alla breccia del settimo e i francesi stanno sparando sull’ottavo bastione.

E’ su questa parte della Villa che noi vogliamo l’affaccio su MONTEVERDE.
Per questo chiediamo che il settimo bastione sia aperto al passaggio del pubblico e delle scolaresche!