Parte bene la visita sui luoghi: dal pannello la colonna crucifera collocato alla basilica di San Pancrazio si entra subito all’interno di villa Pamphili, ove la prof. Notarangelo – interrogando il sito comitatogianicolo.it dal telefonino, fa confrontare i luoghi con il dipinto di Raffet di centosettantanni fa. La visita è proseguita animata e partecipata fino alla fine passando a Villa Sciarra, a Villa Spada al Mausoleo Ossario.
Qui la prof. Anna De Paoli ha voluto fare visita alla chiesa di San Pietro in Montorio per vedere il vicino tempietto del Bramante. Dopo il cannone e la visita ai busti, subito al Museo della Repubblica romana: una bella visita , impegnativa per i ragazzi, che si è protratta fino dopo le 13.
Abbiamo atteso a registrare le immagini sul nostro sito in attesa delle autorizzazioni necessarie: ora sono ora arrivate. Grazie.
[nggallery id=759 number_of_columns=2]
Vedi altre immagini della visita

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.


Denuncia di DEGRADO al Gianicolo
[nggallery id=761]
Da oltre sei mesi l’odore è nauseabondo ed è vergognoso vedere acque nere rifluenti dalla fognatura davanti ai gabinetti ! Tutti i giorni passano da lì giovani studenti, stranieri, cittadini. Ma i giornali, il Comune , i municipi e le associazioni non hanno nulla da dire? E soprattutto da fare a tale riguardo?
… Ma come osate continuare ad ignorare questa vergogna … direbbe Greta. Neppure una tubatura siamo capaci di mettere a posto… e fanno pure pagare un euro per utilizzare il gabinetto.