Verbale dell’assemblea dei soci del 24 giugno 2021

Dopo la convocazione del 20 scorso che di seguito si riporta

Cari soci, visto il buon esito della manifestazione del 3 giugno, vi trasmetto copia della comunicazione inviata ai nostri sostenitori -in specie a quelli riportati in immagine nella nostra pubblicazione- per segnalare anche a voi la possibilità di ritirare una copia della stessa presso l’edicola da voi scelta, ma soprattutto per confermare la riunione che si terrà giovedì 24 dalle 17,30  presso il nostro locale, purtroppo ancora in fase di sistemazione. Ci metteremo d’accordo prima delle vacanze ormai prossime… Con l’occasione informo che siamo stati ammessi tra coloro che possono richiedere anche il 2×1000, possibilità che vi prego di pubblicizzare con urgenza ai vostri amici più vicini”

l’assemblea inizia alle ore 17,30.

Si procede a ranghi ristretti nella cameretta, unico spazio possibile, vista ancora l’inagibilità del locale ancora non sanato e pure inquinato…. A questo punto dovremo decidere se adire le vie legali con l’ATER se prima dell’estate il locale non sarà riconsegnato e risistemato.

Presenti: Enrico Luciani, Massimo Capoccetti, Giovanna De Luca, Daniela Donghia, Mariapaola Pietracci Mirabelli, prof. Antonio Bultrini e Martina Caponi.

Arriva anche la prof.ssa Maria Pia Blasi

Luciani apre la discussione sui vari appuntamenti già presi e su alcune proposte che, variamente formulate nel tempo, sono ora da discutere; si complimenta con i soci per l’impegno e per il successo della manifestazione del 3 giugno a Villa Pamphili e anche del successo della presentazione della nostra nuova pubblicazione rivolta in primis agli insegnanti e alle scuole più importanti del territorio e a noi più vicine.

Comunica con grande soddisfazione che siamo stati beneficiari del Bando della Regione Lazio (Lazio Crea) per un importo di 5. 500 euro che ci consentirà di affrontare meglio il Bilancio economico: affronteremo con maggiore serenità i danni del locale e le difficoltà intervenute con la pandemia.

Chiusa la discussione, gli orientamenti assunti sono stati i seguenti:

  • Va definito il PROTOCOLLO D’INTESA con il Liceo Manara, già in corso d’opera Luciani/Capoccetti. Va inviato infatti prima di luglio, possibilmente. Meglio attendere invece per la situazione dell’I.I.S Caffè: abbiamo scritto al preside, abbiamo sollecitato anche un incontro quando abbiamo portato altre copie della pubblicazione nelle mani della vice prof. ssa Golino. Forse meglio correre il rischio di saltare giro ovvero di accettare pure strozzati all’ultimo momento … ma allora scegliendo una cosa per noi possibile.

  • Riavviare la possibilità di sistemare il sito al Vittoriano: l’assemblea decide che va bene anche la collocazione in Biblioteca piuttosto che attendere ancora l’apertura del Museo

  • Luciani disdirà l’impegno preso dopo l’invito ricevuto per la manifestazione popolare in Via Goffredo Mameli e Piazza San Cosimato prevista per il 9 luglio perché non ci sono le condizioni per inserire nel loro programma le nostre intenzioni, che si ricorda sono le seguenti, sempre da perseguire giunta municipale permettendo: palina toponomastica alla scalea del tamburino e pure la panchina, nonché un pannello esplicativo (direzione Mausoleo e Gianicolo) davanti alla scalinata di Monte Aureo in via Goffredo Mameli.

  • Organizzare una presenza reale al Gianicolo, al monumento di Anita in data 30 Agosto per la deposizione di una nostra piccola corona, in coincidenza con il bicentenario della nascita di Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva, conosciuta come Anita Garibaldi (​Morrinhos, 30 agosto 1821) morta poi a Mandriole di Ravenna il 4 agosto 1849. Primi interessati alla presenza ore 10,30 : Noemi Grimaldi e figli, Daniela Donghia, forse Massimo Capoccetti.

  • Nessun nostro interesse al Bando Estate Romana per gli spazi all’aperto gratuiti, e grande interesse invece per il Bando Avviso pubblico “Valorizzazione della Memoria Storica del Lazio” in scadenza il 26 luglio e le cui iniziative dovranno essere realizzate entro il 31 agosto 2022. Ci sarebbe margine di tempo infatti e il presidente Luciani– che intanto si è adoperato per avere una conferma sulla nostra compatibilità di essere accettati anche se nei punti storici non viene menzionata la Repubblica Romana- stimola Capoccetti a riprendere il dialogo con i nostri magistrati e professori per un esame del programma e dei testi da proporre. Il professor Antonio Bultrini si dichiara favorevole e la giovane laureanda Martina Caponi viene stimolata da Luciani a proporre un testo su Mazzini, vista la sua prossima Tesi da presentare in sede di conseguimento della laurea – IN BOCCA AL LUPO. Oltretutto il 10 marzo 2022 ricorre il 150° della morte di Giuseppe Mazzini e senz’altro prevederemo una iniziativa al riguardo, pur a ridosso del 17 marzo ricorrenza dell’Unità d’Italia anch’essa da ricordare.

  • Nessuna visita guidata dal Mausoleo per le donne della R.R. per fine giugno per Mariapaola e Daniela che, presenti , vengono invece stimolate: – Daniela Donghia per i necessari approfondimenti a S. Maria della Scala e all’antica chiesa dei Sette Dolori, tanto più che si sono interrotti i rapporti e le intese con il signor Minello Giorgetti; – Mariapaola Pietracci Mirabelli per gli aggiornamenti Artes e i rapporti con il Terzo Settore anche in vista di una sua prossima promozione a rivestire l’incarico di tesoriere della nostra Associazione.

  • da inserire sul sito il ricordo per Luciano Manara e Andrea Aguyar morti il 30 giugno.

  • Luciani comunica ai soci che siamo presenti insieme a Paolo Masini nel gruppo romano che cerca il finanziamento per Andrea Aguyar, per un suo busto al Gianicolo.

  • infine valutato il programma dei bersaglieri per il 20 settembre a Roma e come si archivierà la ricorrenza del 150 ° di Roma Capitale, Luciani propone a ottobre una seria denuncia per il monumento di Garibaldi e la questione Gianicolo, tanto più in presenza di elezioni comunali.

Luciani chiudendo la riunione, alle ore 19,30, vuole ancora ricordare che:

-la Pubblicazione procede, ormai è pubblicizzata, ed è stata presa dai presenti al 3 giugno, con le quattro scuole, il prof Barbalace, Vittorio Di Trapani e il gruppo Castracane, Ottavi, Lecco, Vespa, Paolo Masini, e poi nelle edicole, da Dazzara, Pusinieri, Petrarca, Blasi, S. Frontespezi e molti altri;

-occorre davvero far conoscere il nostro codice fiscale C.F. 97043950589 per farlo scrivere nella denuncia fiscale annua nella denuncia dell’ IRPEF: oltre al 5x 1000 , ora è possibile anche il 2×1000