Attività

Si sta consultando l'anno: 2017
| Elenco delle attività dell'anno corrente | Visualizza le attività degli anni precedenti »

Da Ponte Galeria prendono il trenino, scendono alla fermata Quattro Venti e arrivano alle 9 all’appuntamento a Villa Pamphilj. Bravi! La prof.ssa Paola Presentini e i suoi alunni hanno modo di intrattenersi molto con Enrico Luciani sulle vicende storiche del 1848 e sulla battaglia del 3 giugno 1849. Leggono i testi e vedono le immagini dell’Esercito dei Romani, comprendono bene il disegno di Palladini e ricordano Mameli, gravemente ferito su questo stesso viale.


Alle 9,40 guidati dalla dr.ssa Noemi Cavicchia Grimaldi si dirigono al Museo della Repubblica romana e visitano le sale del Museo. All’uscita osservano Villa Spada, il Mausoleo e il Parco gianicolense. Approfittano della presenza di Noemi Grimaldi, già magistrato onorario, per capire bene la Costituzione del 1849 con i suoi principi assai innovativi per l’epoca, e che sarà di riferimento per la scrittura della nostra vigente Costituzione della Repubblica italiana.

La dr.ssa Noemi Cavicchia al centro dell’immagine con la prof.ssa Paola Presentini e l’architetto Francesco Cefalo

La dr.ssa Noemi Cavicchia al centro dell’immagine con la prof.ssa Paola Presentini e l’architetto Francesco Cefalo

Da sinistra: l’assistente Simonetta Cavallari, Enrico Luciani e la prof.ssa Giovanna Cuppuleri

Da sinistra: l’assistente Simonetta Cavallari, Enrico Luciani e la prof.ssa Giovanna Cuppuleri

Roberto Calabria tra il prof. Giovanni Manunta e la prof.ssa Fabiola Del Vecchio

Roberto Calabria tra il prof. Giovanni Manunta e la prof.ssa Fabiola Del Vecchio

Arrivano puntuali alle 9,30 e vanno subito sul viale dei combattimenti del 3 giugno 1849 che verificano per bene anche utilizzando l’immagine ricevuta in omaggio. Il giovane Alex diventa subito aiutante di campo … come Mameli per Garibaldi! Sul pullman studiano il dépliant ricevuto anch’esso in omaggio e scendono al settimo bastione per cercare il bar e fare la sosta. A piedi procedono verso Villa Sciarra cercando le brecce e poi salgono sul sesto e settimo bastione. Dopo l’ottavo bastione leggono il pannello a Villa Spada.

Vedi le immagini da Villa Pamphilj a Villa Spada

Le classi III E e III F al Fontanone sono pronti ad entrare nel Parco. Arrivano puntuali al cannone che desta loro molta curiosità: per molti di loro è la prima volta che assistono allo sparo di mezzogiorno. Visitano il parco Gianicolense, i busti, e seguono le spiegazioni al monumento di Garibaldi e al Belvedere della Costituzione. Sono le 12,30 e, di corsa prima di ripartire, taluni visitano anche il monumento-tomba di Anita. Assai contenti salutano Roberto Calabria ed Enrico Luciani tributando loro tanti elogi. Grazie.

Vedi le immagini ai monumenti e busti del Parco gianicolense

Bella brigata, simpatica, guidata amichevolmente da due giovani e bravi insegnanti: il prof. Pietro Mecciaro e la prof.ssa Francesca Giglio. Da piazza Bologna con i mezzi pubblici arrivano all’appuntamento poco dopo le 9,30.
Enrico Luciani mostra i luoghi e parla molto degli avvenimenti del 1849 e del grande valore della Repubblica romana e di molti suoi giovani eroi. I ragazzi e le ragazze rispondono con attenzione sul viale dei combattimenti del 3 giugno1849 e appaiono molto contenti della conoscenza di Villa Sciarra – una scoperta! – e così pure del Mausoleo e del Belvedere della Costituzione del 1849. Il giovane Giordano Cavazza scopre tra i busti l’antenato Tosi. Al Belvedere saluti affettuosi per Luciani ormai loro amico …e ringraziamenti e consensi per la nostra Associazione. Grazie!!
Dopo le 12 30 visitano il Museo della Repubblica romana.

I liceali dell’Istituto S. Orsola in posa al Belvedere della Costituzione della Repubblica romana

Vedi altre immagini

Da Casalotti questa classe privilegia il percorso a piedi da Porta cavalleggeri per arrivare al Gianicolo. Ne deriva una visita sui luoghi che privilegia il Parco e i suoi monumenti: si parte dal Faro per vedere il monumento-tomba di Anita, il Belvedere della Costituzione del 1849, il monumento di Garibaldi , il Fontanone e il Mausoleo per arrivare al Museo al turno delle 10,45. Si fa in tempo per arrivare allo sparo del cannone per poi riprendere la strada del ritorno. Bravi!


Una classe ben disciplinata e attenta sotto la guida della prof ssa Angelica Petrocelli -complimenti- con le altre proff.sse Domitilla Ermini e Daria Di Prisco. Elogi per il nostro accompagnatore storico il dr. Roberto Calabria: hanno scritto di lui: “guida bravissima e paziente con esperienza altamente costruttiva

Massimo Capoccetti ed Enrico Luciani vanno incontro alle classi per accelerare i tempi e consentire di visitare i luoghi del 3 giugno e arrivare in tempo al Museo della Repubblica romana, prenotato per il primo turno d’ingresso e per il secondo turno per le rispettive classi.

Enrico Luciani con le prof.sse della III C : Paola Zerbino, Claudia Sotgiu (alle loro spalle) e l’educatrice Irene Coccia (sulla sinistra)

Massimo Capoccetti e la III E con la prof.ssa Antonella Marino (accanto a lui) e la prof.ssa Viviana Rizzo (al centro)

Qualche contrarietà al Museo viene per fortuna superata – abbiamo infatti trovato altri gruppi che non si è capito a che titolo fossero lì, nello stesso nostro turno-. In tal modo riusciamo a mantenere il controllo sui nostri tempi di percorso che prevedono all’uscita del Museo: Villa Spada, Mausoleo, Fontanone e Piazzale Garibaldi, quest’ultimo entro mezzogiorno per assistere allo sparo del cannone. Le classi sono ben coordinate dalle loro professoresse, calme e precise che agevolano le spiegazioni storiche di Massimo Capoccetti ed Enrico Luciani. Facciamo ancora in tempo ad osservare qualche busto al Parco. Simpatico il giovane Gianluca che, tutto preso dai racconti storici, dopo aver bevuto alla fontana dove forse si abbeverava il cavallo di Garibaldi, ha esclamato ”sento in bocca la saliva del cavallo..”
Vedi altre immagini

Elenco delle attività dell'anno 2017

Archivio attività