Attività

Si sta consultando l'anno: 2018
| Elenco delle attività dell'anno corrente | Visualizza le attività degli anni precedenti »

Per molte giornate degli anni trascorsi abbiamo distribuito dépliant e abbiamo organizzato visite guidate per far conoscere questi luoghi bellissimi, molto amati anche dagli stranieri. Dovremo fare di più, a cominciare dal riproporre al Comune l’installazione di un pannello illustrativo del Parco e dei suoi busti e l’esercizio di un più severo controllo delle aree.
A questo punto sarà bene iniziare a farci vedere con più frequenza a Piazzale Garibaldi, e perciò :
domenica 13 gennaio, appuntamento mezz’ora prima dello sparo del cannone.

E quel Belvedere noi lo vorremmo vedere sempre così…

E non come purtroppo racconta la bravissima giornalista Valeria Costantini sul Corriere della Sera di oggi

Enrico Luciani, con la moglie Cecilia, si reca a Bruxelles per i compleanni delle nipotine Caterina e Federica e del figlio Francesco, quest’anno cinquantenne che ha festeggiato pochi giorni fa i suoi vent’anni di lavoro alla Commissione Europea. Nella foto i premiati insieme a Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione Europea
In questa settimana l’Italia è stata all’attenzione a Bruxelles per i suoi conti economici; è stata salvata, all’ultimo momento a seguito della riduzione del deficit dal 2,40 al 2,04. Meno male, la procedura d’infrazione sarebbe stata un vero guaio per l’Italia, e per di più ci avrebbe dato meno forza e credibilità nel portare aventi i doverosi cambiamenti che invece vanno proposti al più presto, sin da giugno con i nuovi eletti, per migliorare la situazione dell’Europa ed affermare il suo nuovo ruolo.

Occorre ricordare, ristudiare e proporre, infatti, invece di denigrare o dimenticare: al riguardo Enrico Luciani proprio per un’Europa da rilanciare vuol ricordare con Altiero Spinelli e Ernesto Rossi anche il socialista Eugenio Colorni (Milano 22 aprile 1909- Roma 30 maggio 1944), filosofo politico antifascista grande propugnatore dell’idea federalista europea.

Eugenio Colorni

Eugenio Colorni

Oltre che per le sue opere filosofiche, infatti, Colorni è noto come uno dei massimi promotori del federalismo europeo: mentre era confinato, in quanto socialista e antifascista, nell’isola di Ventotene, partecipò con Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, anch’essi lì confinati, alla scrittura del Manifesto per un’Europa libera e unita, che poi da quel luogo prese il nome.
In seguito, nella Roma occupata dai nazisti, curò l’introduzione e la pubblicazione clandestina di questo documento fondamentale per lo sviluppo dell’idea federalista europea. E morì anche per questa divulgazione -ucciso dalla banda Koch-.

Enrico Luciani tra la prof.ssa Isabella Ghedini Ferri ( a sinistra) e la prof.ssa Elena Angelini

Enrico Luciani tra la prof.ssa Isabella Ghedini Ferri ( a sinistra) e la prof.ssa Elena Angelini

Foto di gruppo richiesta a gran voce… è AUTORIZZATA

Foto di gruppo richiesta a gran voce… è AUTORIZZATA

Eroica l’attesa dei mezzi pubblici… malgrado il freddo e i ritardi, questa classe è davvero preparata a superare le difficoltà. Arriva a San Pancrazio con un secondo autobus (il 44) e subito sono tutti pronti ad andare a Villa Sciarra per vedere le brecce e poi entrare al Museo della Repubblica romana per il turno delle 10,45. Enrico Luciani, a passo svelto li accontenta e li rifornisce di materiale didattico. Sull’ottavo bastione si divertono e al fontanone la vista su Roma è stupenda; entreranno al al Parco in tempo per il cannone. Bravi!
Vedi altre immagini della visita
Non paghi, riescono pure a ritornare sui luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849. Luciani promette loro uno spazio storico se riusciranno a venire il 3 giugno prossimo per la manifestazione programmata per il 170° della proclamazione della Repubblica romana.

Chiamati dal dr. Marco Pizzo ci rechiamo al Vittoriano. Tutto bene, per fortuna c’è con noi il nostro responsabile Claudio Bove che risolve prontamente il mancato funzionamento. Il Protocollo Tronca/Luciani funziona!

Claudio Bove al sito, con lui Enrico Luciani e Noemi Cavicchia Grimaldi

Claudio Bove al sito, con lui Enrico Luciani e Noemi Cavicchia Grimaldi

Claudio e Noemi tra i documenti storici della splendida Biblioteca

Claudio e Noemi tra i documenti storici della splendida Biblioteca

Che sorpresa … si vede un panorama inedito su Piazza Venezia

Che sorpresa … si vede un panorama inedito su Piazza Venezia

Arrivano puntuali, pur partiti da Lunghezza, e subito si interessano ai luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849. Una bella squadra, curiosa e attenta, con i professori sempre vigili impegnati dalle 9,30 fino a mezzogiorno. C’è da sottolineare infatti che, tenuto conto di un’ora di visita all’interno del Museo coordinata da Ivana Colletta , si sono visti quasi tutti i luoghi dei combattimenti del 1849 pur in tempi così stretti. Enrico Luciani, infatti, a passo spedito, ha portato le due classi – a turno- sotto le mura e all’ottavo bastione per raggiungere Villa Spada e valutare compiutamente l’attacco “a tenaglia” dei francesi. Si è pure visitato il Mausoleo Ossario, oggi aperto, si è visto il Fontanone, e infine si è giunti a Piazzale Garibaldi in tempo per il cannone. Bravi!

Foto di gruppo, da sinistra: Carmelina Mecca, Ivana Locicero, Alessandro Sgroi, Enrico Luciani, Concetta Cogliandro, Ivana Colletta, Claudia Bellino

Foto di gruppo, da sinistra: Carmelina Mecca, Ivana Locicero, Alessandro Sgroi, Enrico Luciani, Concetta Cogliandro, Ivana Colletta, Claudia Bellino

Il cannone spara a mezzogiorno; l’iniziativa partì da Pio IX nel 1847 per regolare l’orario delle campane…

Il cannone spara a mezzogiorno; l’iniziativa partì da Pio IX nel 1847 per regolare l’orario delle campane…

Vedi altre immagini della visita

Arrivo sofferto per difficoltà intervenute in partenza. Arrivano però vogliosi di fare e subito visitano i luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849 con le loro professoresse Lucia Raffaelli, assistita dalla nostra Noemi Grimaldi, e Splendore Ciampagna, assistita da Enrico Luciani; poi si avviano alle mura Gianicolensi

Recuperano il tempo perduto e riescono a vedere le brecce e Villa Sciarra e poi Villa Spada, il Mausoleo e il Fontanone ove sono salutati festosamente da un gruppo di belgi (di Anversa) qualcuno addirittura tifoso della A.S. Roma… Arrivano puntuali al cannone e riescono pure a vedere i busti della passeggiata, il Belvedere della Costituzione del 1849, e il monumento di Anita.
Vedi altre immagini della visita
La visita si è conclusa felicemente, soddisfatte le insegnanti e le guide storiche

La prof.ssa Splendore Ciampagna ed Enrico Luciani al termine della visita

La prof.ssa Splendore Ciampagna ed Enrico Luciani al termine della visita

La prof.ssa Lucia Raffaelli e Noemi Cavicchia Grimaldi al termine della visita

La prof.ssa Lucia Raffaelli e Noemi Cavicchia Grimaldi al termine della visita

Una bella comitiva che, pur arrivata in orario, si attarda nel trovare il parcheggio: i pullman sempre più in difficoltà a parcheggiare.. Si procede verso gli obiettivi fissati: giro lungo, sotto e sopra le mura a Villa Sciarra, Mausoleo, Fontanone , Parco e Busti, sparo del cannone e visita del Museo della Repubblica romana. Dalle 9,30 fino alle 13,30… complimenti a tutti !!
Sono stati bene, hanno capito la storia e i personaggi della Repubblica romana del 1849 e si sono divertiti. Bravi

Daniela Donghia con la prof.ssa Donatella Fiori guidano la III F

Daniela Donghia con la prof.ssa Donatella Fiori guidano la III F

Enrico Luciani con le prof.sse Angelina Rago e Concetta Calabrò all'arco dei Quattro Venti

Enrico Luciani con le prof.sse Angelina Rago e Concetta Calabrò all’arco dei Quattro Venti

Vedi immagini della passeggiata
nella foto ricordo insegnanti e accompagnatori sembrano proprio contenti… Alla prossima

Enrico Luciani e, da sinistra le prof.sse Angelina Rago, Donatella Fiori, Concetta Calabrò, e Daniela Donghia

Enrico Luciani e, da sinistra le prof.sse Angelina Rago, Donatella Fiori, Concetta Calabrò, e Daniela Donghia

Dopo la firma del Protocollo d’intesa Tronca/Luciani, in data 24 novembre, si conferma la presenza del nostro sito al Museo Centrale del Risorgimento fino all’anno 2021 con intesa peraltro rinnovabile. Una bella soddisfazione per noi che ci eravamo preoccupati per la situazione al Vittoriano e che avevamo rivisitato il sito recentemente con il nostro responsabile Claudio Bove.
leggi
A seguito di ciò Enrico Luciani e Noemi Cavicchia Grimaldi si sono recati alla segreteria del professor Tronca dove, salutato il Colonnello Nicomede Casamento, abbiamo lasciato nostro materiale illustrativo per la distribuzione al pubblico interessato: in particolare già in biglietteria abbiamo consegnato le prime trecento copie del nostro depliant “Il Gianicolo e la Repubblica romana del 1849” – nell’edizione aggiornata per l’ occasione della ricorrenza del 170° della Repubblica romana del 1849.

Enrico Luciani e Noemi Cavicchia Grimaldi hanno poi salutato il prof. Giuseppe Monsagrati , intrattenendosi con lui per valutare prossime iniziative e per invitarlo alle manifestazioni che ricorderanno il 20° anno dalla nascita, insieme all’associazione A. Cipriani nel 1999, del Comitato Gianicolo di cui fu Presidente, e in tale veste omaggiato da Ciampi in occasione della collocazione dei pannelli illustrativi al Gianicolo nel febbraio 2004.

Una giornata svelta e divertente. Si visita il Museo un poco in affanno per qualche disguido tecnico che ha causato ritardi, in specie alla III A alla quale però Luciani ha fatto recuperare luoghi e notizie allargando il giro a parte delle Mura Gianicolensi risalendo all’ottavo bastione. Simpatici incontri prima a Villa Spada con una coppia di australiani che si sono uniti al gruppo fino al cannone, e poi – al Belvedere della Costituzione del 1849 – con una giovanissima straniera assai intraprendente (sembrava una show girl..). I ragazzi e le ragazze tutti entusiasti hanno pure visitato con attenzione il monumento di Anita.

Bel Gruppo al Belvedere della Costituzione del 1849

Bel Gruppo al Belvedere della Costituzione del 1849

Sui luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849, davanti all’Arco dei Quattro Venti costruito sui ruderi di Villa Corsini

Sui luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849, davanti all’Arco dei Quattro Venti costruito sui ruderi di Villa Corsini

Vedi immagini

Foto ricordo al cannone: i due australiani con le prof.sse Mariella Valiani, Pierfranca Di Battista, e con Antonio Cardellini, Tiziana Portune ed Enrico Luciani

Foto ricordo al cannone: i due australiani con le prof.sse Mariella Valiani, Pierfranca Di Battista, e con Antonio Cardellini, Tiziana Portune ed Enrico Luciani

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Visita alla Cancelleria – 24.11.1848 – IL PAPA E’ ANDATO VIA – la visita/premio per i nostri amici e sottoscrittori si è svolta con successo. Tanti i partecipanti, contenti di essere con noi, e consensi per la nostra guida Daniela Donghia. GRAZIE !

Una bella giornata, davvero impegnativa, così diceva la breve nota di presentazione della mattinata, inviata ai nostri amici , che di seguito riproponiamo
Lo storico palazzo costruito tra il 1485 e 1495 per il giovane cardinale Raffaele Riario, nipote del papa Sisto IV, poggia le sue fondamenta sul canale artificiale dell’Euripo, che alimentava le terme di Agrippa, e su una ancora più antica tomba del 43 A.C di Aulio Irzio. Requisito dal Vaticano nel 1517, a seguito di una congiura ordita contro papa Leone X Medici, il palazzo fu la sede della Repubblica Romana nel 1849, per poi tornare definitivamente al Vaticano. Oggi accoglie i Tribunali della Santa Sede: la Penitenzieria Apostolica, la Segnatura Apostolica e la Sacra Rota.
Il grande salone dei “Cento giorni” dipinto da Giorgio Vasari insieme alla raffinata Cappella del Pallio del Salviati sono due splendidi esempi di arte manierista della metà del 1500 visibili solo con permesso speciale. Usciti dalla Cancelleria ci incammineremo verso la Chiesa di San Luigi dei Francesi per vedere e commentare i dipinti di Caravaggio  e al suo interno potremo osservare il Monumento ai caduti francesi nella guerra contro la Repubblica Romana (e noi invece soffriamo a tener aperto il Mausoleo…)

La brava Daniela Donghia, la nostra guida, è stata davvero encomiabile. Parlare a quasi quaranta persone per oltre due ore non è cosa facile, attraversando peraltro diversi ambienti e luoghi di così alto livello culturale e storico (anche il calco delle lastre scolpite a rilievo dell’ARA dei VICOMAGISTRI del 41/54 d.C..
E oltretutto con un pubblico, il nostro, abbastanza esigente e curioso .


Vedi altre immagini

Visto il primo piano del Palazzo, scesi dallo scalone, più precisamente dalla scalinata dove fu pugnalato Pellegrino Rossi nel 1848 – da cui la fuga del Papa a Gaeta e le successive elezioni dell’Assemblea Costituente della Repubblica romana il 21 gennaio 1849- , Daniela ci ha condotto nei sotterranei della Cancelleria per farci vedere e spiegare il sepolcro di Aulio Irzio; nella discussione il gruppo ha potuto godere anche dell’ apporto storico di Mariano Malavolta , professore di Storia amministrativa e istituzionale dell’Impero di Roma dell’Università di Roma Tor Vergata

 

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Dopo le spiegazioni del Palazzo della Cancelleria e dei suoi architetti -la facciata oggi è in restauro-

Il gruppo si è diretto alla cappella della Stalla dei francesi davanti al monumento di Pellegrino Rossi realizzato da Pietro Tenerani nel 1854 – vedi.
La visita termina alla Chiesa di San Luigi dei francesi dove, apprezzati gli eccezionali dipinti del Caravaggio, abbiamo visto come i FRANCESI curano i loro Caduti. Non soltanto quelli della prima guerra mondiale ma anche i loro Caduti di Roma del 1849.
Che lezione per noi che non riusciamo a far riaprire il MAUSOLEO OSSARIO AI CADUTI PER ROMA…

Arrivano in ritardo a causa dell’ 870 davvero assurdo …45 minuti di attesa. Questa linea v. link 1, andrebbe davvero potenziata, almeno in certi orari mattutini. Saltato l’appuntamento a Villa Pamphili siamo entrati subito al Museo.

Finalmente si entra al Museo della Repubblica romana e si va subito alla sala dell’assedio

Finalmente si entra al Museo della Repubblica romana e si va subito alla sala dell’assedio

Da sinistra il prof. Paolo Gerbaudo di Cuneo, professore a Londra, le prof. Elisabetta Puce, Claudia Sotgiu ed Enrico Luciani

Da sinistra il prof. Paolo Gerbaudo di Cuneo, professore a Londra, le prof. Elisabetta Puce, Claudia Sotgiu ed Enrico Luciani

La mattinata del gruppo si è animata anche per i numerosi, simpatici personaggi incontrati: subito al Museo un giovane italiano ( nato nel 1979), il prof. Paolo Gerbaudo di CUNEO, attuale professore al King’s College London in Sociologia e Politica, poi due stagisti dell’Accademia Americana che hanno spiegato ai ragazzi, su loro richiesta, come si entra all’Accademia Americana e poi quanto si deve studiare. Infine l’anziano Domenico Memmo, la “sentinella” del Gianicolo da lui tanto amato, che ci ha voluto salutare per spronare i ragazzi ad amare questi luoghi. Porta loro ad esempio Enrico Luciani, di cui è tifoso.. LUCIANI è il motore, dice. Grazie
Visitato il Mausoleo, oggi aperto, Enrico Luciani ha spiegato i CADUTI PER ROMA (1849-1870); la cripta però è ancora chiusa per lavori di restauro.
Arrivati al cannone, tutti contenti: la visita è stata ben recuperata. E dal belvedere sempre gradita la vista su Roma nonostante il disturbo di alcuni alberi v. link 2, (ma non si possono limitare?).

Vedi altre immagini della visita

Vedi e ascolta gli interventi

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Il traffico a Roma è oggi particolarmente pesante e l’appuntamento delle 9,30 diventa problematico. Arrivano poco dopo le 10 e si deve entrare subito al primo turno del Museo della Repubblica romana. Le classi sono di 14 alunni l’una, per fortuna, e Massimo Capoccetti e Noemi Grimaldi cercano di recuperare insieme i due turni; l’operazione diventa fattibile, anche per la buona volontà e la solerzia dei custodi del Museo: GRAZIE.


Apprezzano assai il Museo e pure la passeggiata sui luoghi dei combattimenti del 1849. Si divertono molto e dopo Villa Spada , Mausoleo, Fontanone e l’immancabile sparo del cannone, vogliono ritornare a piedi a Villa Pamphili per recuperare la visita sui luoghi degli eroici combattimenti del 3 giugno. BRAVI ! Studenti e professoresse soddisfatti, ci ringraziano davvero affettuosamente. Ci manderanno notizie e immagini e già si prenotano per appuntamenti futuri.
Attendiamo loro foto, peraltro autorizzate, e dice la Di Paolo: in particolare un bel cannone e una foto di gruppo, ben visibili le tre professoresse.

Molto traffico, arrivano un poco in ritardo, occorre recuperare. In effetti si riuscirà a svolgere comunque una bella visita, grazie ad insegnanti e alunni assai partecipi.

Per la III C, da sinistra, le proff.sse Maria Carmela Reda e Livia Rinaldi con la nostra Daniela Donghia

Per la III C, da sinistra, le proff.sse Maria Carmela Reda e Livia Rinaldi con la nostra Daniela Donghia

Per la III D, da sinistra, la prof.ssa Maria Cristina Diamantini, Enrico luciani e il prof. Dario Vatalaro

Per la III D, da sinistra, la prof.ssa Maria Cristina Diamantini, Enrico luciani e il prof. Dario Vatalaro

Si visita subito la zona dei combattimenti del 3 giugno 1849 e si consegnano immagini e dépliant. Si parla degli eroici combattenti con aneddoti e foto che incuriosiscono gli alunni: molti scrivono appunti, affascinati dai principi e dalle azioni della Repubblica romana. Comprendono bene i luoghi ”spariti” osservandoli dalle immagini avute in omaggio che mostrano Villa Corsini e Villa Giraud come erano nel 1849 .
Prima di lasciare i luoghi, Daniela Donghia spiega, a distanza, l’elegante Casino del Bel Respiro (anche conosciuto come Casino dell’Algardi), il monumento più importante di Villa Doria Pamphilj che è attualmente in uso da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in particolare per ricevere le delegazioni straniere. Anche oggi è impegnato in una cerimonia internazionale.
Si risale sul pullman che ci lascia a Villa Sciarra dove la visita prosegue. Si sale sul sesto e settimo bastione: arriva la pioggia, che appare sopportabile.
Vedi immagini (da 12 a 23)
Vedi altre immagini
Quando ci avviciniamo al Parco arriva un acquazzone … che fare? anticipare l’ingresso al Museo o continuare verso i busti e cercare di arrivare al cannone perché ormai è quasi mezzogiorno?

Tutto bene, come da prenotazioni effettuate. I partecipanti, in numero congruo all’ampiezza dei locali, sono rimasti molto contenti della visita svolta e hanno assai apprezzato la professionalità e la bravura di Enrico Schiavulli, la guida storica. Interpellati da Enrico Luciani, hanno pure espresso pareri e consigli sulla prossima visita, per la quale in effetti sono già in lista tantissimi richiedenti. Al riguardo, guardando il quadro di MURAT è stato citato Pellegrino Rossi, Commissario Civile di Murat nelle Romagne, perché egli è ritenuto uno dei possibili autori del PROCLAMA di RIMINI (o di Tolentino) del 30 marzo 1815, rivolto ai napoletani dopo la sconfitta di Tolentino che segnò la fine del Regno di Murat su Napoli. Un proclama con il quale Murat – Gioacchino Napoleone- spronava gli italiani ponendosi alfiere dell’indipendenza italiana. Pellegrino Rossi morirà il 15 novembre 1848, assassinato proprio al Palazzo della Cancelleria dove svolgeremo la visita il 24 novembre.

Davvero una visita impegnativa ma anche divertente per la sua originalità. Infatti le classi vengono accolte a Villa Pamphili e dopo la spiegazione dei combattimenti del 3 giugno 1849.


subito si dirigono a Porta San Pancrazio. Al Museo fa da guida la prof. Ivana Colletta per entrambi i due turni. Luciani invece accompagna le classi sui luoghi nel percorso riguardante le mura , l’ottavo bastione, Villa Spada, Mausoleo, Fontanone. Per prima la classe III D della prof.ssa Rossella Comito, che poi cede alla prof. ssa Colletta per il secondo turno del Museo, poi la classe III G della prof.ssa Maria Toscano.
Il percorso si svolge con grande attenzione: i ragazzi pongono domande a ripetizione e non pochi leggono le storie dei combattimenti dai nostri pannelli (Eleonora, Alessio, Aurora, e altri): davvero bravi! Poi tutti si dirigono a Piazzale Garibaldi pronti ad assistere allo sparo di mezzogiorno.
Clicca qui per vedere le immagini sui luoghi
Dopo il cannone le due classi desiderano vedere il Parco: Enrico Luciani e Ivana Colletta li accontentano

Enrico Luciani ha trovato il tempo, poco prima di mezzogiorno, di far vedere il tempietto del Bramante, su richiesta della prof.ssa Maria Toscano che ha potuto così svolgere una breve lezione ai suoi ragazzi su Donato Bramante. Si ringrazia la Reale Accademia di Spagna per il cortese, libero ingresso nei locali.

Anche oggi attenta partecipazione degli alunni, tanto più facile quando bravissime sono le insegnanti che meritano sempre la nostra segnalazione per la loro partecipazione sia all’inizio sia al temine della visita.

La classe 1°A con la prof.ssa Luisa Sordi in ascolto: Noemi Grimaldi spiega i luoghi e mostra il pannello VILLA PAMPHILI

La classe 1°A con la prof.ssa Luisa Sordi in ascolto: Noemi Grimaldi spiega i luoghi e mostra il pannello VILLA PAMPHILI

La classe 1° F con la prof.ssa Laura Tanchis e Adriana Di Palma, in ascolto dell’alunno che legge l’Esercito dei Romani

La classe 1° F con la prof.ssa Laura Tanchis e Adriana Di Palma, in ascolto dell’alunno che legge l’Esercito dei Romani

Vedi altre immagini

Visite sui luoghi molto positive per l’interesse mostrato dai ragazzi della 1°B e 1° I e per la buona disponibilità dei professori e degli accompagnatori. La giornata a pieno sole invoglia a passeggiare ; è stata riaperta Villa Sciarra dopo il maltempo e qualcuno non resiste a fare una brevissima visita … anche se non prevista dal programma concordato,
Oggi è aperto anche il Mausoleo e viene gradita l’osservazione della cripta, sia pure dall’esterno a causa dei lavori di restauro. A richiesta pubblichiamo anche la foto ricordo desiderata, Ovviamente, con l’immagine oscurata per i giovani non autorizzati.

I due gruppi all'ingresso della Villa pronti ad entrare sui luoghi della memoria del 1849

I due gruppi all’ingresso della Villa pronti ad entrare sui luoghi della memoria del 1849

Da sinistra i proff. Francesco Labonia, Enrico Luciani, Vincenza Maucieri, Federica Guglielmi, Noemi Grimaldi, Daniela Donghia, Paolo Grillotti

Da sinistra i proff. Francesco Labonia, Enrico Luciani, Vincenza Maucieri, Federica Guglielmi, Noemi Grimaldi, Daniela Donghia, Paolo Grillotti

Una gita abbastanza faticosa ma istruttiva per i ragazzi che si sono impegnati a conoscere la storia del 1849 e i luoghi dei combattimenti; si sono anche divertiti, grazie ai loro insegnanti attenti e preparati.

Un alunno ben disponibile è subito impegnato a leggere le notizie riguardanti i giovani del Battaglione della speranza

Un alunno ben disponibile è subito impegnato a leggere le notizie riguardanti i giovani del Battaglione della speranza

Foto ricordo, da sinistra: le proff. Adriana Falcone e Carla Motto, poi Enrico Luciani, Massimo Capoccetti e il prof. Davide Scotta

Foto ricordo, da sinistra: le proff. Adriana Falcone e Carla Motto, poi Enrico Luciani, Massimo Capoccetti e il prof. Davide Scotta

Vedi altre immagini dei luoghi

Il maltempo dei giorni precedenti non ferma le due gremite classi del liceo Morgagni, impegnato anch’esso nel progetto Accoglienza. Da Villa Pamphili le due classi, distintamente seguite da due nostri accompagnatori, procedono verso il Vascello e poi lungo le mura gianicolensi. Gli alunni, vivaci ma assai attenti, risalgono all’ottavo bastione e dopo Villa Spada, Mausoleo, Fontanone arrivano ai primi busti del Parco gianicolense. La visita termina con lo sparo del cannone.

Enrico Luciani con la prof.ssa Francesca Piras per la 1° D del liceo Morgagni

Enrico Luciani con la prof.ssa Francesca Piras per la 1° D del liceo Morgagni

Massimo Capoccetti con la prof.ssa Antonella Petrelli per la 1° H del liceo Morgagni

Massimo Capoccetti con la prof.ssa Antonella Petrelli per la 1° H del liceo Morgagni

Vedi altre immagini

Cari amici, questo invito generalizzato è per ringraziare tutti voi della simpatia che mostrate verso la nostra Associazione che continua ad operare per il ricordo della memoria storica della Repubblica romana del 1849 e per far conoscere la bellezza del Gianicolo e del suo Parco degli Eroi, davvero ben lieti che anche quest’anno studenti e professori avanzano prenotazioni per usufruire gratuitamente delle nostre visite guidate sui luoghi dei combattimenti del 1849 e anche al Museo della R.R. – vedi nostra attività, cliccando http://comitatogianicolo.it/attivita.

Un saluto affettuoso e grato va ai nostri 387 sottoscrittori del 2×1000 a favore della nostra Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo
Tale sottoscrizione infatti, oltre al beneficio di una somma di denaro a sostegno delle nostre iniziative e spese – talune peraltro davvero necessarie a seguito di così numerose richieste di accompagnamenti storici da parte delle scuole e non solo -, ci ha dato la gioia di constatare l’esistenza di amici veri dell’associazione e il conforto di essere nel giusto in questa nostra azione di volontariato a favore della STORIA d’Italia e della SCUOLA.

A ringraziamento, in specie per i nostri sottoscrittori, abbiamo previsto primi appuntamenti, del tutto gratuiti anche di biglietto d’ingresso laddove dovuto.
(prenotatevi presto: nel caso di numero superiore ai 25 per giornata, si organizzeranno altri appuntamenti per la stessa visita, a febbraio o a marzo 2019)

al MUSEO NAPOLEONICO sabato 17 novembre 2018 ore 10,15 in Piazza Ponte Umberto I, 1 (Zona Tor di Nona).
Si visiterà il Museo (conduttore il nostro Enrico Schiavulli) che consentirà di verificare gli intensi rapporti che legarono i Bonaparte a Roma – iniziati, si ricorda, con la forza delle armi strappando Roma dal potere temporale del Papa (Pio VI)- e di osservare la memoria familiare e l’intimità di Napoleone, nonchè i fasti francesi di due imperi. Termine della visita alle ore 12.

al PALAZZO della CANCELLERIA sabato 24 novembre 2018 ore 9,45 in Piazza della Cancelleria,1 (Zona Campo de’ Fiori).
La visita sarà tenuta dalla nostra Daniela Donghia e prevede anche la ricognizione della Sala dei Cento Giorni del Vasari e del sepolcro del console Aulo Irzio, luogotenente di Cesare, morto nella battaglia di Modena contro Antonio nel 43 a.C. e scoperto casualmente nel 1938. Puntuali, perché il tempo è contingentato (dalle 10 alle 11). Usciti dalla Cancelleria e ricordato Pellegrino Rossi – dopo l’ uccisione del quale il Papa Pio IX lascerà Roma nel 1849, proprio il 24 novembre – seguirà una breve passeggiata verso la Chiesa di San Luigi dei francesi (il Re Luigi IX) per osservare i dipinti del Caravaggio e per constatare che i francesi) hanno pure voluto ricordare nella Chiesa i loro caduti del 1849 con una colonna/stele. Termine della visita alle ore 12,20

Aspettiamo le vostre prenotazioni. Cordiali saluti.
Enrico Luciani
3284542840

Arrivano puntuali, camminando all’interno di Villa Pamphili, attesi da Enrico Luciani e Antonio Cardellini già all’Arco dei Quattro venti (arch. Busiri Vici) realizzato sui ruderi di Villa Corsini . Si visitano i luoghi della battaglia – molto gradite le immagini dei luoghi disegnate da Palladini, avute in omaggio insieme al nuovo dépliant Il Gianicolo e la Repubblica romana del 1849 – e subito dopo, visto da vicino il Vascello, si arriva a Porta san Pancrazio. Un primo gruppo entra al Museo, accompagnatore Antonio Cardellini, e l’altro con Luciani procede verso le mura, Villa Spada, Mausoleo e Fontanone per poi entrare anch’esso al Museo. Luciani infatti cambia la classe e ripete il giro sui luoghi mentre Cardellini continua ad operare al Museo della Repubblica romana. Tutti insieme si ritrovano festosamente al cannone e subito dopo, fatta una beve visita al Belvedere della Costituzione del 1849 e al monumento/tomba di Anita, la visita si conclude.

Arrivano a piedi dalla scuola, attraversando Villa Pamphili. Bravi!

Arrivano a piedi dalla scuola, attraversando Villa Pamphili. Bravi!

Tutti insieme, da sinistra: Enrico Luciani e i proff. Martina Di Napoli, Laura Zappulli, Ada Musci, Francesco Jannini, chiude Antonio Cardellini

Tutti insieme, da sinistra: Enrico Luciani e i proff. Martina Di Napoli, Laura Zappulli, Ada Musci, Francesco Jannini, chiude Antonio Cardellini

  • 25 Ottobre 2018
  • Federazione Nazionale della Stampa Italiana,
    Corso Vittorio Emanuele II n. 349– Roma
    ore 17,30

Partecipiamo alla presentazione del libro ROMA CAPITALE MALAMATA di Vittorio EMILIANI che dialoga con Giuseppe De Rita , Paolo Berdini e Vittorio Roidi. Un libro davvero interessante che mette in luce i problemi ancora incompresi della Capitale.

“ Amata e odiata, adorata e insultata, esaltata quale modello eterno e accusata di essere la fonte del disfacimento morale dell’intero paese. Poco conosciuta e quindi incompresa, sepolta sotto una spessa coltre di luoghi comuni. A malapena sopportata”
Una lettura piacevole con un racconto ricco di notizie, spesso poco conosciute, che Vittorio Emiliani fa iniziare dal Capitolo 1 Dalla Repubblica “francese” a quella tricolore del 1849 per terminare con il Capitolo XI E Roma aspetta sempre un suo regime “speciale”
Nell’indice dei nomi anche una notazione per Enrico Luciani: GRAZIE

Da sinistra: prof. Giuseppe Barbalace, Mario Savelli, Giovanna De Luca, Ivana Colletta, Enrico Luciani

Da sinistra: prof. Giuseppe Barbalace, Mario Savelli, Giovanna De Luca, Ivana Colletta, Enrico Luciani

Vittorio Emiliani nel suo intervento introduttivo

Vittorio Emiliani nel suo intervento introduttivo

Malgrado il ritardo di un’ora, la METRO non è partita per un guasto sulla linea, la classe riesce a svolgere la visita e ad arrivare anche al Museo della Repubblica romana dove li attende la dr.ssa Mara Minasi.

Al Parco Gianicolense, foto ricordo. Da sinistra: il prof. Emilio Paolo Papò, Enrico Luciani e l’assistente Salvatore Calabrese

Al Parco Gianicolense, foto ricordo. Da sinistra: il prof. Emilio Paolo Papò, Enrico Luciani e l’assistente Salvatore Calabrese

al Museo della Repubblica romana la responsabile dr.ssa Mara Minasi saluta il prof. Paolo Emilio Papò

al Museo della Repubblica romana la responsabile dr.ssa Mara Minasi saluta il prof. Paolo Emilio Papò

E’ una classe di geometri e Luciani li tormenta con le mappe e le curve di livello per fare insieme un plastico… Le ragazze sono soltanto tre e spesso sono tormentate! Ma anche loro non scherzano…
La visita riesce ad essere piacevole e abbastanza completa, compreso lo sparo del cannone. Al Mausoleo Ossario trovano la cripta chiusa ma possono verificare l’interno, dall’uscio, e vedere la restauratrice al lavoro.
Vedi immagini

Una bella visita in pieno sole che recupera con successo le due visite programmate per la giornata del 6 , rinviate per maltempo. Grande partecipazione e attenzione alle notizie, in una clima festoso e amichevole tra ragazzi, ragazze e accompagnatori. Rilevati i luoghi e le citazioni riguardanti Manara. La classe IV F velocissima, riesce a visitare anche i luoghi del 3 giugno 1849. Bravi

La professoressa Simona De Caro con Mariapaola Pietracci Mirabelli

La professoressa Simona De Caro con Mariapaola Pietracci Mirabelli

La professoressa Anna Lisa Iacubino con Enrico Luciani

La professoressa Anna Lisa Iacubino con Enrico Luciani

Dall’I.C. Montezemolo-sede arrivano in pullman le classi III A del prof. Gabriele Anaclerio e la classe III I della prof.ssa Enrica Cicatiello. Una Visita davvero impegnativa, si è detto nel titolo della notizia, perchè davvero si è visto tutto : dopo l’area dei combattimenti del 3 giugno 1849, con approfondimenti al Casino dei Quattro Venti e al Vascello, la camminata lungo le mura ha consentito di vedere le brecce e Villa Sciarra, e da lì l’ottavo bastione, la zona della estrema difesa a Villa Spada fino ad arrivare al Mausoleo, oggi aperto, e visitare così la cripta con il sarcofago in porfido con le spoglie di Goffredo Mameli.
Naturalmente si è assistito anche allo sparo del cannone: per la gara alla miglior foto Vedi
Dopo il cannone, si è pure visitato il Museo della Repubblica romana. Ingressi su due turni: alle 12,15 e alle 13. Sono ripartiti alle ore 13,30 …. Dalle 9 !!

 

Guidano la III I : la prof.ssa Enrica Cicatiello ed Enrico Luciani (alle loro spalle il Fontanone dell’acqua paola)

Guidano la III I : la prof.ssa Enrica Cicatiello ed Enrico Luciani (alle loro spalle il Fontanone dell’acqua paola)

Guidano la III A : il prof. Gabriele Anaclerio e Daniela Donghia (alle loro spalle il panorama di Roma)

Guidano la III A : il prof. Gabriele Anaclerio e Daniela Donghia (alle loro spalle il panorama di Roma)

Seminario tecnico dal titolo “Cedimenti e subsidenze nel territorio di Roma. Rischi e mitigazione” riservato agli ingegneri della Provincia di Roma. Tra i relatori anche l’ing. Maria Elena D’Effremo. In tarda mattinata nostra visita al Vittoriano per intese sul sito.

Interessante seminario riservato agli iscritti all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma promosso dalla Commissione Geotecnica istituita presso l’Ordine medesimo. Il Seminario, avviato con il saluto della ing. Carla Cappiello, Presidente dell’Ordine, e dall’ing. Roberto Botta, Vice Direttore dell’Area servizi al Territorio di Roma Capitale, si è sviluppato con una serie di interventi <leggi programma> , che hanno messo in evidenza le criticità , i cedimenti e le subsidenze nel territorio romano. Di particolare interesse per noi quelle nell’area di Monteverde, più volte trattata negli interventi. Vedi talune immagini al riguardo < prima e seconda > tra cui cedimenti a Villa Sciarra e a Via Ugo Bassi , mostrate nella relazione dell’ing. Maria Elena D’Effremo, Presidente Commissione geotecnica Ordine degli ingegneri della Provincia di Roma.
Maria Elena, nostra socia, da tempo è impegnata sul territorio di Monteverde con visite guidate volte a mostrare studi e analisi sulla frana di Via Ugo Bassi <leggi >


In tarda mattinata Enrico Luciani e Claudio Bove si recano al Museo Centrale del Risorgimento per verificare il sito comitatogianicolo.it , in remoto all’ingresso del Museo. Il sito sta bene…
Positivi incontri col prof. Giuseppe Monsagrati, il dr Marco Pizzo e la segreteria del Commissario Tronca

Al termine del programma/progetto Accoglienza classi prime che prevedeva tra l’altro la visita del Parco Gianicolense con passaggi a Porta san Pancrazio, Villa Spada e Mausoleo, possiamo onestamente affermare che esso ha registrato un certo successo.
Le due classi mancanti -classi E ed F- la cui visita del 6 ottobre è stata sospesa per maltempo, recupereranno sabato 20 ottobre.

Di seguito alcune immagini delle visite svolte in queste due mattinate:

Lunedì 8 ottobre per le classi IV B e C con i proff. Michela Gelormini e Raffaele Lombardi:
lo stesso prof. Lombardi ci ha inviato le foto di seguito indicate che mostrano la partecipazione degli alunni nella lettura del nostro pannello illustrativo al monumento/tomba di Anita e al Belvedere sul cui parapetto sono incisi gli articoli della Costituzione del 1849

Appuntamento, ore 9, sempre al FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA

Appuntamento, ore 9, sempre al FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA

Foto ricordo: da sinistra, Enrico Luciani, Noemi Grimaldi, prof. Patrizia Ragusa, prof. Lucia De Innocentis, Massimo Capoccetti

Foto ricordo: da sinistra, Enrico Luciani, Noemi Grimaldi, prof. Patrizia Ragusa, prof. Lucia De Innocentis, Massimo Capoccetti

Martedì 9 ottobre per le classi IV D e IV G con i proff. Lucia De Innocentis e Patrizia Ragusa

ragazzi e le ragazze sono molto attenti e interessati ai luoghi, e osservano con curiosità come erano le ville Corsini e Giraud (detta il Vascello) dall’immagine di Paladini avuta in omaggio insieme al dépliant. Prima di entrare al Museo della Repubblica romana – turno delle 10 50- hanno modo di apprezzare Villa Aurelia a Porta san Pancrazio, e pure Villa Spada e il Mausoleo ai CADUTI PER ROMA, quest’ultimo dall’esterno perché aperto al pubblico solo il giovedì mattino…

Un’allegra compagnia di ragazzi e ragazze assai festosi e attenti, con Enrico Luciani e Daniela Donghia dell’associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo, guide storiche per la IV D del Prof. Francesco Castiglione e IV A della prof. Concetta De Meo .

Enrico Luciani e Daniela Donghia al pannello IL FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA

Enrico Luciani e Daniela Donghia al pannello IL FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA

Pronti per la visita, da sinistra: prof. Francesco Castiglione, Enrico Luciani, prof. Concetta De Meo, Daniela Donghia

Pronti per la visita, da sinistra: prof. Francesco Castiglione, Enrico Luciani, prof. Concetta De Meo, Daniela Donghia

Dal Faro ai monumenti di Anita , Garibaldi , Righetto, Ciceruacchio, fino a Villa Spada e al Mausoleo Ossario, oggi aperto. Una visita davvero positiva, che ha fatto riscoprire il Parco e la sua storia, e peraltro mantenuta nei limiti di tempo desiderati (dalle 9 alle 11).

Vedi immagini della visita
Vedi immagini di gruppo richieste: bellissime, ma oscurate perché prive di autorizzazione

Partecipazione attenta degli studenti per la conferenza svolta dall’Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo nella quale Enrico Luciani e Claudio Bove hanno presentato i luoghi dei combattimenti del 1849, oggetto delle visite guidate al parco Gianicolense che saranno svolte per otto “prime” classi nell’ambito del Progetto Accoglienza previsto dal liceo Manara nel 60° dalla sua istituzione a Monteverde. Nell’assemblea si è avuto modo di ricordare la figura gloriosa di Luciano Manara e la mini storia del 1848 <leggi>.

Le otto visite guidate si svolgeranno dal 4 al 9 ottobre 2018

Uno spazio un poco ristretto per una manifestazione che meriterebbe più importanza e maggiore conoscenza. E forse occorrerebbe conoscere di più i risultati raggiunti… ad esempio i nostri, lo scorso anno, ci sono sembrati davvero entusiasmanti, ma non ci sembra siano stati pubblicati nonostante la gratuità totale pur a fronte di spese non irrilevanti.
Assai gradevole e comunicativa la presenza alla manifestazione da parte dell’Assessore Laura Baldassarre una donna e un politico che ha saputo offrire nella circostanza, in pari modo compostezza e simpatia. L’aspettiamo al Gianicolo.

Si conclude per noi , oggi, l’impegno delle VG previste nel progetto Accoglienza dell’I .S Caffè. Ancora qualche disagio organizzativo ma superabili,dal momento che la classe I DT esprime la richiesta di limitare il percorso della giornata in quanto esistono seri impedimenti per un diversamente abile. Consultati Massimo Capoccetti e Daniela Donghia, si ritiene di accedere alla richiesta.
la I DT del prof. Antonio Caridi con la prof. M. Federica Naddeo e l’assistente specialistica Flavia Grassetto viene assegnata a Massimo Capoccetti, mentre la I CT della prof. Graziella Farenza con la prof. Paola Cigni èpresa in carico dalla nostra Daniela Donghia.


Enrico Luciani saluta tutti calorosamente e si avvia ai luoghi storici: occorre pulire tre pannelli imbrattati. Prima di lasciare chiede la foto di tutti per ricordo e per documentazione

Foto ricordo, da sinistra: i proff. M. Federica Naddeo, Antonio Caridi, Flavia Grassetto, Graziella Farenza Massimo Capoccetti, Daniela Donghia, Paola Cigni, Enrico Luciani

Foto ricordo, da sinistra: i proff. M. Federica Naddeo, Antonio Caridi, Flavia Grassetto, Graziella Farenza Massimo Capoccetti, Daniela Donghia, Paola Cigni, Enrico Luciani

Dopo queste visite vale forse fare delle prime considerazioni sui luoghi storici ritrovati dopo l’estate.
Dopo la questione Villa Sciarra e la risistemazione Mura ,problemi di per sé già gravosi e impegnativi, va segnalato con urgenza anche il Parco Gianicolense.
Il degrado del Gianicolo e in specie di piazzale Garibaldi è davvero insopportabile. Ci mancava anche il fulmine sul monumento di Garibaldi! Speriamo in un restauro veloce del Monumento, ma intanto

Vedi immagini del degrado

Bisogna fare qualcosa di concreto. … occorrerebbe prevedere più di un intervento, mirato,autorizzato a far pulizia. Non si sana neppure la pozzanghera d’acqua permanente, sul vialetto che va ai bagni pubblici…
E BASTA !!

Il saluto della nostra associazione alla Banda dell’Esercito, guidata nei suoi brani musicali dalla direttrice, Capitano Antonella Bona, che abbiamo salutato in amicizia.

Vedi altre immagini

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Bella partecipazione dei ragazzi e ragazze della III O con le prof.sse M. Leonarda Notarangelo e Alba Michelotti. Dall’Arco dei Quattro Venti, già Villa Corsini, si termina a Piazzale Garibaldi, al cannone, e poi si entra al Museo della Repubblica romana. Dalle 9 si arriva alle ore 13 e 15 … e quasi tutti gli alunni sono stati assai attenti e partecipi. BRAVI! E portano tutti le autorizzazioni per la pubblicazione delle immagini, grazie.

Foto di gruppo della III O, in attesa dello sparo del cannone

Foto di gruppo della III O, in attesa dello sparo del cannone

Foto di gruppo al Museo R. R. . Sulla sinistra la prof. Alba Michelotti, sulla destra la prof. Leonarda Notarangelo, al centro Enrico Luciani

Foto di gruppo al Museo R. R. . Sulla sinistra la prof. Alba Michelotti, sulla destra la prof. Leonarda Notarangelo, al centro Enrico Luciani

Vedi tutte le altre immagini

  • 20 Settembre 2018
  • Sede dell’associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo - Via di Donna Olimpia 30 Roma (ore 18)

Luciani apre la riunione e per praticità dei lavori rilegge l’od.g LEGGI CONVOCAZIONE.

Segnala anche una gradita comunicazione inviata dal Sindaco di Roma in risposta al nostro invito, dopo una telefonata diretta dalla segreteria. Analoga comunicazione abbiamo avuto dalla Presidenza della Regione Lazio che avevamo invitato e ringraziato vivamente per la produzione del nuovo dépliant
IL GIANICOLO E LA REPUBBLICA ROMANA DEL 1849 (ed. 2018)
I soci presenti, davvero tenaci quelli arrivati, vista la bufera intervenuta a Roma, hanno voluto dare sostanza e significato all’assemblea partecipando fattivamente: hanno dato pareri positivi sui primi interventi avviati dal presidente, e hanno offerto alcuni pareri vincolanti per le somme da impegnare. Hanno poi avanzato proposte e suggerito azioni per gruppi di lavoro, taluni dei quali sono stati già delineati in prima battuta. Come prima azione si sceglie il potenziamento dell’attività della Visite guidate, ormai quasi una nostra “missione”. Agostino Bistarelli, presente in riunione, ci aiuterà ad organizzare uno dei possibili corsi di formazione per accompagnatori alle visite, virtuali e sui luoghi. Un’attività questa sicuramente alla base del successo che sta ottenendo la nostra associazione, visto il consenso delle adesioni verso la nostra Associazione provenienti dalle sottoscrizioni per il 2 x 1000 dell’anno 2016 per l’attività 2015. Ben 372 sottoscrittori nel 2 x 1000 , con un finanziamento totale significativo che, seppur inferiore ad euro 10.000,00 tra sottoscrizioni dirette e riparto delle somme indistinte, ci consentirà di svolgere con maggiore serenità la nostra attività.

Sulle visite guidate Luciani, all’inizio della riunione, aveva comunicato:-
– che sono già partite le otto Vg dell’I.S. Caffè, cui seguiranno quelle del liceo Manara impegnato a ricordare il 60° anno di nascita della scuola a Monteverde, e poi a sorpresa il Liceo Morgagni che forse anch’esso vuole sperimentare il progetto Accoglienza per le classi prime;
– che il 26 all’ ex Mattatoio, saremo coautori nella giornata OPEN DAY con il Comune di Roma per i progetti del Piano Formativo scelti e organizzati dal Dipartimento Scuola. Nostra Delegazione rappresentata da: Giovanna De Luca Ines Pietracci, Ivana Colletta che saranno all’ex Mattatoio dalle 11 alle 15,30 come da orario precisato dalla telefonata della Dr.ssa Giuseppina Pica del Dipartimento Comune di Roma

Sul 20 settembre e la PRESA DI PORTA PIA, Enrico Luciani ha poi ricordato il programma dei Bersaglieri
LEGGI
Il loro importante appuntamento a Porta Pia da noi sempre condiviso. Una giornata che abbiamo cercato di ricordare anche al Mausoleo con la responsabile dr.ssa Mara Minasi -vedi VG Caffè del 20 settembre-

Luciani , in finale di riunione ha avuto modo di rappresentare il libro di Antonio Di Pierro “L’ultimo Giorno del Papa Re” . Di seguito è indicata la mappa delle operazioni riportata sul libro anch’essa assai utile per capire la realtà di una vera battaglia combattuta a Roma , contrariamente a quanto di solito si narra .

Le classi arrivano all’appuntamento nonostante il maltempo, meritano subito una foto

Da sinistra: Daniela Donghia, Caterina Rendina, Simone Simone, Massimo Capoccetti, Federica Naddeo, Serenella Luisi

Da sinistra: Daniela Donghia, Caterina Rendina, Simone Simone, Massimo Capoccetti, Federica Naddeo, Serenella Luisi

Il prof. Simone Simone, a sinistra, osserva gli alunni arrivati all'appuntamento

Il prof. Simone Simone, a sinistra, osserva gli alunni arrivati all’appuntamento

Le classi entrano nel piazzale interno della Basilica, pronte per andare al Mausoleo, oggi aperto per ricordare il 20 settembre e i CADUTI DI Porta Pia. La dr..ssa Mara Minasi ed Enrico Luciani pronti al Mausoleo a spiegare il 20 settembre 1870

La drssa. Mara Minasi con Enrico Luciani al Mausoleo I CADUTI PER ROMA (1849-1870)

La drssa. Mara Minasi con Enrico Luciani al Mausoleo I CADUTI PER ROMA (1849-1870)

All'interno della cripta del Mausoleo il riquadro che riporta i nomi dei CADUTI a Porta Pia

All’interno della cripta del Mausoleo il riquadro che riporta i nomi dei CADUTI a Porta Pia

La I BT chiede a Daniela Donghia, che è anche storica dell’Arte, di svolgere una visita alle Catacombe di San Pancrazio. D’intesa con Luciani si modifica il percorso: all’uscita eviteranno Villa Sciarra per dirigersi subito al Mausoleo e poi a Piazzale Garibaldi. La I AT della prof.ssa Serenella Luisi svolge invece la visita completa con Massimo Capoccetti che è assai bravo a superare difficoltà ambientali e di gruppo.
Vedi le immagini


Vedi altre immagini

Ottimo inizio per le visite guidate di quest’anno. Ancora in prima fila l’I.S.S. Federico Caffè che dopo ben otto anni ripropone alla nostra Associazione il Progetto Accoglienza classi prime. Il protocollo d’intesa prevede una serie di impegni vicendevoli e un percorso delle Visite (LEGGI) che assicura una più puntuale conoscenza del territorio. L’associazione per ogni alunno partecipante offre gratuitamente un’ immagine dei luoghi della battaglia del 3 giugno 1849 e un dépliant -ormai richiestissimo- “ IL GIANICOLO E LA REPUBBLICA ROMANA del 1849. Quest’anno è in versione aggiornata-edizione 2018/2019- per la ricorrenza del 170° della Repubblica romana.

La nostra Associazione, con Enrico Luciani e Daniela Donghia, ha svolto un sopralluogo al VI e VII bastione delle Mura Gianicolensi insieme alle funzionarie del Comune di Roma: dr.sse Margherita Pasquali e Valentina Valerio. Lo scopo è quello di segnalare l’importanza e l’utilità del nostro progetto di apertura al pubblico di un camminamento del VII bastione. Le due ottime funzionarie, in raccordo con la dr.ssa Gabriella Cimino impossibilitata a venire, hanno spiegato lo stato del progetto dei lavori di sistemazione dell’intera cinta delle mura Urbaniane, lavori sicuramente necessari viste le condizioni del verde davvero molesto sulle mura. L’esame veloce del VII bastione, anche di quella parte chiusa al pubblico, ha consentito alla nostra associazione di chiedere di privilegiare il VII tra i primi interventi e pure di dare un apporto al lavoro di sistemazione che verrà messo in opera dalla Sovrintendenza.


Vedi altre immagini

Sempre tanto caldo il 3 giugno, ma ciò nonostante il pubblico è venuto numeroso. Anche due gruppi Scuola/ Famiglia. BRAVI! A tutti i partecipanti si distribuiscono le immagini dei luoghi (come erano nel giugno 1849), e il dépliant “IL GIANICOLO e LA REPUBBLICA ROMANA DEL 1849 e, sotto la guida di Roberto Calabria assistito da Enrico Luciani e Massimo Capoccetti, prende il via la Visita che si concluderà al Mausoleo Ossario, aperto oggi in via straordinaria su nostra richiesta.


Dopo aver visto le lapidi affiancate si entra a Villa Sciarra e si percorrono i bastioni, sei e sette,
Vedi immagini
si prosegue per l’ottavo bastione fino a raggiungere Villa Spada: la difesa dei bersaglieri lombardi e la morte do Luciano Manara, eroe delle cinque giornate di Milano. Arrivati a San Pietro in Montorio si entra al mausoleo Ossario e alla cripta ove sono i loculi dei CADUTI PER ROMA (1849-1870) e il sarcofago in porfido con le spoglie di Goffredo Mameli

La foto ricordo al Mausoleo dei partecipanti resistenti fino all’ultimo…

Siamo presenti alla cerimonia del Consiglio di Stato “a 70 anni dalla nascita della Costituzione e a 80 anni dall’abominio delle leggi razziali”.

Bellissima cerimonia a Palazzo Spada che ha ricordato i 70 anni dalla nascita della Costituzione e gli 80 anni dall’abominio delle leggi razziali, leggi INVITO e leggi programma, alla quale hanno partecipato numerose personalità e tante scuole impegnate nei temi a concorso. Ha presieduto il Dr. Alessandro Pajno, Presidente del Consiglio di Stato assistito dal Dr. Mario Luigi Torsello, Segretario del Consiglio di Stato.

Saluti finali da parte nostra: ringraziato Raffaello Sestini, abbiamo familiarizzato con alcune scuole Vedi immagini
Ha chiuso la manifestazione il CORO dell’I.C Virgilio con il Maestro Alberto Antinori.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

 
AMILCARE CIPRIANI

(1843-1918)

 
L’uomo più rosso d’Italia

Martedì 29 maggio dalle ore 18.00 presso la libreria Fahrenheit 451
Campo de’ Fiori 44 – 00186 Roma, tel 066875930,

In occasione del centenario della sua morte e dell’anniversario della settimana di sangue nella Comune di Parigi, ricorderemo la figura più coerente e idealista tra i militanti del pensiero libertario e del movimento operaio italiano e internazionale.
Patriota nelle guerre di Indipendenza Italiana, garibaldino nella spedizione dei Mille, Internazionalista in Grecia, Egitto, Francia, Creta, Comunardo impenitente deportato in Nuova Caledonia, prigioniero politico in Italia nel famigerato carcere di Portolongone.

Ricostruiremo la vita avventurosa e straordinaria di Amilcare Cipriani con:

  • Giovanni Cipriani, pronipote di Amilcare Cipriani
  • Guido Palamenghi Crispi, pronipote di Francesco Crispi e specialista di Storia Risorgimentale e dei Mille
  • Vittorio Emiliani, scrittore e giornalista, già direttore de Il Messaggero, conoscitore e autore di libri inerenti al periodo e al contesto politico
  • Catia Gabrielli, libraia di Fahrenheit 451 e cultrice della Comune di Parigi
  • Enrico Luciani, Presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani e del Comitato Il Gianicolo.

Per l’occasione ci sarà una piccola esposizione di copie di giornali e foto dell’epoca, una lettera originale di Amilcare Cipriani e una medaglia commemorativa del 1918 a lui dedicata.
——————————
Serrato e interessantissimo dibattito alla libreria Fahrenheit annunciato su la Repubblica .
Spazio e tempo assai ristretti, infatti, per una riunione così importante in uno spazio che non ha consentito la piena partecipazione del pubblico presente.
Interventi ampi e approfonditi da parte di Guido Palamenghi Crispi, Vittorio Emiliani e Catia Gabrielli e un breve saluto da parte di Giovanni Cipriani. Enrico Luciani presidente dell’Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo è intervenuto brevemente sul socialismo di Cipriani e la sua popolarità a Donna Olimpia; sulla Comune ha citato alcuni passaggi dal libro di Andrea Costa.
Luciani ha lasciato il testo del suo intervento (tra le immagini quella di Cipriani con la dedica di Argentina Altobelli), gradito da un giovane studioso impegnato in una tesi su Cipriani e ha regalato alla libreria Fahrenheit, con dedica a Catia Gabrielli, la pubblicazione fuori commercio di Luigi Campolonghi AMILCARE CIPRIANI.

Ringraziamenti a Cesare, un bel compleanno!

Enrico Luciani e Cesare Balzarro tra i busti

Enrico Luciani e Cesare Balzarro tra i busti

Enrico Luciani e Cesare Balzarro al Belvedere della Costituzione del 1849

Enrico Luciani e Cesare Balzarro al Belvedere della Costituzione del 1849

I coniugi Evtimov ci ringraziano

I coniugi Evtimov ci ringraziano

La nostra mappa dei busti e delle stele nel Parco Gianicolense

La nostra mappa dei busti e delle stele nel Parco Gianicolense

Un po’ di degrado al Gianicolo, la targa davanti al Mausoleo è sbancata…, l’erba è alta, e il Fontanone è senz’acqua…

Vedi altre immagini

Nell’ambito della trasmissione RAI “Passato e Presente” condotta da Paolo Mieli è stata oggi messa in onda una puntata dedicata agli avvenimenti della Repubblica romana del 1849.

Al minuto 25:43 inizia il terzo capitolo, dedicato alla “BATTAGLIA DEL GIANICOLO”, in cui , al minuto 28:18, si può seguire l’intervento della dott.ssa MARA MINASI, direttrice del Museo della Repubblica Romana, riguardante l’attacco dei Francesi ai bastioni, l’apertura delle brecce nelle mura e la caduta delle difese.

Mara Minasi, direttrice del Museo della Repubblica Romana

Mara Minasi, direttrice del Museo della Repubblica Romana

Accedi a RAIplay per guardare il programma.

  • 23 Maggio 2018
  • ore 9:00 »
  • Regione Lazio, Sala Tirreno Piazza Oderico da Pordenone, 15 Roma - ARTES

La nostra Associazione è presente alla riunione indetta

Nella sala Tirreno sono presenti tante associazioni

Nella sala Tirreno sono presenti tante associazioni

Parla Tiziana Biolghini

Parla Tiziana Biolghini

Enrico Luciani con Noemi Cavicchia Grimaldi e Massimo Capoccetti

Enrico Luciani con Noemi Cavicchia Grimaldi e Massimo Capoccetti


Programma e interventi

TERZO SETTORE RIFORMA, TRANSIZIONE, NUOVI SCENARI 23 MAGGIO 2018 – ore 9.00 Regione Lazio

La società che abbiamo di fronte è nel mezzo di una transizione che non ha eguali nella storia dell’uomo. Da molte analisi emerge la difficoltà di affrontare il cambiamento da “un mondo che non è più” ad “un mondo che non è ancora”. Dunque, le politiche di innovazione sociale devono mirare a cambiare nel profondo le coordinate del modello di sviluppo di cui gli uomini chiedono di essere sempre più attori e meno spettatori (o vittime) e considerando la coesione sociale non come una ricaduta della crescita economica, ma, al contrario, come un suo fattore abilitante. Una società più coesa che pone al centro il benessere delle persone e delle comunità, infatti, è in grado di praticare uno sviluppo più equilibrato, inclusivo e durevole.

INTERVERRANNO

  1. Andrea Tardiola, Segretario generale, Salute e Politiche sociali, Regione Lazio DAL PIANO SOCIALE REGIONALE ALLA LEGGE 11/2016
  2. Alessandro Lombardi, direttore generale del Terzo settore, Ministero del Lavoro e delle Polit. Sociali RAPPORTI TRA P.A. ED ENTI DEL TERZO SETTORE
  3. Gabriele Sepio, consulente Ministero del Lavoro e Politiche sociali, estensore decreti di riforma del terzo settore, membro del Consiglio nazionale del Terzo settore RIFORMA DEL TERZO SETTORE TRA SUSSIDIARIETÀ’ E INNOVAZIONE SOCIALE
  4. Luigi Corvo, professore facoltà di Economia di Tor Vergata IMPATTO SOCIALE E RUOLO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE
  5. Francesca Danese, portavoce Forum Terzo settore Lazio LA SFIDA DELLA CO-PROGETTAZIONE PER COSTRUIRE MODELLI DI COESIONE SOCIALE

CONCLUSIONI

Alessandra Troncarelli, Assessore alle Politiche sociali e Welfare, Regione Lazio

COORDINA

Tiziana Biolghini, dirigente Area Sussidiarietà orizzontale, Terzo settore e Sport, Regione Lazio

  • 8 Maggio 2018
  • ore 18:00 »
  • Società Dante Alighieri: Sala del Primaticcio- Piazza Firenze 27 Roma

Martedì 8 MAGGIO ore 18
Piazza Firenze 27, SOCIETÀ’ DANTE ALIGHIERI
Siete invitati alla presentazione del libro di Marco Valerio Solìa,
giovane e valente socio dell’associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo,
IL MEDICO DEGLI EROI – Agostino Bertani e l’Estrema Sinistra Storica

—O—

Insieme all’autore Marco Valerio Solìa, Interverranno Enrico Luciani presidente dell’associazione, e lo storico Guido Palamenghi Crispi

Leggi INVITO in ALLEGATO

La S. V . è invitata a partecipare

Enrico Luciani
Presidente Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo



LA PRESENTAZIONE SI E’ SVOLTA nella Sala del Primaticcio della SOCIETA’ DANTE ALIGHIERI- ore 18 –

 

Malgrado il maltempo davvero proibitivo, le attese dei primi partecipanti vengono premiate: oltre ai fedelissimi, arrivano altri, graditissimi, tra i quali segnaliamo lo storico Carlo Piola Caselli, la dr.ssa Maria Pia Critelli della BSMC, Mara Minasi responsabile del Museo della Repubblica Romana, lo storico Di Giorgi Massimo de LUMSA, il consigliere estero Egle Pasquali, il dr. Mario Di Napoli consigliere parlamentare presso la Camera dei deputati.

Vedi immagini presenze

Si può finalmente procedere alla presentazione del libro di Marco Valerio Solìa

IL MEDICO DEGLI EROI – Agostino Bertani e l’Estrema Sinistra Storica.

Enrico Luciani, ha iniziato la presentazione del libro ponendo subito all’attenzione la figura del giovane scrittore Marco Valerio Solìa, peraltro socio dell’associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo che viene pure spiegata al pubblico partecipante. Leggi presentazione.

 

Segue l’ampia relazione dello storico Guido Palamenghi Crispi, importante comunicatore culturale a suo tempo curatore del libro “Repubblica e Monarchia – il diverbio Mazzini e Crispi”, e da ultimo conclude la presentazione del libro IL MEDICO DEGLI EROI lo stesso autore Marco Valerio Solìa.

da sinistra: Marco Valerio Solìa, Enrico Luciani, Guido Palamenghi Crispi

da sinistra: Marco Valerio Solìa, Enrico Luciani, Guido Palamenghi Crispi

Partecipanti attenti, nella bella Sala del Primaticcio

Partecipanti attenti, nella bella Sala del Primaticcio

Il Dr. Mario Di Napoli elogia l’autore Marco Valerio Solìa

Il Dr. Mario Di Napoli elogia l’autore Marco Valerio Solìa

Mario Di Napoli, presidente dell’Associazione Mazziniana Italiana, ricorda anch'egli Agostino Bertani

Mario Di Napoli, presidente dell’Associazione Mazziniana Italiana, ricorda anch’egli Agostino Bertani

Tanti applausi da parte dei presenti, e assai apprezzato l’intervento del dr. Mario Di Napoli che ha espresso un sincero consenso al libro di Solìa perché oltre all’impegno per un personaggio che spazia per gran parte del Risorgimento l’autore ha saputo meritoriamente riportare all’attenzione la figura di Agostino Bertani.Mario Di Napoli, Presidente dell’Associazione Mazziniana Italiana, si è congratulato vivamente con l’Associazione Cipriani/Gianicolo quale realtà che opera per la memoria risorgimentale, e con Marco Valerio Solìa, che è stato da lui invitato ad una presentazione del libro a Pisa, alla Domus Mazziniana.Alle ore 20 la riunione si è conclusa, felicemente, anche se fuori la pioggia ancora imperversa…

Arrivano puntuali a Villa Pamphilj la classe IV D della prof.ssa Daniela La Macchia, e la classe IV C della prof.ssa Paola Risoldi, nonostante la distanza della scuola rispetto al Gianicolo. E’ l’ITAS (Istituto Tecnico Agrario Statale) di via Ardeatina, una scuola per l’Agraria che porta il nome dell’Eroe. Il primo augurio che facciamo loro è che almeno in questa scuola l’intitolazione non venga cambiata nel futuro dalle esigenze burocratiche scolastiche….
Formano un bel gruppo… Maggiorenni e consenzienti gradiscono una foto ricordo con le loro insegnanti

Le classi IV D e IV C con le prof.sse Paola Risoldi e Daniela La Macchia, a Villa Pamphilj; con loro Enrico Luciani, Mariapaola Pietracci Mirabelli e Daniela Donghia

Le classi IV D e IV C con le prof.sse Paola Risoldi e Daniela La Macchia, a Villa Pamphilj; con loro Enrico Luciani, Mariapaola Pietracci Mirabelli e Daniela Donghia

Le ragazze e i ragazzi si mostreranno attenti ai luoghi e alla storia del nostro Risorgimento con un percorso completo lungo le mura gianicolensi, le brecce, l’interno di Villa Sciarra, Villa Spada, Fontanone, fino alla conclusione della visita a Piazzale Garibaldi
Vedi altre immagini

Enrico Luciani e Roberto Cerulli fanno da accompagnatori per la passeggiata storica. Leggi INVITO

Dopo la visita del Museo si è visitato Villa Spada, il Mausoleo Ossario, il Fontanone e poi il Parco con i suoi monumenti e busti. Contenti i partecipanti, sempre bello il Gianicolo e il panorama di Roma.

Vedi immagini della passeggiata

Bello sì, MA QUANTO DEGRADO… Si cammina per arrivare al Faro e al monumento di Anita ma il panorama di Roma non si vede a causa della vegetazione (pure il pannello di Anita è coperto dai rami pendenti) e al Faro ancora scritte e danni
Vedi immagini

Una bella serata al Circolo A. Cipriani (leggi INVITO) annunciata con un bella notizia su la Repubblica (leggi)

Contenti, vogliamo esprimere vivi ringraziamenti a tutti i partecipanti che hanno saputo dialogare e partecipare, rendendo piacevole e importante questo nostro importante incontro che si è potuto concludere in modo assai festoso. Un ringraziamento anche ai nostri relatori, di seguito in immagine.

MOLTE PRESENZE AL CIRCOLO A. CIPRIANI, IL LOCALE È AFFOLLATO GIÀ DI PRIMO POMERIGGIO.
Tra i primi ad arrivare: Il Consigliere comunale Roberto Di Palma, insieme alla dr.ssa Angela Maria Atzeni del Cerimoniale del Comune di Roma, e il direttore Patrizio Colantonio, dell’Associazione Sbarco di Anzio- ove ieri con il nostro Gianfranco Martini hanno posto omaggi floreali alla lapide di Amilcare Cipriani-, leggi http://comitatogianicolo.it/2018/la-nostra-associazione-rappresentata-da-gianfranco-martini-si-reca-ad-anzio-e-organizza-con-patrizio-colantuono-la-cerimonia-a-ricordo-di-amilcare-cipriani-nel-centenario-della-morte/18926 . Subito dopo arrivano Giovanni Cipriani con familiari-pronipoti e cugini al seguito, Katia Gabrielli (titolare della libreria Fahrenheit a Campo di Fiori-Roma), Mara Minasi responsabile del Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina, e poi l’On Gemma Guerrini e l’ass. Trastevere Attiva.
Vedi le immagini
Dopo gli interventi, numerosi e significativi, anche l’aperitivo e i cioccolatini per tutti i partecipanti.


DA RADIO RADICALE – in VIDEO E AUDIO

Tutti gli interventi (durata 01:49:54) sono godibili in VIDEO e in AUDIO cliccando
http://www.radioradicale.it/scheda/539807/in-ricordo-di-amilcare-cipriani-nella-ricorrenza-del-centenario-della-morte

Sono intervenuti: Enrico Luciani (presidente dell’associaziione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo), Roberto Di Palma (consigliere del Comune di Roma, MoVimento 5 Stelle), Vittorio Emiliani (giornalista, scrittore, già direttore del “Messaggero”, presiede Comitato per la Bellezza), Agostino Bistarelli (componente della Giunta centrale per gli studi storici), Enrico Luciani (presidente dell’Associa zione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo), Mara Minasi (direttrice del Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina), Katia Gabrielli (titolare della libreria Fahrenheit di Roma), Giovanni Cipriani, Gemma Guerrini (consigliere al Comune di Roma, MoVimento 5 Stelle).

Tra gli argomenti discussi: Anarchia, Cipriani, Democrazia, Francia, Garibaldi, Risorgimento, Romagna, Storia.

Lista singoli interventi
RELATORE CARICA ARGOMENTO DURATA vedi
Enrico Luciani presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo Introduzione 02:45
Roberto Di Palma consigliere del Comune di Roma (MOVIMENTO 5 STELLE) Saluto e ringraziamenti da parte della Sindaca  00:46
Vittorio Emiliani giornalista, scrittore, già direttore del “Messaggero”, presiede Comitato per la Bellezza Cipriani e la Romagna garibaldina e anarchica  28:15
Agostino Bistarelli componente della Giunta centrale per gli studi storici La figura di Cipriani combattente e volontario  38:50
Enrico Luciani presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo Il Cipriani” e la sua storia: da CINQUANTANNI e più a Donna Olimpia  10:41
Vittorio Emiliani giornalista, scrittore, già direttore del “Messaggero”, presiede Comitato per la Bellezza Cipriani, come Pertini, hanno trasmesso un esempio ai posteri  07:53
Enrico Luciani presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo Aneddoto sull’amicizia tra Cipriani e Flourens ai tempi della Comune  04:48
Vittorio Emiliani giornalista, scrittore, già direttore del “Messaggero”, presiede Comitato per la Bellezza Presentazione del ritratto di Amilcare Cipriani preparato per Radio Radicale
(vedi più in basso link)
 01:31
Mara Minasi direttrice del Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina Notizie sulla recente acquisizione, da parte del museo, di nuova documentazione storica relativa, tra l’altro, ad Amilcare Cipriani  02:29
Enrico Luciani presidente dell’Associazione Amilcare Cipriani e del Comitato Gianicolo Ringraziamento a Manuela Franci e Roberto Calabria per il lavoro svolto in occasione delle visite guidate sui luoghi della battaglia del 30 aprile  00:59
Katia Gabrielli titolare della libreria Fahrenheit di Roma Presentazione della giornata in ricordo di Cipriani organizzata in libreria il 29 maggio 2018  01:21
Giovanni Cipriani pronipote di Amilcare Cipriani Saluto, accenno alla mostra del 29 maggio presso la libreria Fahrenheit e dono di una copia della pubblicazione sulla battaglia di Piazza S.Croce in Gerusalemme   02:12
Gemma Guerrini consigliere al Comune di Roma (MOVIMENTO 5 STELLE) Importanza, per Roma, delle manifestazioni in ricordo della RR ed auspicio che il Comune possa in futuro sostenerle  02:38
Interventi del pubblico      04:22

Ringraziamo Radio Radicale per la ripresa dell’intera serata

Radio Radicale ha inoltre trasmesso un’intervista (durata 33:58) in cui Vittorio Emiliani parla di Amilcare Cipriani
(potrete ascoltarla cliccando il triangolo bianco a sinistra nell’immagine qui sotto)


 

Intervengono Vittorio Emiliani, Agostino Bistarelli, Enrico Luciani.

Amilcare Cipriani

Amilcare Cipriani

lapide

lapide

Vedi invito

Vittorio Emiliani intervistato da radio Radicale parla della riunione al Cipriani sul centenario della morte di Amilcare Cipriani (vedi)
Ascolta intervista

1° maggio 2018
appuntamento ore 10,15 – Villa Pamphilj Largo 3 giugno 1849

Passeggiata a Villa Pamphilj sui luoghi dei combattimenti del 30 aprile 1849
Con Enrico Luciani, conducono la visita guidata il dr. Roberto Calabria e l’arch. Manuela Franci

Armanino: Attacco del 30 aprile 1849 Litografia a colori (Museo Centrale Risorgimento Roma)

Armanino: Attacco del 30 aprile 1849 Litografia a colori (Museo Centrale Risorgimento Roma)

Commento all’immagine:Il 30 aprile i francesi attaccano in forze le Mura Vaticane, puntando su Porta Angelica, mentre un loro contingente si dirige verso Porta San Pancrazio. Sotto le Mura Vaticane gli assalitori vengono bloccati dal fuoco dei difensori. Qui si vede Garibaldi che esce da Porta San Pancrazio guidando il contrattacco, tricolore al vento; è attorniato dagli ufficiali del suo Stato Maggiore; dietro di lui è il suo assistente nero, Andrea Aguyar, detto “il moro di Garibaldi”, e dietro ancora si intravede lo squadrone dei lancieri di Masina. I francesi verranno clamorosamente sconfitti

Dall’ingresso della Villa, sulla linea dell’acquedotto Paolo V e l’Arco Tiradiavoli in via Aurelia Antica, la visita guidata –gratuita- procede  tra i pini e i lecci fino al monumento ai caduti francesi e termina a Villa Vecchia davanti al leccio secolare. Rientrati a largo 3 giugno sarà svolto, a richiesta,  il racconto della battaglia del 3 giugno 1849.

Nino Costa, Quel che vidi e quel che intesi, pagg.82-83

“Noi avevamo per riparo le arcate dell’Acquedotto…trovansi dei lecci secolari, dietro cui noi ci riparavamo”

Goffredo Mameli, lettera alla madre il 1° Maggio 1849

“Dopo molti anni questo è il primo giorno di gloria per l’Italia”

Le scuole elementari e medie interessate al progetto scuola-famiglia sono invitate a segnalare eventuali presenze di gruppi classi interessati alla visita gratuita,  per la migliore gestione dei nostri accompagnatori.

la S.V. è invitata a partecipare
Enrico Luciani
Presidente dell’Associazione, www.comitatogianicolo.it

Vedi invito


SVOLGIMENTO DELLA VISITA GUIDATA  E FOTO DI GRUPPO AL TERMINE DELLA PASSEGGIATA

Nonostante il maltempo partecipano alla visita molti appassionati e una consistente delegazione ACEM: proprio all’ingresso della Villa Pamphilj si verifica un accanito scambio di idee sul Risorgimento con un gruppo di visitatori nordisti incredibilmente simpatizzanti dei BORBONI… Enrico Luciani li redarguisce e mostra loro i luoghi eroici dei combattimenti, il pannello del 3 giugno 1849 e regala al loro coordinatore il dépliant la Repubblica romana del 1849 vedi 1, 2 e 3.
La visita, allietata anche dalla bellissima Anna in braccio al papà Gianluca, è molto valida con una prima sosta all’acquedotto e poi a Villa Algardi. Le nostre guide: lo storico Roberto Calabria e l’architetta Manuela Franci, mostrano dettagli e mappe dei luoghi e i movimenti in battaglia vengono spiegati dai commenti diretti di Garibaldi e del comandante francese Vaillant riportati sulla nostra pubblicazione IO C’ERO.

Si arriva alla zona dei combattimenti, quelli al riparo dei lecci secolari, come dice il combattente Nino Costa in “Quel che vidi quel che intesi”. Una partecipante spiega con fervore (e competenza) Nino Costa pittore, anticipatore dei Macchiaioli. Si arriva al monumento dei caduti francesi.

clicca e vedi immagini

Dal viale del monumento ai caduti francesi si arriva a Villa Vecchia e si ammira il leccio davvero secolare … Roberto e Manuela spiegano Villa Vecchia e i luoghi. La piccola Anna sempre sveglia, BRAVA, è in braccio a mamma Emanuela. Prima di salutarci viene donata a tutti anche la nostra pubblicazione IO C’ERO e al più giovane dei presenti la nostra pubblicazione L’ESERCITO DELLA REPUBBLICA ROMANA.

La visita è terminata e si ripassano i luoghi fino all’ingresso del 3 giugno 1849 dove Nadia Minaudo ha modo di salutare affettuosamente i suoi dirigenti ENEL: Enrico Luciani (ante 2000) e Silvia Stellato (2018)

Gianfranco Martini e tutti i rappresentanti di Anzio hanno ricordato il grande combattente della libertà e hanno altresì avuto modo di ricordare anche lo scomparso Guglielmo Natalini appassionato scrittore di Cipriani e autore dell’epigrafe sulla lapide.
Il Busto di Amilcare Cipriani, è posizionato di fronte all’ingresso di Villa Albani, ed è stato realizzato dall’artista Anna Maria Ruisi (foto Benassei).

Patrizio Colantonio con la corona Ass. Sbarco Di Anzio e Circolo Cipriani di Roma e i fiori della nostra associazione

Patrizio Colantonio con la corona Ass. Sbarco Di Anzio e Circolo Cipriani di Roma e i fiori della nostra associazione

foto ricordo: srcset=

Ai lati l’amministrazione di Anzio e al centro, il nostro Gianfranco Martini con Anna Maria Ruisi e Patrizio Colantonio” width=”437″ height=”335″> foto ricordo: >Ai lati l’amministrazione di Anzio e al centro, il nostro Gianfranco Martini con Anna Maria Ruisi e Patrizio Colantonio

La classe IV B e la prof.ssa Marina Muscatello arrivano puntuali nonostante la distanza della scuola rispetto al Gianicolo. Dalla Tuscolana via Metro si sono giovati del trenino e sono scesi alla fermata della stazione Quattro Venti. Puntuale anche il ragazzo parzialmente abile che ha seguito tutto il percorso e si è giovato della solidarietà e dell’affetto di tutti. Una bella cosa vedere la scuola che funziona.
Una bella foto di gruppo al Fontanone premia la loro giornata: le immagini sono autorizzate. Tutti contenti, e la prof.ssa Muscatello si candida per il prossimo anno scolastico con quattro classi. Grazie!

Foto della Classe IV B del’IIS PIRELLI al Fontanone . Sulla sinistra la prof. Marina Muscatello , al centro Enrico Luciani e Massimo Capoccetti

Foto della Classe IV B del’IIS PIRELLI al Fontanone . Sulla sinistra la prof. Marina Muscatello , al centro Enrico Luciani e Massimo Capoccetti

Clicca per vedere altre immagini

 

Al termine della visita ci si trova di fronte ad uno spettacolo vergognoso: intorno al muro della Costituzione c’é un vero e proprio immondezzaio, con buste e bicchieri di plastica, bottiglie vuote di birra, cartacce e quant’altro (sicuramente residui della gazzarra di qualche giorno prima, allorché furono anche divelti i tre busti).
Oltre all’inciviltà dei protagonisti di quella bella impresa, resta comunque l’inerzia della PP.AA perché nell’ultimo mese la situazione di decoro del Belvedere ha lasciato molto a desiderare.
Per fortuna, come si può vedere dalle foto, i ragazzi, su invito dell’insegnante e per ringraziarci della visita offerta, si sono adoperati raccogliendo da terra quello che hanno potuto e ripulendo sia pure parzialmente una piccola zona dei giardini davanti al muro. Va tributato loro un plauso e un sincero ringraziamento per il senso civico dimostrato.

Arrivano dalla sede di Via delle Vigne -Via Portuense (vicino Villa Sandra): dal Trullo prendono l’autobus 870. In verità, molti arrivano con mezzi propri: sono grandi. Un poco di pioggia di primo mattino ci disturba ma subito arriva il bel tempo per una comoda passeggiata completa sui luoghi del 1849: fino a Villa Sciarra, le mura , Villa Spada, Fontanone e piazzale Garibaldi. Dopo lo sparo, alle 12,15 ingresso al Museo della Repubblica romana. Contenti gli insegnanti Saverio Attrotto e Roberta Servi e così pure le nostre accompagnatrici storiche Noemi Cavicchia Grimaldi e Mariapaola Pietracci Mirabelli. Sembrano soddisfatti anche gli alunni delle due classi: ci hanno promesso un video. BENE, Bravi! Enrico Luciani, dopo il suo discorso iniziale di saluto, li ha invitati tutti alla VG del 1° Maggio in ricordo della vittoria del 30 aprile 1849.

Una bella mattinata, giro completo fino a Villa Sciarra, Mausoleo e Parco. Dopo mezzogiorno c’è tempo per andare al Belvedere della Costituzione del 1849 ove la guida storica Massimo Capoccetti e la prof.ssa Lucia De Santis impegnano le ragazze e i ragazzi nel confronto tra la Costituzione del 1849 e quella del 1946.

Enrico Luciani con la prof.ssa Lucia De Santis davanti al Busto di Menotti Garibaldi

Enrico Luciani con la prof.ssa Lucia De Santis davanti al Busto di Menotti Garibaldi

Massimo Capoccetti a Piazzale Garibaldi si diverte insieme agli alunni

Massimo Capoccetti a Piazzale Garibaldi si diverte insieme agli alunni

Vedi altre immagini al cannone

Una bella e allegra compagnia, molta attenta e curiosa. Si impegnano questi giovani: Simone, Alessia, Leonardo, leggono e interpretano i luoghi… Arrivano di primo mattino e svolgono tutto il percorso; dopo il cannone vogliono ancora vedere il Parco e il Belvedere della Costituzione del 1849. Ottimo il rapporto con le insegnanti. Arriva qualche consenso anche per noi accompagnatori… GRAZIE. La sensazione che riceviamo è che il loro impegno di studio come IPSEOA (Istituto per i Servizi per Enogastronomia ed Ospitalità Alberghiera) li renda sicuri del loro futuro lavoro. Bene. E pure le immagini sono autorizzate…

Foto di gruppo per le classi IV G e I: il luogo è magico!

Foto di gruppo per le classi IV G e I: il luogo è magico!

Vedi le immagini della passeggiata


E poi rileviamo i danni ai busti del Parco… fatti da vili incivili Leggi

  • 13 Aprile 2018
  • 17:00 »
  • Velletri: Invito del Circolo artistico La Pallade Veliterna alla Sala Vincenzo De Rossi e al Viale della Villa Ginnetti
Programma

Vedi la Mostra e la ghigliottina

Belle classi, libere, attente, con alunni per lo più maggiorenni che si dichiarano favorevoli alle immagini, e con due prof.sse Marisa Tulli e Rosa Traversi assai aperte e con un buon rapporto con le alunne (pochi i maschi): molto facilitato il compito dei due accompagnatori Massimo Capoccetti e Enrico Luciani

Foto ricordo per la classe IV AM della prof.ssa Marisa Tulli con Enrico Luciani

Foto ricordo per la classe IV AM della prof.ssa Marisa Tulli con Enrico Luciani

Foto ricordo per la classe IV P della prof.ssa Rosa Traversi con Massimo Capoccetti

Foto ricordo per la classe IV P della prof.ssa Rosa Traversi con Massimo Capoccetti

Un percorso in pieno sole dal viale dei combattimenti del 3 giugno 1849 – si vedono le immagini dell’Esercito dei romani e l’immagine di Goffredo Mameli – si arriva alle brecce, Villa Sciarra, VII e VIII bastione, Villa Spada e Mausoleo. Davide, Matteo e Nicolas interpretano le battaglie sui luoghi.

Vedi immagini

Mentre Enrico Luciani ed Ezio Paparelli, in corso di formazione, attendono la II D del Liceo Morgagni, incontriamo una classe dell’I.S. Federico Caffè in visita guidata con le prof.sse Silvia Varese e Isabella Cognatti alla quale abbiamo proposto una mini-azione teatrale per il 3 giugno.
Un poco in ritardo, partiamo finalmente con la classe II D, e riusciamo a non tagliare del tutto Villa Sciarra … si salirà sui bastioni e al tempietto la prossima volta. D’altra parte sarebbe stato un peccato non approfittare dell’ingresso al Mausoleo (di giovedì è aperto ed oggi era visitabile anche la cripta) o rischiare di mancare all’appuntamento con il mezzogiorno … di fuoco al Gianicolo
Dopo lo sparo la classe ha gradito una breve discussione sul Parco e una rapida spiegazione su Pisacane e Colomba Antonietti. Ottima visita. Bravissimi le ragazze e i ragazzi, assai partecipi, e pronta la prof.ssa Cinzia Suriani che alla fine ci ha voluto fare i complimenti per i contenuti e le modalità della visita. Grazie

Bella passeggiata con Giuseppe Garibaldi e il figlio Costante sui luoghi dei combattimenti di Garibaldi a difesa di Roma e della Repubblica romana del 1849. Hanno chiesto la collaborazione della nostra Associazione per favorire la conoscenza dei luoghi della battaglia, utile alla produzione del documentario sulla vita di Garibaldi, autore Martin Betz (della pre tv Wien) assistito dalla signora Cristina Ricci.

 

DESTINAZIONE  5 per 1000 IRPEF  al GIANICOLO e alla Repubblica Romana del 1849 — scrivi codice fiscale  97043950589

Per la DIFESA ambientale e storica del  Gianicolo e  per divulgare nelle scuole e tra i cittadini la MEMORIA storica della Repubblica romana del 1849

Controlla le associazioni prima di sottoscrivere ….!    Il nostro Bilancio dell’anno 2017 è visibile, trasparente… lo  puoi vedere cliccando sul nostro sito

http://comitatogianicolo.it/2018/assemblea-ordinaria-dei-soci-dellassociazione-a-cipriani-e-comitato-gianicolo-elezione-del-consiglio-direttivo-e-della-presidenza-dellassociazione/18365

Le ragazze e i ragazzi della II G subito puntuali e precisi. Molto attenti, ricevono il depliant Il Gianicolo e la Repubblica romana del 1849 e pure l’immagine dei luoghi dei combattimenti dalla litografia di Palladini. Sono molto colpiti dall’immagine di Mameli che Luciani mostra mentre ricorda gli attacchi a Villa Corsini e il suo ferimento alla gamba che lo porterà alla morte il 6 luglio per cancrena.

Dopo il Vascello e Porta San Pancrazio passeggiata sotto le mura e poi all’interno di Villa Sciarra si cammina sopra le mura. Dopo Villa Spada si entra al Mausoleo, oggi aperto. EVVIVA anche la cripta è aperta. Allo sparo del cannone, tutti a casa. Bene.

Bella giornata quella da noi organizzata al Gianicolo per la ricorrenza dell’Unità d’Italia dello scorso 17 marzo ove si sono registrate tante presenze e una partecipazione attiva e spontanea. Gradita la presenza dell’On. Gemma Guerrini in rappresentanza del Sindaco di Roma che ci ha voluto inviare la seguente nota:

Gent.mo Sig. Enrico Luciani,
sono io a ringraziare lei per aver contribuito con la sua associazione a dare risalto a date e luoghi così significativi per la nostra Città e per il nostro Paese.
E con la preghiera di condividerli con tutti i membri dell’Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo, mi è davvero gradita l’occasione di inviarle i miei più cordiali saluti.
Dott.ssa Gemma Guerrini
Cons.Roma Capitale

Tale ricorrenza, spesso trascurata, ingiustamente a detta di molti, e tra questi ricordiamo l’asciutto commento di due anni fa del giornalista Sergio Rizzo, è stata da noi riportata all’attenzione delle scuole e del pubblico. Su tale scelta, prima di mostrare i successivi brevi filmati riferiti a momenti di partecipazione e ad alcune interviste di autorità presenti, abbiamo perciò ritenuto utile riportare le seguenti nostre considerazioni sui motivi della nostra insistenza a ricordare tale data.

PERCHÉ CELEBRARE IL 17 MARZO. E noi perché al Gianicolo

LEGGI NOTA sul 17 marzo

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

INTERVISTE

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.


leggi traduzione intervento

Interessati all’evento, inoltriamo agli insegnanti a noi più vicini il seguente invito al progetto di un corso di aggiornamento, a noi pervenuto dalla Giunta centrale studi storici.

Da: Segreteria Giunta centrale studi storici <segreteria@gcss.it> 
Inviato: domenica 25 marzo 2018 19:40 
A: enrico.luciani@tin.it
Oggetto: Fwd: Corso L’Ottocento e i suoi documenti

——- Messaggio originale ——–

 leggi lettera allegata

Gentile docente,

in allegato si trasmette il progetto di un corso di aggiornamento dal titolo L’Ottocento e i suoi documenti: dal testo alla fotografia organizzato nel quadro del Protocollo d’intesa La storia come esperienza di formazione, siglato tra MIUR DG Ordinamenti e Giunta centrale per gli studi storici, e con la partecipazione del Museo centrale del Risorgimento.

Per iscriversi (entro il 3 aprile  2018) o per chiedere informazioni:

Giunta centrale per gli studi storici

segreteria@gcss.it, tel. 064880597

La ricorrenza del 157° anniversario dell’Unità d’Italia, annunciata con un chiaro invito alle scuole romane a noi più vicine leggi INVITO, ha visto un successo di partecipazione. Malgrado la giornata di sabato (scuole chiuse) e malgrado la minaccia di PIOGGIA, infatti, si sono svolte le visite ai monumenti e ai luoghi risorgimentali. Presenti anche importanti rappresentanti istituzionali, scolastici e internazionali, che hanno dato maggior importanza al nostro appuntamento, a partire dall’On. Gemma Guerrini in rappresentanza del Sindaco di Roma Virginia Raggi.

L’On Gemma Guerrini parla dell’Unità d’Italia ed elogia i dipendenti comunali; esemplare - dice- il dr. Alessandro Cremona, che ha aperto il FARO e ha descritto il Parco, in immagine insieme ad Enrico Luciani ideatore della manifestazione.

L’On Gemma Guerrini parla dell’Unità d’Italia ed elogia i dipendenti comunali; esemplare – dice- il dr. Alessandro Cremona, che ha aperto il FARO e ha descritto il Parco, in immagine insieme ad Enrico Luciani ideatore della manifestazione.

Partecipano alla cerimonia anche il prof. americano T. Corey Brennan che saluta l’On. Gemma Guerrini e il Direttore USRLazio Dr. Gildo De Angelis (sulla destra)

Partecipano alla cerimonia anche il prof. americano T. Corey Brennan che saluta l’On. Gemma Guerrini e il Direttore USR Lazio Dr. Gildo De Angelis (sulla destra)

IL GRANDE L’IMPEGNO DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE (dalle 10 alle13) PREMIATA DAL PUBBLICO, COME SI PUO’ VEDERE DALLA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI SUI LUOGHI PRESTABILITI ove erano posizionati tanti nostri accompagnatori. Nell’immagine al termine della giornata , con al centro la Dr.ssa Mara Minasi responsabile del Mausoleo, si possono vedere, da sinistra: il prof. Corey Brennann, Alessandro Pace, il trombettiere Daniele Ciaglia, Manuela Franci, Enrico Luciani, Roberto Pagano, Daniela Donghia, Marisa Pietracci, Noemi Grimaldi, Mariapaola Pietracci Mirabelli, Massimo Capoccetti, Ivana Colletta, il Bersagliere Mario, Roberto Calabria ed Elena D’Effremo (Giovanna De Luca, Agostino Bistarelli, Emanuela Mariani, Roberto Cerulli, Marco Valerio Solia, assenti in foto perché impegnati e così pure Antonio Cardellini e Mario Savelli ancora ad operare al Museo della Repubblica romana – Vedili in azione)

Si comincia dal FARO DEGLI ITALIANI D’ARGENTINA, con la classe IV A del Liceo Manara guidata dalla prof.ssa Concetta Di Meo, con un gruppo di ragazze della scuola già Colomba Antonietti guidato dalla prof.ssa Valentina Marani, e con i ragazzi delle classi III E e III F dell’IC Calderini di Acilia. Arrivano genitori e alunni per proprio conto. Viene all’appuntamento l’On. Gemma Guerrini, rappresentante del Sindaco di Roma Virginia Raggi, che è rimasta con noi e ha voluto ringraziare l’Associazione per l’impegno storico territoriale. Di seguito le immagini del mattino al Faro degli italiani d’Argentina

In contemporanea, visite guidate al monumento/tomba di Anita e al Balcone della Costituzione del 1849 dove Massimo Capoccetti ha saputo valorizzare il confronto tra Costituzioni 1849 e 1948 e ha potuto vedere e valorizzare il lavoro svolto dai ragazzi dell’IC Calderini poi premiati sul Piazzale.
Vedi le immagini al monumento di Anita e al Belvedere della Costituzioni

A Piazzale Garibaldi Interventi storici e saluti. Premiazione del giovane Sergio Garibaldi che ha spiegato benissimo il monumento di Garibaldi tra lo stupore dei presenti… e la commozione dei suoi genitori. Bravo Sergio! Premiati anche i giovani Matteo Garbelli e Lorenzo Colonna per il loro lavoro sul confronto tra le Costituzioni 1849-1948 e premiata la classe IV A del liceo Manara

Passeggiata tra i busti con citazioni e commenti per Ugo Bassi, Carlo Pisacane ; a Colomba Antonietti -il saluto affettuoso delle ragazze della prof. valentina Marani ed onori a Luciano Manara da parte della classe IV A del Liceo che porta il suo nome … teniamocelo stretto questo nome glorioso, visti i tempi!

Vedi le immagini dei busti

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Passaggio al Museo della Repubblica romana con Antonio Cardellini, Mario Savelli e Manuela Franci ancora impegnati nelle visite al pubblico e arrivo al Mausoleo Ossario ove un gran pubblico ancora resiste … sono le 12,30 ed entriamo nella cripta ammirati e commossi davanti ai CADUTI PER ROMA e al sarcofago in porfido di Goffredo MAMELI. Il saluto della dr.ssa Mara Minasi, responsabile del Mausoleo, al termine della visita. Grazie.
Vedi le immagini al Mausoleo

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

In finale intesa tra la dr. la Mara Minasi e Enrico Luciani, il quale, a nome dell’Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo, ha donato al Museo della Repubblica romana due itinerari per la visita in proprio sui luoghi dei combattimenti (in italiano e in inglese), a corredo del Museo.
E’ infatti oggi il settimo compleanno del Museo della Repubblica romana istituito nel 2011 in occasione dell’Unità d’Italia, che non si è celebrato nel pomeriggio anche a seguito del rinvio della consegna del Busto di Giacomo Medici del Vascello, ancora non definito formalmente dall’I.S. Caffè e dalla Sovrintendenza. A proposito, scarsa presenza dell’I. S. Caffè (ex Medici del Vascello) oggi.

Enrico Luciani e Mara Minasi d’intesa per il compleanno del Museo della Repubblica romana Museo

Enrico Luciani e Mara Minasi d’intesa per il compleanno del Museo della Repubblica romana Museo

FAI CON I TUOI la Visita sui luoghi (in italiano)

FAI CON I TUOI la Visita sui luoghi (in italiano)

FAI CON I TUOI la Visita sui luoghi (in inglese)

FAI CON I TUOI la Visita sui luoghi (in inglese)

Il Messaggero parla di noi:




  • Dalle ore 10 alle 12 visite guidate gratuite ai Monumenti, Busti e Stele del Parco,
    tenute dall’Associazione A. Cipriani e Comitato Gianicolo ai cittadini e
    ai gruppi Scuola/ Famiglia che le scuole hanno potuto sensibilizzare per
    una passeggiata storica ragazzi/genitori nel panorama bellissimo di Roma
    I nostri accompagnatori, muniti di tesserino, vi attendono: al Faro degli Italiani d’Argentina, ai monumenti di Garibaldi e di Anita, al Belvedere della Costituzione della Repubblica romana del 1849, nonché al Museo della Repubblica romana (turni 10,15 e 11) , al Mausoleo Ossario di Via Garibaldi 29/e
  • dalle ore 10 alle 11,30 visite all’interno del Faro
  • dalle 10 alle 13 visite al Mausoleo Ossario e al Sacrario
    aperti eccezionalmente dalla Sovrintendenza per la ricorrenza dell’Unità d’Italia

A tutti i partecipanti verrà data in omaggio una copia del depliant
IL GIANICOLO PARCO DELLA MEMORIA – RINASCE AL GIANICOLO “ IL PARCO DEGLI EROI”
edito in occasione della ricorrenza del 150° dell’Unità d’Italia, celebrata al Gianicolo.


Interventi e saluti
a Piazzale Garibaldi, prima delle ore 12 ,
e poi al Mausoleo per vedere i loculi dei Caduti per Roma
e il sarcofago in porfido di Goffredo Mameli. Alle 12,30 il SILENZIO


Vedi invito

Il Comune di Velletri primo in Italia a riconoscere l’arte e la cultura del grande autore – regista romano
Leggi comunicato
DOPO IL NO DELLA GIUNTA CAPITOLINA VELLETRI DEDICA UN VIALE AL MAESTRO GIGI MAGNI

Nonostante una proposta supportata da esponenti del mondo dello spettacolo come Gigi Proietti – Enrico Brigano – Pippo Franco la giunta Raggi esprime parere negativo per intitolare un viale del Giardino degli Aranci al maestro romano, Velletri in occasione del suo 90° compleanno gli dedica un viale della Villa Ginnetti.

La 24° Festa delle Camelie sarà la degna occasione per svolgere la cerimonia di svelamento della targa e contestualmente inaugurare la mostra dal titolo “Gigi Magni filmografia di un regista” presso la sala Marcello De Rossi del Polo Espositivo Juana Romani. L’esposizione ideata per ripercorrere la sua carriera vedrà esposti costumi – statue di scena oggetti e ricordi. La ricerca è stata lunga e difficile, ma grazie alla disponibilità della famiglia De Angelis scultori per il cinema da tre generazioni saranno esposte statue de “Nell’Anno del Signore” de “In nome del Papa Re” e della Carbonara”.

Due eventi collaterali durante la mostra contestualizzeranno due opere di Magni. Il primo il 13 aprile alle ore 17:00 proiezione de “In nome del Popolo Sovrano” a seguire con P. Filippo Lovison dell’ordine dei Barnabiti (di cui faceva parte il Vescovo Erba) si parlerà della figura del Padre Ugo Bassi che nella storia della Repubblica Romana ha avuto un ruolo rilevante. L’epopea garibaldina a Roma sarà trattata da Enrico Luciani dell’Associazione Amilcare Cipriani.

Enrico Luciani avrà modo di ricordare il sostegno dell’amico Gigi Magni per la realizzazione al Gianicolo dei pannelli illustrativi dell’itinerario garibaldino, collocati nel 2004 sui luoghi dei combattimenti della gloriosa Repubblica romana del 1849.

Vedi Dal Cipriani “Serata garibaldina” al Comitato (1999) _ Il Gianicolo e la Repubblica Romana del 1849

Importanti decisioni nella riunione odierna.

I primi soci presenti, in attesa dell’apertura dei lavori

I primi soci presenti, in attesa dell’apertura dei lavori

Al tavolo: Marisa Pietracci, segretaria dell ‘assemblea, Gianfranco Martini, presidente dell’assemblea , Enrico Luciani, presidente uscente dell’associazione

Al tavolo: Marisa Pietracci, segretaria dell ‘assemblea, Gianfranco Martini, presidente dell’assemblea , Enrico Luciani, presidente uscente dell’associazione

I soci presenti, sulla base delle deliberazioni del Consiglio Direttivo del 27 gennaio hanno approvato il Bilancio consuntivo 2017, le linee programmatiche per il 2018 e il nuovo assetto associativo che ha comportato anche la più puntuale definizione dei soci.

Vedi documentazione:

 

Hanno scelto di visitare bene tutti i luoghi dei combattimenti, compresa Villa Sciarra e il Parco Gianicolense con i suoi busti e monumenti. Puntuali e precisi con i loro professori. Leandro Guercio per la III A e Antonietta Senesi e Simona Cappelli per la II A. Vedi immagini di seguito.

Enrico Luciani al centro e sulla destra il prof. Leandro Guercio della III A

Enrico Luciani al centro e sulla destra il prof. Leandro Guercio della III A

Daniela Donghia, sulla destra, con le proff.sse Antonietta Senesi e Simona Cappelli della II A

Daniela Donghia, sulla destra, con le proff.sse Antonietta Senesi e Simona Cappelli della II A

La visita è andata molto bene: si parte dal racconto dei combattimenti del 3 giugno 1849, si mostra anche l’immagine di Mameli sul viale dei combattimenti, e si arriva in pullman fino sotto le mura di Villa Sciarra al VI bastione, ove si mostra e si spiega l’ASSEDIO. Lì ci si riposa grazie al servizio bagni dell’Istituto di Studi Germanici e di una buona sosta al tempietto: altro che magie… stavolta ci sono le penne al sugo! Dopo la spiegazione dell’attacco a tenaglia dei francesi-svolto da Fiorella (che meriterebbe la foto visibile, come chiede), si esce da Villa Sciarra per salire all’VIII bastione

Vedi immagini all’interno dei bastioni
La visita prosegue passando davanti a Villa Spada -la difesa estrema dei bersaglieri lombardi- il Mausoleo Ossario, il Fontanone, per poi arrivare al Gianicolo, puntuali per lo sparo di mezzogiorno.

La visita prosegue ancora e davvero le due classi potranno visitare tutti i monumenti del Parco.

Massimo Capoccetti e Enrico Luciani attendono a Largo 3 giugno 1849 la III A e la III B dell’IC Macro, 42 alunni in tutto, che partono con i mezzi pubblici da Torrevecchia e non sanno a che ora arrivano. Dopo la Metro C infatti devono prendere i bus 51 e poi 44.
Arrivano alle 10:20 e la visita inizia … alla fermata Carini/Bonnet per guadagnare tempo, andar subito sotto le mura per vedere le brecce ed entrare a Villa Sciarra. I ragazzi lamentano il degrado ancora in atto in Villa malgrado gli interventi di pulizia di questi ultimi giorni
Tutto bene il percorso storico grazie al loro interesse e alla loro euforia. Siamo arrivati in tempo al cannone e poi siamo pure ritornati sui luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849. BRAVI.
Una buona notizia: le immagini dei ragazzi sono autorizzate.

Foto ricordo per la III A: al centro Massimo Capoccetti, sulla destra il prof. Fausto Cominato

Foto ricordo per la III A: al centro Massimo Capoccetti, sulla destra il prof. Fausto Cominato

Foto ricordo per la III B: a sinistra Enrico Luciani, sulla destra le prof.sse Sabina Rossillo e Gianna D’Acchioli

Foto ricordo per la III B: a sinistra Enrico Luciani, sulla destra le prof.sse Sabina Rossillo e Gianna D’Acchioli

Vedi altre immagini della visita

Foto ricordo per le due classi, davanti al Museo della Repubblica romana

Foto ricordo per le due classi, davanti al Museo della Repubblica romana

Una bella serata nella sede della nostra Associazione. Per i pomeriggi della Biblioteca è andato in programma il personaggio Filopanti, politico e matematico, che ha operato nella Repubblica romana del 1849. Il personaggio è stato presentato in modo davvero interessante dai nostri soci Massimo Capoccetti, magistrato, e Ivana Colletta, prof.ssa di matematica. Attenzione costante da parte degli intervenuti che hanno tributato applausi sinceri alle loro relazioni. Tra loro anche Giuseppe Garibaldi, pronipote dell’Eroe e Mara Minasi responsabile del Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina che hanno affiancato Enrico Luciani nella consegna dei premi alle insegnanti di quelle classi che, in occasione delle loro visite guidate, hanno saputo stimolare nei ragazzi l’interesse ad azioni didattiche proprie con l’elaborazione di testi, cartelloni, ed anche, durante la visita, facendo “parlare” i busti del Parco gianicolense.

Una bella riunione, la sala è completa

Una bella riunione, la sala è completa

I relatori sul personaggio Filopanti: Ivana Colletta e Massimo Capoccetti

I relatori sul personaggio Filopanti: Ivana Colletta e Massimo Capoccetti


PREMIAZIONI

Clicca per vedere gli attestati

Una piacevole giornata, piena di sole, che si è svolta con regolarità malgrado alcuni contrattempi dell’ultim’ora. Siamo particolarmente lieti perché siamo riusciti a dare visibilità alla nostra richiesta di dare apertura al pubblico alla cerimonia e pure di prevedere l’organizzazione di una manifestazione aperta a tutti i cittadini di Roma, medaglia d’oro per la Repubblica romana, già nel prossimo anno nel 170° della ricorrenza, come peraltro detto chiaramente nel nostro INVITO 9 febbraio 2018 e anche in risposta alla comunicazione inviataci della Sindaca Raggi. Leggi.
Dopo la cerimonia pubblica istituzionale -corona del Comune e area metropolitana di Roma- assistiamo alle cerimonie e ai discorsi delle associazioni combattentistiche: Istituto Internazionale di Studi G. Garibaldi, Garibaldini per l’Italia, e Associazione Nazionale Garibaldina coordinati da M. Antonietta Grima Serra che ringraziamo per la solidarietà alla nostra proposta sul Mausoleo Vedi. Dopo l’esecuzione dell’Inno d’Italia della Banda Municipale di Roma Capitale in codesta manifestazione, dalle 11 abbiamo familiarizzato con Anita Garibaldi e il Gen. C.A. Bruno Simeone per la cerimonia dell’Associazione Nazionale Giuseppe Garibaldi, invero assai partecipata e che è proseguita al Parco Gianicolense ai monumenti di Giuseppe e Anita Garibaldi , vedi ed anche.
Segnaliamo Giovanni Blumthaler per le immagini inviate, alcune utilizzate in questa notizia. Grazie

Il Mausoleo ferito !! Il soffitto della cripta ancora da risistemare…

Il Mausoleo ferito !! Il soffitto della cripta ancora da risistemare…

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.


Il SILENZIO per I CADUTI. Il nostro Massimo Capoccetti visibile sulla destra

Vedi altre immagini (da 31 a 38)
Vedi altre immagini

La chiusura musicale

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

  • 9 Febbraio 2018
  • ORE 9,30 ORE 17,30 »
  • A via Donna Olimpia 30 Sede  A. CIPRIANI COMITATO GIANICOLO

APPUNTAMENTI PER IL 169° DELLA REPUBBLICA ROMANA  

AL MAUSOLEO OSSARIO DI VIA GARIBALDI  —   ORE 9,30

Partecipiamo a sostegno della breve cerimonia commemorativa del Comune di Roma, verso il quale reclamiamo affinché la cerimonia sia della città e possa essere svolta, almeno dal 170°,  in modo più solenne e collettivo. Roma infatti è città insignita di  medaglia d’oro proprio per la difesa di Roma del 1849. Fregiato il  gonfalone municipale con decreto (Regio Decreto del 21 aprile 1898).

A seguire saluteremo poi le cerimonie delle singole associazioni d’arma, o di veterani e reduci, che generosamente svolgono la loro commemorazione al Mausoleo. A loro ricorderemo la proposta della riapertura quotidiana del  Mausoleo Ossario da fare anche con il volontariato attivo delle associazioni.

A via Donna Olimpia 30 Sede  A. CIPRIANI COMITATO GIANICOLO —- ORE 17,30

per far conoscere   QUIRICO FILOPANTI

UNO SCIENZIATO E UN DEMOCRATICO AL SERVIZIO DELLA REPUBBLICA E DEL POPOLO

Politico, astronomo e matematico

Politico, astronomo e matematico

I FUSI ORARI

I FUSI ORARI

l’Associazione A. Cipriani–Comitato Gianicolo, nel quadro degli appuntamenti I Pomeriggi in Biblioteca Cipriani intende presentare Quirico Filopanti (pseudonimo di Giuseppe Barilli), un protagonista dei lavori dell’Assemblea Costituente eletta a suffragio universale il 21 gennaio 1849, redattore peraltro del Decreto Fondamentale che sancì la nascita della Repubblica Romana.

L’approfondimento sul personaggio è a cura di due nostri soci, assai ferrati sull’argomento:

Massimo Capoccetti già magistrato ed esperto giuridico

Ivana Colletta prof.ssa di matematica, già vicepreside Manzoni- IC L. Oriani

La S.V. è invitata a partecipare

Enrico Luciani

La partecipazione è utile anche per il punteggio al corso aspiranti accompagnatori alle visite storiche

Per prenotazioni mail@comitatogianicolo.it – 3284542840

  • 8 Febbraio 2018
  • ore 18:30 »
  • Libreria Claudiana Piazza Cavour 32

Bella serata alla presentazione del libro di Catia Fierli “Biblioteca 5.0″. Catia è una nostra stimata amica dai tempi della sua attività di insegnante alla scuola LOI di Via della Pisana. Tanto il lavoro e l’esperienza nel mondo della scuola, Catia Fierli ora è formatrice su tematiche di Cittadinanza e Costituzione anche con l’ausilio delle nuove tecnologie.

Leggi scheda biblioteca

Leggi locandina


Dopo l’introduzione della prof.ssa Anna Paola Tantucci, autorevoli interventi hanno elogiato il libro da vari punti di vista. Interessanti alcuni riferimenti alla condizione del libro che è sempre un veicolo di cultura tanto più in tempi di immigrazione. Si ricordano, ad esempio, le biblioteche viaggianti (di bordo) istituite nel 1902 dalla “Dante Alighieri” .

Catia Fierli, molto contenta della presenza di Enrico Luciani, lo ringrazia

Catia Fierli, molto contenta della presenza di Enrico Luciani, lo ringrazia

L’ing. Alessandro Michelon ci saluta caramente e ci sollecita a scrivere un nostro libro

L’ing. Alessandro Michelon ci saluta caramente e ci sollecita a scrivere un nostro libro

Simpatico dialogo con il prof. Alessandro Michelon, – con lui le nostre prime esperienze e studi sul Parco del Gianicolo – perché ci sollecita a far uscire un nostro libro sulle nostre bellissime notizie e particolari del territorio. “Lo faremo, forse – risponde Enrico Luciani -, anche se il nostro sito comitatogianicolo.it , è già un libro, con la sua parte fissa didattica sempre valida e una storia ormai ventennale, nelle Notizie, che ricordano tanti meravigliosi incontri, tante viste dei luoghi e ci sono anche immagini di tutti noi più giovani, comprese le immagini da Preside di Michelon”

Un disastro a Villa Sciarra: panchine divelte, area giochi sottosopra e orci danneggiati. Leggi il Messaggero
Sosteniamo la denuncia degli “amici di Villa Sciarra” e di prima mattina siamo a verificare i danni. Subito in azione gli specialisti della Sovrintendenza del Comune di Roma. BRAVI!

Gli specialisti della Sovrintendenza subito al lavoro: sulla destra la dr.ssa Anna Maria Cerioni

Gli specialisti della Sovrintendenza subito al lavoro: sulla destra la dr.ssa Anna Maria Cerioni

Gli orci sono davvero da risistemare: al centro il dr Alessandro Cremona

Gli orci sono davvero da risistemare: al centro il dr Alessandro Cremona

Vedi altre immagini dei danni

Oltraggio alla Repubblica romana: sopra la Scalea del tamburino è incredibilmente SPARITA la palina che indicava la dedica al tamburino Domenico Subiaco

Due giorni fa la palina era presente -vedi sulla sinistra-

Due giorni fa la palina era presente -vedi sulla sinistra-

Ora è sparita

Ora è sparita

Vedi altre immagini dei danni

Oltraggio al Parco del Gianicolo al Busto di Paolo Narducci: primo caduto della Repubblica romana

Paolo Narducci

Paolo Narducci

Paolo Narducci

Paolo Narducci

La Sovrintendenza già al lavoro per il restauro. BRAVI!

Partecipiamo al dibattito Democrazia versus Disintermediazione = Disuguaglianza. La crisi della politica nella società contemporanea. Interventi di Mario di Napoli, Emanuele Felice e Maria Rosaria Ferrarese; moderatore Giorgio Giovannetti. Vedi invito

Nel dibattito che si è aperto, dopo le relazioni, Enrico Luciani ha svolto un breve intervento a nome dell’associazione Cipriani Comitato Gianicolo nel quale ha posto in evidenza anche le mancanza di responsabilità della nostra generazione adulta che non ha saputo vedere non solo la deriva politica ma soprattutto il consolidarsi di proprie situazioni di garanzia e tutela individualistiche , davvero eccessive, rispetto alla grave sopraffazione delle giovani generazioni e del loro futuro.

Da sinistra: Mario Di Napoli, Rosaria Ferrarese, Giorgio Giovannetti che introduce il dibattito, Emanuele Felice

Da sinistra: Mario Di Napoli, Rosaria Ferrarese, Giorgio Giovannetti che introduce il dibattito, Emanuele Felice

Da sinistra: Mario Di Napoli, che svolge il suo intervento, Rosaria Ferrarese, Giorgio Giovannetti Emanuele Felice

Da sinistra: Mario Di Napoli, che svolge il suo intervento, Rosaria Ferrarese, Giorgio Giovannetti, Emanuele Felice

A seguire, nell’anniversario del IX febbraio 1849 e in collaborazione con Piano Zero Teatro, il Teatro Palazzo Santa Chiara alle ore 21 ha ospitato la narrazione teatrale Il sangue migliore. La Repubblica Romana del 1849, di e con Emanuele Cecconi, regia di Monica Fiorentini.

Una bella giornata di sole, contro tutte le previsioni, che ha premiato un pubblico attento e curioso.
Roberto Calabria guida la visita ed Enrico Luciani durante la passeggiata inserisce aneddoti
divertenti sui regazzini di Trastevere degli anni 1950 (il bagno al Fontanone, come e dove si salvavano i loro vestiti dall’accanito vigile urbano in bicicletta). Tanta emozione nel ripercorrere i principali luoghi dei combattimenti per la difesa di Roma della gloriosa Repubblica romana, mai abbastanza nota. Complimenti dai partecipanti alla visita, GRAZIE.

Foto di gruppo al Mausoleo Ossario Gianicolense AI CADUTI PER ROMA (1849-1870)

Foto di gruppo al Mausoleo Ossario Gianicolense AI CADUTI PER ROMA (1849-1870)

Clara nella sala garibaldina davanti all'immagine di Giuseppe Garibaldi

Clara nella sala garibaldina davanti all’immagine di Giuseppe Garibaldi

Vedi altre immagini della visita

Bellissima giornata, tutti puntuali e attenti per passeggiata storica calma e approfondita. Ci aiutano anche le immagini e il dépliant “Il Gianicolo e la Repubblica romana del 1849” che abbiamo dato in omaggio a tutti i partecipanti.
Molto gradita la presenza alla visita delle signore Antonella Prudenzi e Paola Lomuscio del Dipartimento Scuola del Comune di Rama. Enrico Luciani ricorda che l’approfondimento del Parco potrà esser fatto con altra visita o nella giornata Scuola Famiglia del 17 marzo prossimo

Enrico Luciani con la mamma di Luca e l'assistente Luciana Viola attendono l’arrivo della classe III B del Gramsci

Enrico Luciani con la mamma di Luca e l’assistente Luciana Viola attendono l’arrivo della classe III B del Gramsci

Foto ricordo per la prof.ssa Luciana Capozza (sulla destra) con Enrico Luciani e le funzionarie comunali Dr.sse Antonella Prudenzi e Paola Lomuscio venute alla visita guidata

Foto ricordo per la prof.ssa Luciana Capozza (sulla destra) con Enrico Luciani e le funzionarie comunali Dr.sse Antonella Prudenzi e Paola Lomuscio venute alla visita guidata

Vedi altre immagini della visita

Arriva la III B della prof.ssa Matilde Sarti che viene sostenuta dall’insegnante Alessandro Granata. Per la nostra Associazione fa da guida Enrico Luciani insieme al giovane Claudio Mancini che sta completando il corso di accompagnatore alle visite guidate storiche svolte dalla nostra associazione. Il percorso sui luoghi è quello breve, scelto di norma quando in contemporanea si svolge anche la visita guidata all’interno del Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina, come in questa giornata, oggi nel turno 10:45. Bella visita, ordinata e assai seguita dai ragazzi .


Vedi altre immagini della visita

Dopo la bellissima lettera di sostegno alla nostra Associazione, pervenuta al sito il 1° gennaio 2018, arriva al Circolo proprio il 6 gennaio la BEFANA, bellissima…
E’ Sonia Morganti, accolta festosamente dalla bibliotecaria Giovanna De Luca e dal presidente Enrico Luciani.
Sonia Morganti visita, con il suo compagno, la Minimostra Roma 1849, riceve le pubblicazioni chieste e un libro dono; si intrattiene molto sull’attività dell’Associazione alla quale ha già sottoscritto un libero contributo. GRAZIE.