Attività

Si sta consultando l'anno: 2021
| Elenco delle attività dell'anno corrente | Visualizza le attività degli anni precedenti »

Si parte alle 9:15 davanti alla colonna crucifera a San Pancrazio –leggi-, ma poiché la Villa Pamphili è ancora chiusa causa AVIARIA e il cancello è chiuso si deve camminare all’esterno della Villa, passare davanti a Casale Giacometti (rist. Scarpone) per arrivare al cancello davanti Largo 3 giugno 1849, anch’esso chiuso.


Daniela Donghia prende in mano il gruppo e dopo aver spiegato i combattimenti del 1849 al Vascello e a Porta San Pancrazio dirige il gruppo verso Villa Sciarra: la visita è molto bella, gli alunni seguono con attenzione e dunque si può procedere con il percorso completo, abbastanza impegnativo che oltretutto prevede anche la visita al Museo della Repubblica Romana.
Si visita infatti anche il Mausoleo Ossario, si arriva al cannone e al Parco gianicolense si ha modo di visitare qualche busto, il monumento di Anita nonché il Belvedere della Costituzione del 1849.
Alle 12,30 si entra al Museo della Repubblica Romana! Ancora al lavoro fino a dopo le 13 …. che BRAVI
Un plauso a tutti, alunni e professori davvero ammirevoli.
E qualche complimento lo merita davvero anche Daniela Donghia….

Il gruppo dirigente in foto ricordo, da sinistra: Giorgia Ruggio, la prof.ssa Francesca Colantuono, Enrico Luciani, Daniela Donghia, il prof. Giorgio Andreozzi

Il gruppo dirigente in foto ricordo, da sinistra: Giorgia Ruggio, la prof.ssa Francesca Colantuono, Enrico Luciani, Daniela Donghia, il prof. Giorgio Andreozzi

Enrico Luciani introduce la storia della Repubblica Romana e spiega subito le prime elezioni a suffragio universale (maschile)

Enrico Luciani introduce la storia della Repubblica Romana e spiega subito le prime elezioni a suffragio universale (maschile)

Daniela Donghia parte con il gruppo e inizia collocandosi davanti al Vascello per spiegare i combattimenti

Daniela Donghia parte con il gruppo e inizia collocandosi davanti al Vascello per spiegare i combattimenti

Si entra a Villa Sciarra… una meraviglia non solo storica ma anche botanica, subito si incontra il ginkgo biloba

Si entra a Villa Sciarra… una meraviglia non solo storica ma anche botanica, subito si incontra il ginkgo biloba

Una meraviglia e tanta commozione all’interno della cripta del Mausoleo Ossario…

Una meraviglia e tanta commozione all’interno della cripta del Mausoleo Ossario…

Che bella la storia di Colomba Antonietti, unico busto femminile del Parco, raccontata da Daniela Donghia

Che bella la storia di Colomba Antonietti, unico busto femminile del Parco, raccontata da Daniela Donghia

Si vede… e si sente anche il cannone a mezzogiorno!

Si vede… e si sente anche il cannone a mezzogiorno!

Il Belvedere dove sono incisi gli articoli della Costituzione della Repubblica Romana del 1849 , che panorama!

Il Belvedere dove sono incisi gli articoli della Costituzione della Repubblica Romana del 1849 , che panorama!

 

Nonostante le minacce di maltempo e nonostante la chiusura del cancello di ingresso a Villa Pamphili, causa AVIARIA, la visita ha inizio nello spazio antistante Largo 3 giugno 1849, come da programma Leggi INVITO
A tutti vengono dati in dono i nostri due dépliants: quello sulla Repubblica Romana del 1849 e quello sul Parco della memoria, ma anche l’immagine del disegno di Leone Paladini sulla battaglia del 3 giugno- cui lui stesso partecipò-, che mostra i luoghi e in particolare la Villa Giraud (detta il Vascello) e la Villa Corsini (detto Casino dei Quattro Venti). L’immagine consegnata, identica a quella mostrata nel pannello illustrativo, riporta sul retro del foglio una complessa leggenda che spiega gli avvenimenti e i personaggi rappresentati.

Parte la visita e, viste le presenze, la prima decisione è quella di non dividere subito i partecipanti in due gruppi. Tutti perciò al Museo della Repubblica Romana almeno per vedere ed ascoltare Ciceruacchio, che ben rappresenta i sentimenti del popolo romano verso Il papa Pio IX. Si passa ad altre stanze, ma delusi dal non funzionamento della sala dell’ASSEDIO (che disdetta!) e ritenuta non giustificabile la perdita di tempo per le attese, anche Il gruppo che doveva rimanere a vedere le altre sale del Museo decide di venire all’esterno sul percorso che prevede la visita di Villa Sciarra e del Mausoleo Ossario con Roberto Calabria guida storica

Al Museo R.R. si ascolta (e si ammira..) Ciceruacchio che parla davanti a Pio IX

Al Museo R.R. si ascolta (e si ammira..) Ciceruacchio che parla davanti a Pio IX

Al settimo bastione mostriamo perché vogliamo aperta al pubblico questa zona di Villa Sciarra

Al settimo bastione mostriamo perché vogliamo aperta al pubblico questa zona di Villa Sciarra

Vedi immagini fino all’ottavo bastione

Enrico Luciani e l’assessore Labbucci concordano che questo Mausoleo debba aprire tutti i giorni

Enrico Luciani e l’assessore Labbucci concordano che questo Mausoleo debba aprire tutti i giorni

Foto ricordo al Mausoleo, da sinistra: Paolo Calbucci, Mariana Cucoanes, Mariana Sarnet, Giovanna De Luca, Minio Paiuello, Laura Montecchi, Adriano Labbucci, Massimo Capoccetti, Roberto Calabria, Enrico Luciani, Ivan Bellucci, Daniela Liberatori, Svitlana Vashchuk, Vincenzo Soccorso

Foto ricordo al Mausoleo, da sinistra: Paolo Calbucci, Mariana Cucoanes, Mariana Sarnet, Giovanna De Luca, Minio Paiuello, Laura Montecchi, Adriano Labbucci, Massimo Capoccetti, Roberto Calabria, Enrico Luciani, Ivan Bellucci, Daniela Liberatori, Svitlana Vashchuk, Vincenzo Soccorso

Vedi immagini dal Mausoleo a Piazzale Garibaldi

La visita termina al Balcone del Belvedere della Costituzione della Repubblica Romana del 1849

La visita termina al Balcone del Belvedere della Costituzione della Repubblica Romana del 1849

Massimo Capoccetti, dopo il confronto tra le Costituzioni, consegna a tutti la nostra pubblicazione, e per primo all’assessore alla Memoria Adriano Labbucci

Massimo Capoccetti, dopo il confronto tra le Costituzioni, consegna a tutti la nostra pubblicazione, e per primo all’assessore alla Memoria Adriano Labbucci

 

Invitati dall’Assessore leggi INVITO partecipiamo come associazione alla manifestazione in quanto interessati all’Ambiente e al Verde pubblico. Con l’Alfonsi si complimenta il nostro presidente Enrico Luciani per l’iniziativa avviata insieme al Sindaco Gualtieri, volta a trasferire la manutenzione dei Giardini dal Comune ai Municipi.

Leggi

Si parla però anche delle condizioni del Gianicolo e di Villa Sciarra che rimangono di competenza del Comune e che siamo interessati a migliorare come servizio al pubblico. Su questo Luciani, ricordando di aver impegnato anche i responsabili del I Municipio, con una visita guidata sui luoghi medesimi per domenica 5 dicembre, ha rinnovato l’invito all’assessore Stefano Marin e alla vice presidente Alessandra Sermoneta (che ha presenziato la manifestazione in sostituzione della presidentessa Lorenza Bonaccorsi) e pure a Adriano Labbucci, assessore alla Memoria, con il quale si è parlato del Mausoleo Ossario Gianicolense, da riportare all’attenzione della città ripristinando l’apertura quotidiana dello stesso per consentire la visita ai CADUTI PER ROMA 1849-1870.

Una bella mattinata con i consiglieri pronti e attenti, almeno quelli che sono riusciti a venire… Per alcuni, oggi indisponibili, c’è la richiesta di qualche visita aggiuntiva. Avremo modo…
Intanto, subito di seguito, mostriamo una bella foto di gruppo dei partecipanti e poi le immagini dei principali punti toccati dalla visita sui luoghi storici.

Foto di gruppo finale al Fontanone con Elio Tomassetti presidente del Municipio XII (al centro accovacciato)

Foto di gruppo finale al Fontanone con Elio Tomassetti presidente del Municipio XII (al centro accovacciato)

Di buon mattino pronti all’appuntamento, si visitano e commentano i luoghi del 3 giugno 1849, e poi dopo il Vascello e Porta San Pancrazio si arriva a Villa Sciarra (nel 1849 si chiamava Vigna Barberini): si vedono le brecce, le lapidi affiancate, Casino Barberini e l’episodio di Girolamo Induno, e pure la lapide che ricorda la donazione della villa da parte dei Wurst al popolo romano. Seguendo il percorso previsto dal programma LEGGI si arriva a Casa Merluzzo (o Casino Malvasia) e si arriva a Villa Spada e poi al Mausoleo; usciti da lì si passa al Fontanone e si arriva al cannone per lo sparo di mezzogiorno.

Ma non basterà, qualcuno vuole ancora proseguire e con Massimo Capoccetti si visiterà il balcone della Costituzione del 1849 e poi, incredibilmente, si entrerà al Museo della Repubblica Romana per vedere la recitazione di Ciceruacchio.

A Villa Pamphilj si parte: sulla sinistra la prof. Valentina Marani e cagnolino, Giacomo Bucolo la dr.ssa Alessandra De Romanis e coniuge e sulla destra Giovanna de Luca con Luciani Enrico che inizia la visita

A Villa Pamphilj si parte: sulla sinistra la prof. Valentina Marani e cagnolino, Giacomo Bucolo la dr.ssa Alessandra De Romanis e coniuge e sulla destra Giovanna de Luca con Luciani Enrico che inizia la visita

Una foto ricordo al Mausoleo AI CADUTI PER ROMA 1849-1870 aperto da nostra prenotazione: al centro Giacomo Bucolo tra Giovanna De Luca e Massimo Capoccetti

Una foto ricordo al Mausoleo AI CADUTI PER ROMA 1849-1870 aperto da nostra prenotazione: al centro Giacomo Bucolo tra Giovanna De Luca e Massimo Capoccetti

Si vuol visitare anche il Belvedere ove è inciso il testo della Costituzione della Repubblica Romana del 1849

Si vuol visitare anche il Belvedere ove è inciso il testo della Costituzione della Repubblica Romana del 1849

Taluni vogliono vedere il video di Ciceruacchio al Museo della Repubblica Romana. Lì ci salutiamo

Taluni vogliono vedere il video di Ciceruacchio al Museo della Repubblica Romana. Lì ci salutiamo

Visita sui luoghi di un’ora e mezzo con percorso veloce ma efficace da Villa Pamphili al Vascello e a Porta San Pancrazio per entrare al Museo della Repubblica Romana .

All’ingresso di Villa Pamphili Enrico Luciani con Luciano Sorvillo e Marina Pacetti attendono i coniugi Albano

All’ingresso di Villa Pamphili Enrico Luciani con Luciano Sorvillo e Marina Pacetti attendono i coniugi Albano

Al Museo della Repubblica Romana parla Ciceruacchio: in prima fila Luciani Enrico e Anna Maria Coviello, dietro Giovanni Albano, Marina Pacetti, Luciano Sorvillo

Al Museo della Repubblica Romana parla Ciceruacchio: in prima fila Luciani Enrico e Anna Maria Coviello, dietro Giovanni Albano, Marina Pacetti, Luciano Sorvillo

Non funzionante la sala dell’Assedio ci si è limitati alla sola stanza di Ciceruacchio, a quella dell’Europa nel 1848 e alla stanza degli eroi. Ottima l’assistenza del custode Beniamino Marione.
Usciti dal Museo la visita procede fino a Villa Spada e San Pietro in Montorio dove risulta ancora chiuso il Mausoleo Ossario: sul foglio è cancellato anche l’ingresso del solo giovedì….


Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Alla piazzola dove spara il cannone abbiamo incontrato e salutato affettuosamente Cristiano Di Giorgio con la sua compagna (spagnola). La sua cartoleria e la sua professionalità è di grande sostegno alle nostre riproduzioni dei luoghi e delle immagini storiche. Bravo, grazie!
La nostra visita termina dopo aver svolto un breve commento davanti ai busti di Colomba Antonietti e di Carlo Pisacane. Tutti contenti, ci lasciamo con un impegno per la prossima visita…

Partecipiamo alla cerimonia indetta dalle Associazioni A. N. G., Istituto di studio Giuseppe Garibaldi, Mutuo Soccorso reduci Garibaldini, Garibaldini per l’Italia, svolta nei pressi della colonna celebrativa che ricorda il fatto d’arme del 23 ottobre 1867 e la morte di Enrico Cairoli. Dopo le relazioni dei presidenti delle Associazioni un interessante intervento a ricordo dei luoghi e della colonna è stato svolto dalla giornalista Cinzia Dal Maso.

Allo scontro parteciparono 78 garibaldini nel tentativo di entrare a Roma per suscitarne l’insurrezione armata. Il “fatto” di Villa Glori avvenne al’interno della Campagna Nazionale dell’Agro Romano che si concluse con la sconfitta di Mentana ad opera delle truppe papaline e francesi.

Merita una segnalazione la presenza attiva, durante la cerimonia, del garibaldino Fulvio Crocenzi, storico di Villa Glori che ha voluto ricordare la prima sistemazione dei luoghi ma pure riportare all’attenzione della cerimonia, con immagini e commenti, Anita Garibaldi Hibbert grande estimatrice di questi luoghi recentemente scomparsa

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Video per la deposizione dell’omaggio floreale sulle note… il Piave mormorava..

Dopo il sostegno già dato lo scorso anno per la ripresa del lavoro dei dipendenti del Vittoriano, la nostra associazione ha pure sostenuto l’iniziativa volta a ricreare il Comitato di Roma dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano. Tale evento è stato formalizzato nella riunione del 27 settembre 2021 all’Università degli Studi Roma 3 davanti al Coordinamento provvisorio formato dai proff. Andrea Ciampani, Antonio D’Alessandri, Francesco Guida, e Giuseppe Monsagrati (assente giustificato il prof. Andrea Carteny) . << vedi >> . In tale sede è stata ufficializzata l’iscrizione a socio del Comitato romano da parte di alcuni nostri dirigenti.

Da tale riunione è seguita l’organizzazione delle votazioni per eleggere il Consiglio Direttivo del Comitato e dunque la convocazione dei soci al Vittoriano, chiamati a votare in data odierna.

Dallo scrutinio -votanti 26 soci- sono risultati eletti – per il triennio 2021-2024 -: Francesco Guida, Antonio D’Alessandris, Ilaria Fiumi Sermattei, Giuseppe Monsagrati, Andrea Ciampani, Ester Capuzzo.
(tra le prime dei non eletti, all’ottavo posto le nostre Marina Pacetti e Noemi Cavicchia Grimaldi)

Claudio Bove, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi sul terrazzo del Vittoriano

Claudio Bove, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi sul terrazzo del Vittoriano

Claudio Bove, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi sul terrazzo del Vittoriano

Claudio Bove, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi sul terrazzo del Vittoriano

Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi, Marina Pacetti, Claudio Bove, Marco Pizzo nella Biblioteca

Enrico Luciani, Noemi Cavicchia Grimaldi, Marina Pacetti, Claudio Bove, Marco Pizzo nella Biblioteca

Nell’occasione Claudio Bove ed Enrico Luciani con il Vice Direttore dr. Marco Pizzo hanno colto l’opportunità di verificare lo stato della postazione del nostro sito (video e computer), smontato “brutalmente” nella fase di chiusura del Museo Centrale a seguito della costituzione del Polo museale Lazio perchè da lui dipendente.
Viste le condizioni della postazione, e preso atto che occorrerà operare una sistemazione, si concorda un successivo appuntamento tra il dr. Marco Pizzo e Claudio Bove.
Enrico Luciani conferma intanto la necessità di avviare una richiesta di chiarimenti con il Polo Museale per stabilire la sorte del sito onde ricollocarlo o meno davanti al Museo, tanto più che il protocollo d’intesa a firma Luciani-Tronca è ormai prossimo alla scadenza (22 novembre 2021).

Liceo Manara

Dal Liceo Manara, dalla IV D della prof. Michela Gelormini, accompagnata in visita dalla nostra Noemi Cavicchia Grimaldi, ci giunge l’immagine della foto di gruppo al Mausoleo Ossario, contenti di essere messi sul nostro sito a ringraziamento della bella visita guidata goduta il giorno 23 settembre 2021

  • 18 Ottobre 2021

CRAL ARTE & CULTURA Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali

Da: CRAL.Arte&Cultura <cral.arte&cultura@politicheagricole.it>  
Inviato: lunedì 18 ottobre 2021 15:05 A: ‘Enrico Luciani’ <enrico.luciani@tin.it>
Oggetto: R: le immagini della visita guidata del 9 ottobre sono sul nostro sito

Gentilissimo Sig. Luciani,
anche oggi i colleghi mi hanno fermata nei corridoi per esprimere il loro apprezzamento per la visita e in particolare per lo straordinario cicerone.

Li ha conquistati tutti! Il suo entusiasmo è travolgente.

La ringrazio ancora e spero a presto

Carla Spigarelli

Responsabile CRAL ARTE & CULTURA Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali


Nella ricerca di immagini del cannone che ha sparato a Porta Pia il 20 settembre 1870, Enrico Luciani ha segnalato al dr. Giancarlo Melano le immagini del cannone mostrato al pubblico a via Nomentana nel 2020 e pubblicate sul nostro sito: per vedere sul sito la notizia 20 settembre 2020, << clicca >>

Giancarlo Melano – suo carissimo amico, entrambi dirigenti Enel fino all’anno 2000, ha subito risposto

Grazie Enrico,

effettivamente avevo altre foto ma uso anche quelle.
L’affusto, mod. 1844 Cavalli venne costruito in mogano nel 1847 nell’Arsenale di Torino per donarlo a Pio IX, poi dopo il suo pentimento, rimase allo stato di nuovo in Museo.
E’ ora incavalcato su una bdf da 12 cm BR mod. 1863 fusa a Parma nel 1867, denominata “Liscate”.
Purtroppo ora non so dove sia.
Ti allego un lungo racconto su Porta Pia.

Un caro saluto

Giancarlo

segnalandoci notizie e foto assai belle su Porta Pia che di seguito vi proponiamo: << clicca >>

 

Giancarlo Melano ci aveva già inviato il suo più recente libro

UN MUSEO PER IL RE – Origini e primi anni del Museo Storico Nazionale d’Artiglieria di Torino”

Si parte subito alle 9 e 45 da Villa Pamphili per riscoprire i luoghi dei combattimenti avvenuti al Gianicolo dal 3 giugno al 30 giugno 1849. Guida la visita Roberto Calabria con l’assistenza del presidente Enrico Luciani e la presenza di Martina Caponi in addestramento per il corso accompagnatore.
Le immagini di seguito proposte mostrano i principali luoghi visitati.

Questa associazione Pantheon è un bellissimo gruppo... a sinistra Enrico Luciani accanto all’avv. ssa Belisario

Questa associazione Pantheon è un bellissimo gruppo… a sinistra Enrico Luciani accanto all’avv. ssa Belisario

Roberto Calabria e Martina Caponi

Roberto Calabria e Martina Caponi

Vedi altre immagini dei luoghi

Vedi altre immagini di degrado

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Dopo il cannone alcuni proseguono la visita fino al Mausoleo dei CADUTI PER ROMA 1849-1870) , purtroppo ancora chiuso…) e si arrivano fino a san Pietro in Montorio, ove si parla delle ambulanze e delle donne nella Repubblica Romana, e si vede anche l’attiguo tempietto del Bramente

Una bella visita con tante domande e tante curiosità, abbastanza risolte.
Un bel gruppo di partecipanti assai simpatici ed attenti, tanto che hanno attirato l’attenzione di altri cittadini : due signore infatti hanno chiesto di unirsi al gruppo e, generosamente, sono state accolte.
Sono apparsi contenti tutti i partecipanti, sia al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina -nonostante alcuni persistenti disguidi tecnici nella sala dell’Assedio- sia durante la visita sui luoghi dei combattimenti, con Enrico Luciani guida scherzosa ma attenta che ha ricevuto consensi espliciti. Grazie.
Al termine della visita gli iscritti al CRAL in oggetto hanno voluto offrire un libero contributo all’APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo. Doppio Grazie!

Pronti ad entrare a Villa Pamphili, sul viale dei combattimenti del 3 giugno 1849. La coordinatrice Carla Spigarelli controlla le presenze.

Pronti ad entrare a Villa Pamphili, sul viale dei combattimenti del 3 giugno 1849. La coordinatrice Carla Spigarelli controlla le presenze.

Un bel gruppo questo del CRAL ARTE & CULTURA del MIPAAF, accompagnato da Enrico Luciani e Giovanna De Luca (v. dalla sinistra) e da Chiara Falaschi (sulla destra)

Un bel gruppo questo del CRAL ARTE & CULTURA del MIPAAF, accompagnato da Enrico Luciani e Giovanna De Luca (v. dalla sinistra) e da Chiara Falaschi (sulla destra)

Vedi altre immagini della visita

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Oggi tanta gente al cannone…

 

Cari amici il nostro caro Roberto Calabria,
storico, giornalista, e nostro accompagnatore alle visite guidate sin dal marzo 2006, appena entrato in associazione, si è unito in matrimonio con rito civile in Comune con la sua amata Marzia Muscatello.

Il 24 settembre 2021, a Grottaferrata, con una cerimonia laica, molto suggestiva e romantica riservata agli amici più vicini, ha partecipato anche il presidente della nostra associazione Enrico Luciani, con la moglie Cecilia (da loro i migliori auguri… hanno celebrato a settembre 55 anni di matrimonio!) che hanno portato tutto l’ affetto e i migliori auguri al caro Roberto.

Auguri subito estesi alla cara Marzia. IN BOCCA AL LUPO a tutti e due.

la mamma di Roberto lo porta alla cerimonia

la mamma di Roberto lo porta alla cerimonia

il taglio della torta tra spari e baci..

il taglio della torta tra spari e baci..

Enrico e Cecilia presenti e ben auguranti

Enrico e Cecilia presenti e ben auguranti

Stesso giro dei luoghi ma assai più veloce con ragazzi assai pronti che hanno davvero facilitato il percorso. C’è stato tempo per allungare la visita fino al Faro degli Italiani di Argentina. Molto contenti gli alunni…BRAVI!

Le foto sul sito perché scattate su richiesta degli alunni, tutti in mascherina e perciò non riconoscibili.

Enrico Luciani, Mariapaola Pietracci Mirabelli e la prof.ssa Concetta De Meo a Piazzale Garibaldi

Enrico Luciani, Mariapaola Pietracci Mirabelli e la prof.ssa Concetta De Meo a Piazzale Garibaldi

Al BUSTO di Luciano Manara foto ricordo “obbligatoria” per i ragazzi del liceo Manara di Roma

Al BUSTO di Luciano Manara foto ricordo “obbligatoria” per i ragazzi del liceo Manara di Roma

Mariapaola ha riservato anche un bel ricordo per Ugo Bassi, padre Barnabita

Mariapaola ha riservato anche un bel ricordo per Ugo Bassi, padre Barnabita

La classe IV F si è concessa una foto ricordo anche al Fontanone, con la vista spettacolare su Roma

La classe IV F si è concessa una foto ricordo anche al Fontanone, con la vista spettacolare su Roma

Di ritorno , si è potuto constatare il mancato restauro del monumento di Garibaldi (che vergogna…) e invece, con la gioia di Enrico Luciani e di Mariapaola si è potuto vedere già rimesso in piedi e restaurato il nostro pannello PORTA SAN PANCRAZIO

PANNELLO PORTA SAN PANCRAZIO
Avevamo visto il danneggiamento del pannello il 21 settembre scorso
Vedi

Le visite seguono lo stesso schema: dopo l’introduzione della repubblica Romana del 1849 e l’esame dei luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849, la visita procede lungo il Vascello fino a Porta San Pancrazio. Poi si arriva a Villa Spada, al Mausoleo e al Fontanone: da lì si entra al Parco per spiegare alcuni busti, il monumento di Anita e poi la Costituzione della Repubblica Romana del 1849.
Dopo lo sparo del cannone si discute del monumento di Garibaldi, ancora in restauro…!!
In verità è in restauro anche il nostro pannello, devastato dai malviventi, << vedi >>

Ecco la IV D

Enrico Luciani con Noemi Cavicchia Grimaldi insieme alla Prof.ssa Michela Gelormini

Enrico Luciani con Noemi Cavicchia Grimaldi insieme alla Prof.ssa Michela Gelormini

Noemi inizia le spiegazioni del 3 giugno e la prof. Gelormini guarda le immagini di Monteverde nel 1849

Noemi inizia le spiegazioni del 3 giugno e la prof. Gelormini guarda le immagini di Monteverde nel 1849

Vedi altre immagini

Ecco la IV E

Visita assai ordinata e piacevole: dopo l’introduzione sui luoghi dei combattimenti del 3 giugno 1849, Massimo Capoccetti svolge la visita e dopo aver visto Villa Spada e Mausoleo, si entra al Parco per spiegare i busti, il monumento di Anita e poi la Costituzione della Repubblica Romana del 1849.

Dopo lo sparo del cannone il saluto al monumento di Garibaldi, ancora in restauro…!!

Vedi altre immagini

Le immagini non sono autorizzate e dunque sul sito si riprendono solo alcuni luoghi del percorso concordato, oscurando sempre gli alunni.

Una bella visita con alunni talvolta esuberanti ma in larga misura gestibili. Molti di loro sono stati davvero attenti alle spiegazioni e meritevoli di complimenti..
Subito in partenza un ragazzo scivola e si provoca delle piccole ferite… bella l’attenzione di tutti , pronti a curarlo e ad assisterlo. Bravi!

Su richiesta passiamo anche davanti al tempietto del Bramante a San Pietro in Montorio dove Bucolo spiega anche le ambulanze e le donne nella Repubblica Romana: loro coordinatrice Cristina Trivulzio di Belgioioso e loro grande sponsor la giornalista americana Margaret Fuller, femminista e trascendentalista..
Viene con noi la nostra socia Olimpia Di Flumeri ben intenzionata a svolgere anche lei le visite guidate.
Concludiamo regolarmente alle 12.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

il cannone spara sempre a mezzogiorno !!

Iniziano le visite guidate sui luoghi storici, previste dopo la firma del protocollo d’intesa sottoscritto il 1 luglio dal presidente Enrico luciani e dalla Dirigente Scolastica del Liceo classico L. Manara, prof.ssa Atala Grattarola.
Le immagini non sono autorizzate e dunque sul sito si riprendono solo alcuni luoghi del percorso concordato, oscurando sempre gli alunni.

Il percorso sarà lo stesso anche per le altre classi che saranno impegnate nei giorni 21, 22, 23, 24, 25 settembre
La prima classe in visita è la IV A della professoressa Annapaola Fornaci.

Nonostante la precarietà ancora in atto nel locale,  a causa dei lavori in corso non ultimati, si è tenuta l’assemblea dei soci nella sede di via di Donna Olimpia 30, giovedì  16 settembre, ore 17,30 per discutere i seguenti punti all’ordine del giorno:

  1. ripresa dell’attività -già avviata al Gianicolo 30 agosto (200° di Anita)- e primo calendario di appuntamenti realmente programmabili;
  2. firma del Protocollo d’intesa con LICEO GINNASIO STATALE  L. MANARA (v. ALLEGATO) e programma operativo nel mese di settembre;
  3. attesa della graduatoria dell’Avviso pubblico del Bando “Valorizzazione della Memoria Storica del Lazio” e alternative possibili;
  4. Tesseramento da completare, e approvazione del rientro di  Antonio Cardellini tra i soci, dimesso il 3 marzo 2020;
  5. Varie ed eventuali.

Abbiamo preferito svolgere l’ assemblea malgrado il disagio ancora in atto nel locale – per fortuna almeno non più nauseabondo-, scontando le assenze di alcuni soci. Una significativa rappresentanza tuttavia c’è stata, e pure la presenza della maggioranza del Consiglio Direttivo. Vedi immagine 1 e immagine 2

Avevamo da assumere alcune importanti decisioni.

leggi verbale dell’assemblea 16 settembre 2021

da sinistra: Massimo Capoccetti, Ivana Colletta, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Dario Luciani, Giovanna De Luca, Daniela Donghia, Ines Pietracci

da sinistra: Massimo Capoccetti, Ivana Colletta, Marina Pacetti, Enrico Luciani, Dario Luciani, Giovanna De Luca, Daniela Donghia, Ines Pietracci

al termine foto ricordo con la nuova socia Martina Caponi

da sinistra: Massimo Capoccetti, Ivana Colletta, Raffaello Sestini, Enrico Luciani, Dario Luciani, Martina Caponi, Giovanna De Luca, Daniela Donghia, Ines Pietracci

da sinistra: Massimo Capoccetti, Ivana Colletta, Raffaello Sestini, Enrico Luciani, Dario Luciani, Martina Caponi, Giovanna De Luca, Daniela Donghia, Ines Pietracci

lunedì 30 agosto alle ore 10,30

Una delegazione della nostra Associazione, composta da:

Noemi Cavicchia Grimaldi, Daniela Donghia, Giacomo Bucolo Ines (Marisa) Pietracci,

si è recata al Gianicolo per depositare un omaggio floreale sulla tomba di Anita Garibaldi nella ricorrenza del secondo centenario della nascita.

 

La rievocazione di Anita è stata celebrata davanti al pannello illustrativo che ricorda al pubblico la figura di Anita. Il pannello per il monumento di Anita fu collocato dalla nostra Associazione il 9 febbraio 2009 <<vedi>>

Leggi commento su Anita Garibaldi ripreso dalla Enciclopedia delle donne

  • 30 Agosto 2021

riceviamo il seguente messaggio, con foto, che volentieri pubblichiamo, a ringraziamento della nostra presenza e della deposizione della corona per la ricorrenza del 200° dalla nascita di Anita,  <<clicca >>

Da: Annita Garibaldi <annita.garibaldi@fastwebnet.it> inviato: lunedì 30 agosto 2021 15:30
A: Associazione Cipriani – Comitato Gianicolo <mail@comitatogianicolo.it>
Oggetto: Invio per posta elettronica: 30 agosto 2021 006

Grazie per Anita da parte della famiglia di Annita con figli e nipoti.

Vedi immagine di Annita con figli e nipoti appena la foto sarà autorizzata

Rendiamo omaggio alla sua memoria di vera combattente, spesso partecipe alle nostre iniziative sulla Repubblica Romana del 1849 nel periodo del suo mandato di delegata alla Memoria del Comune di Roma nella giunta Marino.

La ricordiamo con affetto e gratitudine nella giornata di memoria, celebrata il 3 luglio 2014 nell’AULA GIULIO CESARE, in occasione della ricorrenza della promulgazione della Costituzione della Repubblica Romana del 1849 che ha visto anche la premiazione della nostra associazione con medaglia capitolina. << Leggi >>

Luciano Manara, capo dei bersaglieri lombardi venuti a combattere per la difesa di Roma del 1849, eroe al Gianicolo, e già grande combattente nelle cinque giornate di Milano
Andrea Aguyar – venuto in Italia dall’America quale compagno di Garibaldi, rimarrà sempre accanto a lui. L’unico per il quale sia stato visto piangere il generale Garibaldi alla notizia della sua morte; è ben ricordato nella poesia di Cesare Pascarella, “Storia Nostra”. Non ha un busto al Gianicolo, per questo ci stiamo battendo, insieme ad altre associazioni, per erigere una erme. Vi informeremo per la sottoscrizione….

In ricordo della morte dei due grandi personaggi riproponiamo un testo che abbiamo presentato nel 2009 in Trastevere, al Museo di Roma in Trastevere, cui ci auguriamo di tornare per ricordarli ancora .

LEGGI di seguito testo e immagini in chiaro

Una bella figura quella di Guglielmo Epifani, che il nostro presidente ha voluto salutare a ricordo dei comuni trascorsi politici e anche per amicizia familiare -conosceva la famiglia di Enrico Luciani infatti, dal padre Gino, segretario provinciale dei poligrafici e cartai della CGIL quando Epifani entrò nel 1979 come segretario generale aggiunto della categoria dei lavoratori poligrafici e cartai.

La salma di Guglielmo Epifani, coperta da rose rosse, lascia la chiesa

La salma di Guglielmo Epifani, coperta da rose rosse, lascia la chiesa

Ma lo abbiamo anche conosciuto come associazione per i contatti alle visite guidate e per il lavoro svolto nell’anno 2010 quando l’associazione Amilcare Cipriani aiutò la Fondazione Pietro Nenni, presieduta dallo storico socialista Giuseppe Tamburrano , ad organizzare, nel 120° anniversario, la mostra all’Archivio di Stato

il PRIMO MAGGIO TRA FESTA E REPRESSIONE (mostra storico-documentaria).

Vedi foto 1 e foto 2.

Occorrevano infatti notizie su Cipriani che noi fornimmo all’organizzazione, compresa una immagine del nostro Amilcare che fece bella mostra tra quelle pubblicate, di grande valore storico. La mostra durò fino al 31 ottobre <leggi>.

Incontrammo Guglielmo Epifani, in veste di segretario nazionale CGIL (Susanna Camusso gli subentrerà poco dopo nella carica- il 3 dicembre); ci parlammo e salutammo affettuosamente, con una foto che ci fa piacere ricordare.

Guglielmo Epifani con Giuliana Limiti ed Enrico Luciani

Guglielmo Epifani con Giuliana Limiti ed Enrico Luciani

Tutti insieme a visitare i luoghi dei combattimenti per la difesa di Roma e della Repubblica Romana del 1849. Guida storica Massimo Capoccetti, magistrato in pensione, ormai punto di forza dell’ APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo

Una bellissima giornata di sole e di patriottismo con presenza di tanti spettatori/attori e con cinque classi di alunni che hanno interpretato e letto racconti storici (la V F del liceo Manara della prof.ssa De Meo, sostenuta dal Bersagliere in divisa che ha suonato il Silenzio in memoria dei Caduti), poesie ed editti (la II O dell’I.C Oriani-Manzoni della prof.ssa Notarangelo); musica e canti ripetuti con l’ INNO d’Italia in versione integrale (la II H dell’I.C. via Fabiola, presente il dirigente Fanny Greco), la II A E e la IV A I delle prof. sse Paola Ceccopieri e Isabella Cognatti dell’I.I.S. Federico Caffè.
Come da INVITO, la prima parte della manifestazione ha visto la partecipazione del prof. Carmine Pinto, ed è poi proseguita con Visite guidate, necessariamente brevi…, fino alla Biblioteca Villino Corsini, responsabile la Dr.ssa Anna Barenghi. Essa, dopo aver ricevuto da Giovanna De Luca una consegna/omaggio di libri storici sulla Repubblica Romana e di pubblicazioni culturali degli anni 1980, presenti anche i responsabili culturali dell’epoca: Anna Vespa; Massimo Castracane, Elisabetta Lecco, Cristiano Ottavi, ha avviato la presentazione, svolta dal prof. Giuseppe Monsagrati, e di Massimo Capoccetti, dirigenti dell’Associazione , della pubblicazione

Enrico Luciani
insieme a Cesare Balzarro
La Repubblica Romana del 1849 non più sconosciuta
IL TERRITORIO visto da NOI per VOI (1999- 2020)
edita dall’APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo

da sinistra: Noemi Cavicchia, Ines Pietracci, Mariapaola Pietracci Mirabelli, Ivana Colletta, Giovanna De Luca

da sinistra: Noemi Cavicchia, Ines Pietracci, Mariapaola Pietracci Mirabelli, Ivana Colletta, Giovanna De Luca

Enrico Luciani arriva subito e si unisce a loro: che combattenti queste donne!

Enrico Luciani arriva subito e si unisce a loro: che combattenti queste donne!

Massimo Capoccetti con Silvana Focosi al controllo altoparlante

Massimo Capoccetti con Silvana Focosi al controllo altoparlante

il ROL sull’Esercito della Repubblica Romana è pronto con Martina Caponi, Chiara Gili, Giovanna De Luca

il ROL sull’Esercito della Repubblica Romana è pronto con Martina Caponi, Chiara Gili, Giovanna De Luca

Andrea Grimaldi con il bersagliere Emanuele Feliciani, Martina, Noemi, Enrico, e i prof Barbalace e Pinto

Andrea Grimaldi con il bersagliere Emanuele Feliciani, Martina, Noemi, Enrico, e i prof Barbalace e Pinto

il prof. Carmine Pinto va subito incontro alle classi: la II sup. è guidata dalla prof. Paola Ceccopieri

il prof. Carmine Pinto va subito incontro alle classi: la II sup. è guidata dalla prof. Paola Ceccopieri

Enrico Luciani e Carmine Pinto: alle spalle l’Arco dei Quattro Venti ricostruito sui ruderi di Villa Corsini

Enrico Luciani e Carmine Pinto: alle spalle l’Arco dei Quattro Venti ricostruito sui ruderi di Villa Corsini

arrivano i giovani con bandiere e canti…evviva!

arrivano i giovani con bandiere e canti…evviva!

Carmine Pinto con la prof. Fanny Greco

Carmine Pinto con la prof. Fanny Greco

Enrico luciani con le maestre Silvana Focosi e Federica Castracane

Enrico luciani con le maestre Silvana Focosi e Federica Castracane

Carmine Pinto con la prof. Isabella Cognatti

Carmine Pinto con la prof. Isabella Cognatti

Carmine Pinto con la prof. M. Leonarda Notarangelo

Carmine Pinto con la prof. M. Leonarda Notarangelo

Luciani apre la manifestazione ricordando brevemente la Repubblica Romana del 1849 e i suoi valori nonché gli eroici combattimenti svolti proprio su questo luogo storico. Alla sua caduta, il 3 luglio 1849, Luciani ricorda la coraggiosa proclamazione dal Campidoglio di una Costituzione repubblicana eccezionale, grande lascito per le generazioni future, anche dalla nostra vigente Costituzione che ieri ha compiuto 75 anni.
Subito dopo la rievocazione della morte di Enrico Dandolo, bersagliere lombardo, ripresa dalle lettere di Emilio Dandolo e di Morosini lette da alunni della classe V F del liceo Manara,

Vedi altre immagini

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Segue la lettura da parte degli alunni e alunne della media II O della prof.ssa M. Leonarda Notarangelo di una filastrocca –ma noi diciamo poesia!- VERSI PER LA REPUBBLICA ROMANA, scritta nel 2015 da ragazzi della II O e che rinnoviamo nelle ricorrenze perché merita anch’essa un ricordo. Anzi la riproporremo tra i testi in Biblioteca.

Vedi immagini delle letture

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

A questo punto è partito il CORO della media II H della prof.ssa Ida Iannazzo, guidato dalle maestre di Coro Federica Castracane e Silvana Focosi, presente la prof.ssa Fanny Greco, Preside dell’I.C. Via Fabiola

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola è pronta

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola è pronta

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola diretta dalle maestre Castracane e Focosi

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola diretta dalle maestre Castracane e Focosi

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola in foto ricordo anche con Enrico Luciani e la Preside Fanny Greco

la classe II H dell’I.C. Via Fabiola in foto ricordo anche con Enrico Luciani e la Preside Fanny Greco

l’intervento del prof Carmine Pinto

l’intervento del prof Carmine Pinto

l’intervento del prof Carmine Pinto

l’intervento del prof Carmine Pinto

il saluto della dr.ssa Anna Barenghi, responsabile della Biblioteca Villa Corsini

il saluto della dr.ssa Anna Barenghi, responsabile della Biblioteca Villa Corsini

un targa ricordo per il prof. Carmine Pinto. Grazie!

un targa ricordo per il prof. Carmine Pinto. Grazie!

un attestato e le figurine per il Liceo Manara che alle 11 rientra a scuola

un attestato e le figurine per il Liceo Manara che alle 11 rientra a scuola

un attestato e le figurina per l’I,I,S. Caffè la cui la IV della prof. Cognatti alle 11 rientra a scuola

un attestato e le figurina per l’I,I,S. Caffè la cui la IV della prof. Cognatti alle 11 rientra a scuola

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

i ragazzi lo salutano…

i ragazzi lo salutano…

il prof Carime Pinto saluta benevolmente anche i Carabinieri e parla dello scudo di Garibaldi

il prof Carime Pinto saluta benevolmente anche i Carabinieri e parla dello scudo di Garibaldi

ora si fanno le visite guidate, seppur brevi

ora si fanno le visite guidate, seppur brevi

Noemi Cavicchia Grimaldi svolge il suo intervento davanti al pannello illustrativo

Noemi Cavicchia Grimaldi svolge il suo intervento davanti al pannello illustrativo

si arriva a Villino Corsini… un breve riposo

si arriva a Villino Corsini… un breve riposo

Alla Biblioteca Villino Corsini con la guida della dr.ssa Anna Barenghi si salutano gli addetti culturali degli anni 1980 e si presenta la nuova pubblicazione dell’APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo. Chiudono i lavori la media II O che legge decreti e note storiche e la media II H che ripete il CORO

bei ricordi a Palazzina Corsini Centro Culturale del Municipo XVI negli anni 1986: con De Luca, Enrico Luciani, Elisabetta Lecco, Massimo Castracane, Anna Vespa, Anna Barenghi. Alle spalle Cristiano Ottavi e Paolo Masini

bei ricordi a Palazzina Corsini Centro Culturale del Municipo XVI negli anni 1986: con De Luca, Enrico Luciani, Elisabetta Lecco, Massimo Castracane, Anna Vespa, Anna Barenghi. Alle spalle Cristiano Ottavi e Paolo Masini

il prof. Giuseppe Monsagrati con Capoccetti e Luciani concorda la presentazione della nuova pubblicazione

il prof. Giuseppe Monsagrati con Capoccetti e Luciani concorda la presentazione della nuova pubblicazione

a dr.ssa Anna Barenghi organizza l’evento

a dr.ssa Anna Barenghi organizza l’evento

Leggi

Vedi immagini interventi Capoccetti e prof. Monsagrati

A chiusura esponiamo gli attestati consegnati quale sentito ringraziamento della nostra Associazione ai partecipanti. Grazie

 


Vedi attestato Manara

Vedi attestato Oriani Manzoni

Vedi attestato Federico Caffè

Vedi attestato Villino Corsini

Vedi attestato Via Fabiola

Non vi facciamo vedere la figurine…

Non potevamo mancare all’appuntamento rievocazione del 3 giugno 1849, in ricordo della gloriosa Repubblica Romana del 1849, di seguito perciò il programma della nostra manifestazione per il 3 giugno a Villa Pamphili, in ricordo della eroica battaglia. Per chi volesse aggiungersi alla manifestazione si prega di prenotare per evidenti problemi di distanziamento.

<<Vedi invito>>

Questa comunicazione è stata inviata in particolare a scuole e a professori per far sapere che, pur con tutte le cautele e le evidenti difficoltà e limitazioni ancora vigenti -mascherina e distanziamento- , abbiamo ripreso la nostra attività, e perciò saremmo pronti e contenti di poter conoscere eventuali programmazioni scolastiche in materia di visite guidate.

Enrico Luciani

Presidente APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo

Titolare responsabile sito www.comitatogianicolo.it

3284542840

Una simpatica competizione tra bambine e bambini con famiglie alla ricerca dei luoghi storici del nostro Risorgimento.

Leggi comunicato

Sulla strada della caccia al tesoro con appuntamento alla Biblioteca Villino Corsini di Villa Pamphilj

clicca per vedere immagini e premiazioni

Oggi, sabato, siamo impegnati con una classe della III media in visita al Gianicolo. Abbiamo voluto favorire questa uscita per consentire una passeggiata all’aperto a ragazze e ragazzi ancora bloccati nelle uscite scolastiche. Vengono di sabato con i genitori, in intesa con la nostra associazione che sanno ben disponibile alle visite sui luoghi storici anche in orari extra scolatici. Una bella partecipazione, aperta e simpatica nonostante i limiti del distanziamento e delle mascherine.

Reazioni allegre e imprevedibili, tipo quella volta a dividere gli alunni in due gruppi -proprio per favorire il distanziamento-: la preferenza degli alunni si è orientata a formare un gruppo maschi e un gruppo femmine… Abbiamo resistito un poco…pensavamo fosse antica questa suddivisione, e invece no!

Un’allegra brigata, da sinistra : Massimo Capoccetti, Enrico Luciani, Daniela Donghia, Manrica Savelli, Stefania Aldini, Chiara Gili

Un’allegra brigata, da sinistra : Massimo Capoccetti, Enrico Luciani, Daniela Donghia, Manrica Savelli, Giacomo Bucolo, Chiara Gili, Stefania Aldini

 

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Lo sparo del cannone sorprende sempre…

Nella mattinata tanti appuntamenti, riguardanti peraltro alcuni temi che sosteniamo da tempo, con riunioni alle quali partecipiamo in parte, visti i nostri tanti impegni diretti nella giornata.

Li citiamo: quella dei Comitati di quartiere XII Municipio per il Casale via San Pancrazio (casetta garibaldina) cui Luciani si deve sottrarre per correre all’isola tiberina (ma seguirà un incontro in streaming martedì prossimo con il Municipio XII e tutte le associazioni), poi quella politica di Athos De Luca contro il ritardo del restauro del monumento di Garibaldi prevista a mezzogiorno, e infine quella dei ragazzi di Goffredo Mameli volta a richiedere al Municipio I il ripristino della palina toponomastica alla Scalea del Tamburino (Domenico Subiaco), e pure la ricollocazione proprio lì di una panchina, antico riferimento per appuntamenti amorosi, ma ancor oggi necessaria come punto di riposo: dopo tante scale …

La nostra associazione riapre le passeggiate all’aperto: distanziati e in mascherina. Non potevamo mancare all’appuntamento storico del 1° Maggio nostra giornata/invito per ricordare la vittoriosa battaglia del 30 aprile 1849. Leggi il nostro <INVITO>.

Tanta gente a Villa Pamphili, e all’ingresso mentre un’associazione chiede le firme a favore dei cani maltrattati, un’altra si dà appuntamento per la maratona in città… tra questi maratoneti il gruppo Muovi Monteverde, che organizza camminate sportive in città e a cui sta partecipando come capotreno Claudio Santini (presidente Ass. Albatros) operatore da sempre a Villa Pamphili per la corsa amatoriale, e caro amico di Enrico Luciani, assessore alla Cultura e allo Sport negli anni 80 dell’allora Circoscrizione XVI, che all’epoca inaugurava e organizzava il
centro CORRI COME PUOI al Bel Respiro.

la nostra associazione ha limitato il gruppo di partecipanti per l’odierna visita/passeggiata, anche perché per taluni è una visita di studio in quanto giornata valida come corso per accompagnatori alle visite guidate.

 

 da sin.: Roberto Calabria, Claudio Santini, Enrico Luciani, GIovanna De Luca, Manuela Franci

da sin.: Roberto Calabria, Claudio Santini, Enrico Luciani, GIovanna De Luca, Manuela Franci

da sin.: Cristiano Ottavi, Giovanna De Luca, Manuela Franci, Martina Caponi, Roberto Calabria, Enrico Luciani, Agostino Pravatà, Selenia Brunco, Maria Elena D’Effremo, Tina Luiso, Domenico Crescenzi

da sin.: Cristiano Ottavi, Giovanna De Luca, Manuela Franci, Martina Caponi, Roberto Calabria, Enrico Luciani, Agostino Pravatà, Selenia Brunco, Maria Elena D’Effremo, Tina Luiso, Domenico Crescenzi

Per vedere in dettaglio alcuni luoghi clicca <Vedi immagini>

Avevamo segnalato la sparizione della palina. Ma ancora niente dal Municipio I e neppure dalla toponomastica comunale . Era il 2018… <leggi>

Capiamo che la pandemia possa aver ritardato le operazioni di ripristino, da noi più volte sollecitate negli uffici comunali, <Leggi notizia>, compreso l’ufficio via della Greca, che ci ha dichiarato di essere in difficoltà per l’appalto delle tante targhe in marmo da scrivere…
Però dopo tanto tempo la palina ancora non si vede.
Possiamo aiutare ? Occorre una sottoscrizione per ordinare il marmo con la scritta?

Vi chiediamo un incontro per tentare di sistemare la palina, almeno nel mese di Giugno 2021,
intestata al tamburino Domenico Subiaco,
combattente per la Repubblica Romana del 1849,
nato il 4 dicembre 1832 a Ripi (Frosinone), contadino, caduto a giugno 1849 nella difesa dell’ottavo bastione.

Nell’ occasione vi proporremmo di riesaminare la fruibilità del luogo perché, quando la gente arriva alla fine della scalinata, di oltre 120 gradini, non trova neppure una panchina per sedersi…

E invece lì, sin dagli anni sessanta c’erano due panchine per i ragazzi e le ragazze di Trastevere, che salivano da via Goffredo Mameli e da san Cosimato per andare al Gianicolo… ma anche per i primi appuntamenti amorosi in un punto discreto… E ancora pochi anni fa c’era una panchina…

Ma ora pure le panchine danno fastidio? Ma mettiamone una rossa per le donne e una verde per il tricolore…
Dobbiamo intanto fissare un primo appuntamento per il mese di giugno
aperto ai trasteverini e ai monteverdini ??

vedi come era la palina e come è oggi il luogo con solo due alberi da gestire.
Vedi immagini

LEGGI <NOTA STORICA sui Tamburini>, per un ricordo mentre si passa sulla scalinata

riprendiamo la notizia da Facebook

Celebrazione della giornata mondiale del libro e del diritto d’autore – 23 aprile 2021 – organizzata dall’IIS Federico Caffè.  In STREAMING l’evento “IL LIBRO DELLA VITA E LA VITA DEL LIBRO”, dalle ore 10.30 alle ore 12.10, dai locali della Biblioteca IIS Federico Caffè, con Sara Maturana, con Anna Balzarro, con Della Passarelli, con la Libreria I TRAPEZISTI, con Virginia Leonardis, con Annagrazia Stammati, con Isabella Cognatti e gli studenti del Laboratorio teatrale TeatroIN, con Giuseppe Fiori, con Giovanna Manola con gli studenti, con Nina Quarenghi, con Marcello Gammella con gli studenti, con tante classi, con tanti studenti e con tanti docenti del Federico Caffè, con Carla Cesaretti, con Caterina Gigante, con Paola Ceccopieri e con Massimo Tegolini.  I protagonisti della filiera del libro si raccontano, spiegando il loro ruolo nell’ideazione e nel percorso di vita e diffusione dell’opera letteraria.  Si ringrazia il Dirigente scolastico, il DSGA e tutti i lavoratori della scuola che hanno permesso la realizzazione dell’evento. La tradizione del Federico Caffè si conferma ancora, anche in periodo di pandemia, a celebrare il piacere della lettura!  Per tutti noi valgano le meravigliose esperienze della  Maratolettura del 2015, del Laboratorio di lettura ad alta voce in Biblioteca con Paola Pitagora negli anni passati e della Notte Bianca 2016  , che vogliamo ripercorrere al più presto a partire dall’anno scolastico 2021-2022.  LA LETTURA CI CATTURA! 8°

7 Massimo Tegolini e altri 6 Condivisioni: 1 Mi piace Condividi

Il nostro carissimo amico Enrico Luciani, Presidente APS A. CIPRIANI E COMITATO GIANICOLO, ieri ha consegnato una copia della pubblicazione “La Repubblica Romana del 1849 non più sconosciuta” alla Biblioteca IIS Federico Caffè. Lo ringraziamo non solo per la bellissima pubblicazione ma anche per il più che ventennale impegno dell’Associazione per ricordare a tutti l’importanza e il ruolo della Repubblica Romana del 1849 nel nostro Risorgimento. Ad maiora! 🎯 Tegolini Massimo

Massimo Tegolini tra Enrico Luciani e Giovanna De Luca

Massimo Tegolini tra Enrico Luciani e Giovanna De Luca

E noi ricordiamo la bella giornata della Maratonalettura del 2015, partita proprio dal nostro Circolo A. Cipriani …

Clicca per Vedere immagini e commento

 

Una lunga e tormentata vicenda riguardante l’utilizzo dell’immobile di via Panfilo Castaldi si è conclusa grazie all’abolizione del progetto “la casa della partecipazione” proposto della precedente giunta municipale e all’approvazione del nuovo progetto ormai in applicazione con un regolamento che vede la gestione diretta del Municipio sulle richieste di utilizzo provenienti direttamente dalle singole associazioni per lo svolgimento di attività socioculturali e di servizio a favore del quartiere di Porta Portese. Vedi ingresso

La struttura, costituita da ingresso, cinque vani, e 2 servizi più area scoperta del piano terra, è autorizzata per la presenza max di 88 persone: per le richieste bisogna scrivere a protocollo.mun12@pec.comunu.roma.it.

Partecipiamo anche noi alla giornata inaugurale con le associazioni presenti e, dopo la spiegazione del regolamento di gestione per l’utilizzo dell’immobile, svolta dal Consigliere Paolo D’Eugenio, nel dibattito che ne è seguito abbiamo voluto salutare il coraggio del Municipio che invece dell’affidamento a gestioni esterne ha voluto prevedere la gestione diretta dello spazio, che pur complessa consente in effetti una partecipazione più aperta e democratica.


Al termine abbiamo segnalato alla presidente Silvia Crescimanno e poi al Consigliere Domenico Basile il nostro dichiarato interesse per il Casale di Via San Pancrazio, tuttora fermo e non utilizzato e con il grave rischio di degrado, e abbiamo sollecitato la nostra richiesta di incontro per valutare la situazione.

A tale riguardo riportiamo la nostra lettera di richiesta LEGGI

Riceviamo dal nostro socio Paolo Pochettino una bella documentazione sulle cinque giornate di Milano, organizzata con immagini e documenti che mostrano, con una bellissima carta interattiva, i luoghi dei combattimenti – dalla barricata di Porta Romana fino alla presa di Porta Tosa (Porta Vittoria) – e pure i personaggi: Carlo Cattaneo, ma anche Enrico Cernuschi e Luciano Manara alle barricate.
Così scrive Paolo:

Cari cittadini associati, vi segnalo questa interessante carta interattiva sulle 5 giornate di Milano.

https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=19PVwrrOfMkG4K8wTJCG4uT2ueHzuQ0o2&ll=45.47117324607227%2C9.181379161183724&z=15

sarebbe bello, finito il Covid, se un giorno veniste in trasferta a Milano per fare voi una visita guidata.
Vi aspetto

Ing. Paolo Pochettino

Le barricate mobili sul corso di Porta Tosa

Le barricate mobili sul corso di Porta Tosa

La presa di Porta Tosa (Porta Vittoria)

La presa di Porta Tosa (Porta Vittoria)

Ricordo che leggendo la nostra attività https://comitatogianicolo.it/attivita sarete in grado di leggere i nostri Bilanci e tutte le nostre iniziative, addirittura anno per anno, da ormai più di venti anni e che perciò siete in grado di valutare se la nostra associazione vada sostenuta con il vostro riconoscimento del 5 per mille ,

scrivendo tra le associazioni di volontariato e di promozione sociale il nostro

codice fiscale 97043950589

Per coloro che fossero già impegnati con altre associazioni per il 5xmille si ricorda che è possibile aiutarci, ne abbiamo bisogno ora… con un libero contributo, peraltro in parte deducibile in sede di denuncia IRPEF, tramite

IBAN IT65 J076 0103 2000 0007 2828 650

o tramite

c/c postale 72828650

Dalla lettura del Bilancio 2020 potete anche verificare che le erogazioni avute negli ultimi tre anni dall’Agenzia delle Entrate sono andate tutte a vantaggio di una pubblicazione scritta e pensata a ricordo e conoscenza del territorio del Gianicolo e della Repubblica Romana del 1849 (non più sconosciuta, diciamo…), pubblicazione che gratuitamente, ovviamente, sarà a favore di studenti, insegnanti e cittadini impegnati.

Cari saluti
Enrico Luciani
Presidente APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo
mail@comitatogianicolo.it
tel 3284542840

18 marzo 1871

Per leggere la COMMUNE DE PARIS vai su

https://it.wikipedia.org/wiki/Comune_di_Parigi_(1871)

Di seguito segnaliamo un breve riassunto per turisti da vivaparigi, la guida turistica per conoscere Parigi

La Comune di Parigi del 1871, prima democrazia d’Europa

Per capire l’animo e la bellezza di Parigi nel profondo bisogna conoscerne anche la storia. Tra gli eventi più significativi vi è senza dubbio quello della Comune di Parigi instaurata a Parigi il 26 Aprile 1871 e che rappresenta la prima forma di governo democratico-socialista in Europa. Nel 1870, la Francia era reduce da sconfitte e mancava di punti di riferimento politici, sociali ed economici. La sconfitta e conseguente resa di Napoleone III contro le truppe prussiane segnò un profondo divario tra il governo e la popolazione parigina, indebolita dalla guerra. Il popolo infatti soffriva la mancanza di beni di prima necessità e assisteva ogni giorno di più ad un peggioramento delle condizioni di vita.
Il risentimento per questa condizione di diseguaglianza economica e sociale, unita alla mancanza di punti di riferimento al governo, portò il popolo alla ribellione, insorgendo a Parigi e prendendo il controllo della capitale. Gruppi di volontari armati, masse popolari organizzate e disertori politici assediarono la città fino ad ottenere, il 4 settembre 1870, la formazione della Repubblica.
Il popolo stabilì che l’amministrazione del nuovo governo fosse delegata ad un comitato centrale. In seguito vennero organizzate delle elezioni, il cui risultato portò alla formazione di uno stato governativo vero e proprio: la Comune di Parigi. Creata nel celebre Hôtel de Ville, la Comune era caratterizzata da una forte matrice democratico-socialista.
Tra le idee principali alla base della creazione di questa nuova forma di governo comunitario, ci fu quella di assicurare al popolo i servizi di base e la sicurezza pubblica da esso tanto auspicati. Tra le innovazioni si trovano infatti la creazione di aiuti pensionistici per le vedove e gli orfani di guerra, la restituzione dei beni dati allo stato nel periodo precedente alla rivoluzione, la libertà di stampa, pensiero e associazione fino al diritto dei lavoratori di prendere la fabbrica dove lavoravano in caso fosse stata lasciata dal proprietario. I salari dei funzionari pubblici e dei membri del Consiglio della Comune furono abbassati al livello di quelli degli operai. Noti furono anche i decreti che prevedevano la separazione dello Stato dalla Chiesa con conseguente laicità del sistema scolastico e l’accusa pubblica ad alcuni membri dello Stato di Versailles.
La Comune ha marcato una tappa importante anche per i movimenti femministi i cui sentimenti di uguaglianza si diffusero nell’opinione pubblica. Molte donne si batterono nelle barricate per difendere la città dagli attacchi.
Molti edifici simbolo del potere autoritario vennero distrutti o dati alle fiamme, tra questi il Palais des Tuileries di cui non resta più niente, il Palais d’Orsay, il Palais-Royal e il palais de Justice.
Nonostante fosse stata grande portatrice di rivoluzioni e innovazioni socio-politiche, la Comune ebbe vita molto breve. A partire dal 2 Aprile 1871 il partito politico che governava in precedenza (capitanato da Adolphe Thiers) diede vita ad una forza contro-rivoluzionaria ed organizzò degli attacchi nella città di Parigi. Thiers contava l’appoggio di Bismark e riuscì a ricostituire un nuovo esercito francese. Gli attacchi da parte di Thiers verso la Comune di Parigi continuarono, culminando il 21 maggio con la presa della città. Gli attacchi di Thiers furono accolti con molto fervore dai comunardi e dalla popolazione in generale, che cercò di difendere il proprio stato socio-politico fino alla fine. Thiers iniziò una vera a propria persecuzione degli esponenti o simpatizzanti dell’ormai caduta Comune di Parigi uccidendone a migliaia.
Nell’ultima settimana di Maggio la rivolta fu particolarmente sanguinosa e i morti arrivarono a un totale di circa 30.000 ai quali seguirono decine di migliaia di condanne e di deportazioni. Ancora una volta, dopo la Rivoluzione Francese del 1789, la città pagò a caro prezzo il suo spirito di libertà che l’ha sempre contraddistinta nella storia e di cui è stata uno dei principali motori trainanti. Con questo articolo vogliamo ricordare i tanti parigini, uomini e donne, che han combattuto nei secoli anche per i nostri diritti e il nostro futuro.

E noi dalla Biblioteca dell’APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo vi proponiamo, oltre ai nostri testi su Amilcare Cipriani, combattente della Comune di Parigi e deportato in Nuova Caledonia, alcuni libri, e in specie gli scritti di P.O. Lissagaray:

e un racconto con disegni, foto e immagini e, di Raphael Meyssan – EDIZIONI DELCOURT

Per confrontare il racconto di Amilcare Cipriani mentre viene catturato con il suo amico Gustave Flourens, subito ucciso brutalmente,

leggi la cattura di Cipriani e la morte di Flourens

Non abbiamo potuto svolgere alcuna presenza al Gianicolo, a causa dell’improvviso decreto zona rossa per la Regione Lazio che ha reso di fatto impraticabile la manifestazione/testimonianza da noi organizzata nella ricorrenza del 160° dell’Unità . Volevano partecipare non pochi cittadini e diverse Presidi e personalità, pur contingentati e con presenza distanziata. Peccato….
Segnaliamo perciò l’evento/testimonianza leggi INVITO con i segnali minimi possibili:

la deposizione della corona da parte del presidente del Municipio Roma I Centro, Sabrina Alfonsi,

il messaggio del nostro presidente, Enrico Luciani,
accompagnato da Daniela Donghia e Mariapaola Pietracci Mirabelli

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

 

e il saluto del prof. Carmine Pinto,
nuovo Direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano (Vittoriano)

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

 

alcuni articoli sui giornali.

 

Su mandato dell’assemblea sopralluoghi al Gianicolo per trovare la migliore soluzione organizzativa…

Tentiamo diverse soluzioni, ma le riunioni all’interno, pur distanziate al massimo, non possono essere svolte. La pubblicazione non può essere presentata…
Auguriamoci che si possa operare almeno all’aperto e distanziati, e perciò, confidando almeno nel passaggio visibile al Gianicolo delle frecce tricolori , invitiamo i nostri soci e amici più vicini alla testimonianza per il 17 mattino.

Cari amici più vicini alla nostra associazione,
vedi invito per la mattinata del 17 marzo 2021 per un incontro previsto al Gianicolo, così come indicato.

Segnaliamo tuttavia che per essere presenti occorrerà prenotare, essendo l’incontro contingentato a causa dei provvedimenti restrittivi da COVID.
Il nominativo è infatti da inserire nell’elenco dei partecipanti, in specie per l’orario dalle 11 alle 12, perché gli stessi dovranno disporsi distanziati nel piazzale tra il Belvedere e il monumento di Garibaldi. In caso contrario la presenza  non è gradita perché vìola l’immunità sanitaria

Come concordato con i nostri soci, per i motivi suddetti abbiamo annullato le manifestazioni al chiuso; quella del 17 nella tarda mattinata al Museo della R.R. (è il decimo anno dalla sua istituzione) e pure la riunione del pomeriggio all’albergo GIANICOLO, che era stata indetta per la presentazione della nostra preziosa pubblicazione :

“ La repubblica romana del 1849 non più sconosciuta-
IL TERRITORIO visto da NOI per Voi (1999-2020)”

Dispiace, ma avremo di riaggiornarci.

Cari saluti
Enrico Luciani
Presidente APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo 3284542840 mail@comitatogianicolo.it

  • 3 Marzo 2021
  • on line VIA HANGOUT

Assemblea ordinaria dei soci dell’Associazione per approvazione del Bilancio Consuntivo 2020, del preventivo 2021, e della programmazione 2021.

Si soffre la mancanza di una sede fisica che è ancora una volta limitata da regole anti COVID. Puntuali i soci ammessi alla riunione tenuto anche conto che il collegamento Hangout presenta alcuni limiti che dovremo superare.
Discussione e confronto assai sofferto per una programmazione del 2021 che già entra in crisi per il timore di provvedimenti ancor più limitanti l’attività associativa.

Leggi Ass. soci 3 marzo 2021  leggi Bilancio e attività 2020

Di seguito la ripresa di immagine Hangout con alcuni presenti alla riunione: Massimo Capoccetti, Roberto Calabria, Noemi Cavicchia Grimaldi, Marisa Pietracci, Mario Savelli, Ivana Colletta , Giacomo Bucolo, Giovanna De Luca, Enrico Luciani, Emanuela Mariani, Carlo Cittadini.

Ripresa di contatti con l’Istituto Centrale per la storia del Risorgimento. Appuntamento con il prof. Carmelo Pinto da poco nominato Direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano.

Carmelo Pinto

Carmelo Pinto

leggi suoi libri (da Wikipedia)
Ci siamo recati al Vittoriano e ci ha accolto il Vice direttore prof. Marco Pizzo con il quale abbiamo rinnovato il patto di collaborazione con l’Istituto. Lo stesso prof. Carmelo Pinto, assente ma in contatto con noi e interpellato telefonicamente da Marco Pizzo, ha gentilmente aderito al nostro invito di partecipare con noi alla ricorrenza del 160° dell’Unità d’Italia che stiamo organizzando insieme al Municipio Roma 1 Centro, al Gianicolo, a Piazzale Garibaldi il 17 marzo prossimo.
Enrico Luciani con Noemi Cavicchia Grimaldi e Daniela Donghia, hanno voluto suggerire a Marco Pizzo una serie di iniziative, nonostante non sia ancora chiara la effettiva apertura al pubblico del Museo Centrale del Risorgimento e la collocazione del nostro sito, al momento inutilizzato.
Con il Vice Direttore Marco Pizzo abbiamo concordato sull’opportunità di far partire corsi di formazione per insegnanti e appassionati, e pure sulla sua offerta a noi di prevedere visite speciali su luoghi d’interesse storico, per vari motivi trascurati o chiusi al pubblico.
Nell’occasione Enrico Luciani ha consegnato in anteprima a Pizzo, e per suo conto al prof. Pinto, all’Istituto, alla Biblioteca, e al Museo, copia della nostra pubblicazione “La Repubblica Romana del 1849 non più sconosciuta- Il territorio visto da NOI per VOI (1999- 2020)

Link Leggi libri
Opere
La sua produzione saggistica spazia dalla politica alla storia italiana, incentrandosi principalmente sul periodo che va dall’Ottocento al Novecento.

  • La fine di un partito. Il Partito Socialista Italiano dal 1992 al 1994, Roma, Editori Riuniti, 1999, ISBN 9788881258062
  • Socialisti, Salerno, Laveglia, 2000.
  • Partiti e Potere. Il sistema politico a Salerno negli anni ottanta, Salerno, Il Paguro, 2003.
  • La grande storia della Resistenza 1943-1948, Cosenza, Rubbettino, 2008.
  • Il riformismo possibile. La grande stagione delle riforme: utopie, speranze, realtà (1945-1964), Cosenza, Rubettino, 2008, ISBN 9788849822403.
  • La guerra per il Mezzogiorno. Italiani, borbonici e briganti. 1860-1870, Roma-Bari, Laterza, 2019, ISBN 9788858135310.
  • 14 Febbraio 2021
  • Dal teatro Argentina, Teatro di Roma su youtube

Segnalazione della VII edizione Luce sull’Archeologia 2021- “Da capitale di un impero all’ultima Roma antica”- organizzata dal Teatro di Roma su youtube. Cerchiamo la puntata del 14 febbraio

Dal programma del Teatro di Roma – sette domeniche mattutine – <<leggi>>

segnaliamo quello di domenica 14 febbraio. L’argomento è da non perdere, anche per la presenza di due storici bravissimi che ben conosciamo: la prof.ssa Marina Formica e il prof. Emilio Gentile.

Programma

Con contributi di storia dell’arte di Claudio Strinati Il Ponte Vittorio Emanuele II a Roma
anteprime del passato di Andreas M. Steiner
Introduce e presenta Massimiliano Ghilardi

Roma, Romae. Una capitale in età moderna
MARINA FORMICA
Storia moderna, Tor Vergata Università di Roma
La relazione intende delineare un quadro diacronico relativo alle diverse declinazioni del Mito di Roma nei secoli dell’Età moderna, cogliendone in particolare le trasversalità tematiche e l’impatto sulle culture politiche del periodo.

Il mito di Roma, da capitale di un impero a capitale d’Italia
EMILIO GENTILE
Storia contemporanea, Sapienza Università di Roma
Roma fu proclamata capitale d’Italia il 3 febbraio 1871. La sua nascita, tuttavia, non fu accolta con giubilo dai romani, e neppure dagli italiani. Il mito di Roma avviliva una capitale che era adorna di antichi monumenti, ma immersi nell’inerzia di una società rimasta fuori dalla modernità, e nella miseria di una popolazione resa indolente da secolare servitù. Eppure, nel 1911, celebrando i primi cinquanta anni di unità, Roma era diventata una capitale moderna. Nel 1915 fu deciso a Roma, nelle piazze e nel parlamento, l’intervento italiano nella Grande Guerra. Nel 1922 fu Roma a ispirare le ambizioni imperiali del duce fascista. E fu ancora Roma ad acclamare la fine del regime totalitario nel 1943, l’arrivo degli alleati nel 1944, l’avvento della repubblica democratica nel 1946. Roma, sempre Roma protagonista. Eppure, una capitale mai amata dagli italiani.

 

Inizio dalle ore 11

Per festeggiare il 150° di Roma capitale, il teatro, dopo gli interventi dei professori di storia, prevede l’esecuzione di brani in musica: con la mezzosoprano Silvia Pasini e il tenore Michael Alfonsi. Al pianoforte il Maestro Simone Genuini. Si tratta di una vera e propria colonna sonora del Risorgimento.

Per rivedere la giornata del 14 febbraio, svolta dal Teatro di Roma in onore del 150° di Roma Capitale

clicca <<https://www.youtube.com/watch?v=zklBeBIuIUU>>

Chiesta l’autorizzazione a registrare la giornata del 14 febbraio,
così ci ha scritto Catia Fauci, responsabile del progetto “Luce sull’Archeologia”, che vivamente ringraziamo


Buonasera Dottor Luciani,
mi è stato impossibile chiamarla in giornata, ma come convenuto le inoltro di seguito il link per seguire la diretta  streaming di luce sull’archeologia che può inserire sul suo sito per i soci.

https://www.youtube.com/watch?v=zklBeBIuIUU
Cordiali saluti
Catia Fauci 

Dopo la cerimonia della deposizione della corona da parte del Comune e della Regione Lazio, siamo pronti a ricordare la Repubblica Romana del 1849 con il nostro omaggio che deponiamo nel sacrario dei caduti.
Cogliamo l’occasione de salutare i solerti funzionari del Cerimoniale, la responsabile del Mausoleo, Mara Minasi, e i rappresentanti del Comune e della Regione Lazio, rispettivamente: Teresa Maria Zotta Vice Sindaco per la città metropolitana di Roma e la Consigliera Marta Leonori per la Regione Lazio.

Arriva il Cerimoniale, con la V. Sindaco M. Teresa Zotta e la Consigliera Reg. Lazio Marta Leonori

Arriva il Cerimoniale, con la V. Sindaco M. Teresa Zotta e la Consigliera Reg. Lazio Marta Leonori

La Corona della Regione Lazio e dell’area metropolitana di Roma

La Corona della Regione Lazio e dell’area metropolitana di Roma

La deposizione della Corona

La deposizione della Corona

Giacomo Bucolo , la Consigliera Marta Leonori, la V. Sindaco M. Teresa Zotta, Massimo Capoccetti, Mara Minasi, Enrico Luciani

Giacomo Bucolo , la Consigliera Marta Leonori, la V. Sindaco M. Teresa Zotta, Massimo Capoccetti, Mara Minasi, Enrico Luciani

Enrico Luciani, Massimo Capoccetti, Giacomo Bucolo, Giovanna De Luca, portano la corona della nostra associazione

Enrico Luciani, Massimo Capoccetti, Giacomo Bucolo, Giovanna De Luca, portano la corona della nostra associazione

Si aggiunge a noi nel Sacrario anche la prof. Gisella Bellantone, dell’associazione Mille Donne per l’Italia

Si aggiunge a noi nel Sacrario anche la prof. Gisella Bellantone, dell’associazione Mille Donne per l’Italia

Arriva anche l’ing. Massimo Tegolini, coordinatore capo della Biblioteca Federico Caffè

Arriva anche l’ing. Massimo Tegolini, coordinatore capo della Biblioteca Federico Caffè

Da sinistra : Emanuela Mariani e consorte, Roberto Cerulli, Giacomo Bucolo, Massimo Capoccetti, Daniela Donghia, Giovanna De Luca, Sara e Minello Giorgetti, Enrico Luciani

Da sinistra : Emanuela Mariani e consorte, Roberto Cerulli, Giacomo Bucolo, Massimo Capoccetti, Daniela Donghia, Giovanna De Luca, Sara e Minello Giorgetti, Enrico Luciani

Daniela Donghia con Minello Giorgetti verificano la lapide del primo cimitero… oggi oscurata dai camper

Daniela Donghia con Minello Giorgetti verificano la lapide del primo cimitero… oggi oscurata dai camper

Al Piazzale,in attesa, Minello Giorgetti intrattiene la nostra nuova socia Olimpia di Flumeri, assai gentile

Al Piazzale,in attesa, Minello Giorgetti intrattiene la nostra nuova socia Olimpia di Flumeri, assai gentile

Prosegue Minello Giorgetti: vuol spiegare la Chiesa dei sette Dolori e, per S. Carlo ai Catinari, anche una cronaca di Giuseppe Vercelloni. Luciani cerca di parlare dei prossimi appuntamenti associativi

Prosegue Minello Giorgetti: vuol spiegare la Chiesa dei sette Dolori e, per S. Carlo ai Catinari, anche una cronaca di Giuseppe Vercelloni. Luciani cerca di parlare dei prossimi appuntamenti associativi

Da sinistra: Mario Savelli, Daniela Donghia, Giovanna De Luca, Minello alle sue spalle, Enrico Luciani, Ines Pietracci, Paolo Calbucci, Roberto Cerulli, Massimo Capoccetti, Giacomo Bucolo, Marina Maiocci

Da sinistra: Mario Savelli, Daniela Donghia, Giovanna De Luca, Minello alle sue spalle, Enrico Luciani, Ines Pietracci, Paolo Calbucci, Roberto Cerulli, Massimo Capoccetti, Giacomo Bucolo, Marina Maiocci

Dispiace constatare ancora il degrado nei pressi del Mausoleo per l’occupazione di camper… davanti alla lapide che avevamo liberato a suo tempo dal parcheggio selvaggio, in intesa col I Municipio.

Rinnoviamo la richiesta di ricollocazione e sistemazione dei ferri paraurti… e un più attento controllo sui camper della comunità di S.Egidio che già da troppi anni si collocano abusivamente nell’area, anche a ridosso dell’Accademia e dell’Università americana (Via Roselli).

Cari amici ,
nel ringraziarvi per il sostegno dato alla petizione “ la fine del Risorgimento?” – vedi iniziativa da noi sostenuta  – vi informiamo che essa ha avuto esito positivo.

La situazione è stata risolta, infatti, con la fine del commissariamento dell’Istituto del Risorgimento e con la regolarizzazione dell’attività dell’Istituto e del Museo Centrale – compresa la ripresa del pagamento degli stipendi ai lavoratori – a seguito della firma di due decreti del Ministro Franceschini riguardanti: l’uno, la nomina del nuovo Direttore dell’Istituto – il prof. Carmine Pinto -, l’altro, la nomina del Consiglio direttivo e di consulenza scientifica dell’Istituto.

A seguito di questi due nuovi decreti il Consiglio Direttivo e di consulenza scientifica dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano è pertanto composto dal Direttore, prof. Carmine Pinto, che lo presiede, e dai seguenti componenti:

  • prof. Aldo Accardo;
  • prof.ssa Arianna Arisi Rota;
  • prof. Roberto Balzani;
  • prof. Alberto Mario Banti;
  • prof. Giampaolo D’Andrea;
  • dott. Gian Luca Fruci;
  • prof. Silvano Montaldo;
  • prof.ssa Carlotta Sorba;
  • la direttrice del Vittoriano e Palazzo Venezia, Edith Gabrielli.

 

Enrico Luciani
Presidente APS A. Cipriani e Comitato Gianicolo

Tanti i problemi di fronte ad una situazione di emergenza sanitaria ormai paralizzante …

Si esaminano le limitazioni sia per le Visite guidate, di fatto impedite, che per gli appuntamenti pubblici, ormai quasi impraticabili, e si valutano le possibili modalità legali da seguire per svolgere uscite libere anche pubbliche.

Oltre a concordare lo svolgimento di una visita/ corso per accompagnatori sui luoghi storici, si reputa opportuno organizzare una visita al Mausoleo Ossario per il 9 febbraio, chiedendone l’apertura- in modo da portare una piccola corona ai Caduti e ricordare la Repubblica Romana.

Parla Massimo Capoccetti, nel riquadro, da sinistra: Daniela Donghia, Paolo Pochettino (da Milano), Giovanna De Luca, Giulio De Simone (da Grosseto), Giuseppe Testa (da Serrone-FR), Roberto Calabria, Roberto Cerulli, Massimo Capoccetti, Enrico Luciani.

Parla Massimo Capoccetti, nel riquadro, da sinistra: Daniela Donghia, Paolo Pochettino (da Milano), Giovanna De Luca, Giulio De Simone (da Grosseto), Giuseppe Testa (da Serrone-FR), Roberto Calabria, Roberto Cerulli, Massimo Capoccetti, Enrico Luciani.

Interviene anche Ottavio Mirabelli che ricorda la sua esperienza di Vice Direttore dell’ATAC e propone iniziative contro il degrado politico

Interviene anche Ottavio Mirabelli che ricorda la sua esperienza di Vice Direttore dell’ATAC e propone iniziative contro il degrado politico

Si discute sulle iniziative in corso , sui contatti con la Biblioteca di Sesto Fiorentino <<Leggi>>, e pure sulla bella lettera inviataci dal nostro socio Onorario T. Corey Brennan , sempre preso con iniziative volte a ricordare il Rinascimento italiano- vedi Conferenza del 5 FEBBRAIO via ZOOM alla Kutztown University of PennsyIvania –

Corey così scrive a Luciani Enrico “… Seguo molto da vicino le vostre attività e vorrei poter tornare presto in Italia – lo farò alla prima occasione! Sto anche organizzando una conferenza (virtuale) il 5 febbraio, su Papa Gregorio XV (1621-1623):

https://ludovisi.org.

Voglio ancora pubblicare sull’archivio americano sul Risorgimento (soprattutto 1849) ad Harvard, e qui chiederò il tuo consiglio. Un abbraccio dall’America, e spero di sentirti presto. A presto, Corey
Copia off-line programma conferenza

Preso atto dell’impossibilità di celebrare il 9 febbraio al Vittoriano e da lì presentare la nostra pubblicazione,

La Repubblica Romana del 1849 non più sconosciuta
IL TERRITORIO visto da NOI per VOI (1999-2020)

si discute sulle modalità di consegna della stessa: in primis a tutti i soci e ai nostri amici e sostenitori.

Dalla lettera del presidente inviata a tutti i soci dopo il Consiglio Direttivo che si è svolto in altra sede vista l’impraticabilità della sede di via di Donna Olimpia 30 – Roma

Cari soci,
siamo riusciti in qualche modo a svolgere il Consiglio Direttivo, un appuntamento molto importante che ha consentito di fare il punto sulle condizioni dell’associazione e di approvare il Rendiconto del 2020 V. allegati. che poi sarà portato all’assemblea dei soci, quando i tempi e i modi lo consentiranno.
Parte anche il rinnovo del tesseramento 2021, il cui pagamento, con esenzione dei giovani o dei precari, può essere assolto con la sottoscrizione minima di 30 euro (o superiore per chi può) tramite versamento c/c postale  72828650  o con bonifico IBAN   IT65J0760103200000072828650 –

Al lavoro le dirigenti consigliere Ines Pietracci e Giovanna De Luca

Al lavoro le dirigenti consigliere Ines Pietracci e Giovanna De Luca

Il presidente Enrico Luciani presiede il Consiglio

Il presidente Enrico Luciani presiede il Consiglio

Leggi Verbale di Consiglio per approvazione BILANCIO 2020 e Varie

Avremo modo di interloquire sullo stato delle incertezze riguardanti gli appuntamenti esaminati in Consiglio e rinviati a meno pericolose condizioni derivanti dal COVID, come la nostra bella VG scuola famiglia del 16 gennaio aggiornata ad aprile, e pure sulle disastrose condizioni della nostra sede -vedi immagini clicca <<qui>> e <<qui>>
E’ gradito intanto un vostro scritto per mail, anche se stiamo cercando di comprendere come relazionarci tramite diretta in rete come già fatto il 20 dicembre scorso, clicca e <<vedi>> 

Per ottenere il collegamento vi ricordo che basta cliccare sul vostro PC, corredato ovviamente da altoparlante e video, nell’orario concordato: prima Google e poi  https://hangouts.google.com/call/0oBoaOq47CrUe30DL8jhACEI , e  subito si potrà dialogare in diretta e in contemporanea.   Per chi usa poco il pc ( magari informatemi del vostro scarso uso delle mail) perché preferisce usare lo  smartphone, che pur con le sue grandi possibilità ha però anche dei vincoli e non solo di limitazione visiva, occorrerà infatti, preventivamente, registrare il programma Hangouts.

Una nuova prova di dialogo, senza ordini del giorno da discutere, e da svolgere magari soltanto per uno scambio di auguri di BUON ANNO 2021 …ce n’è bisogno, potremmo prevederla per il prossimo
lunedì 25 gennaio , magari di pomeriggio ore 18,30 – non oltre le 19.
Cari saluti
Enrico Luciani
Presidente APS  A. Cipriani e Comitato Gianicolo
Titolare responsabile sito www.comitatogianicolo.it  3284542840

Elenco delle attività dell'anno 2021

Archivio attività